Riferimenti – 2015 STD Trattamento …

Riferimenti - 2015 STD Trattamento ...

Abstract di articoli sono disponibili a titolo gratuito. Visualizzazione del testo completo richiede l’appartenenza ufficiale.

  1. CDC. Sessualmente trasmesse linee guida di trattamento delle malattie. MMWR Raccom Rep 2010; 59 (. No RR-12).
  2. CDC. La prevenzione dell’epatite A attraverso attivi o passivi di immunizzazione: raccomandazioni del comitato consultivo in materia di immunizzazione (ACIP). MMWR Raccom Rep 2006; (. No RR-7) 55.
  3. CDC. Una strategia globale di immunizzazione per eliminare la trasmissione di infezione da virus dell’epatite B negli Stati Uniti: le raccomandazioni del Comitato consultivo in materia di Immunizzazione (ACIP) parte II: l’immunizzazione degli adulti. MMWR Raccom Rep 2006; 55 (. No RR-16).
  4. CDC. Una strategia globale di immunizzazione per eliminare la trasmissione di infezione da virus dell’epatite B negli Stati Uniti: le raccomandazioni del Comitato consultivo in materia di Immunizzazione (ACIP) parte 1: l’immunizzazione di neonati, bambini e adolescenti. MMWR Raccom Rep 2005; 54 (. No RR-16).
  5. CDC. Una guida per prendere una storia sessuale. Atlanta, GA: Dipartimento di Salute e Servizi Umani, CDC. Disponibile a www.cdc.gov/std/treatment/SexualHistory.pdf.
  6. O’Connor EA, Lin JS, Burda BU, et al. USPSTF: comportamentale sessuale consulenza di riduzione del rischio nelle cure primarie per prevenire le infezioni a trasmissione sessuale. Ann Intern Med 2014; 161: 874-83.
  7. LeFevre ML. USPSTF: interventi di counseling comportamentali per prevenire le infezioni sessualmente trasmissibili. Ann Intern Med 2014; 161: 894-901.
  8. Kamb ML, Fishbein M, Douglas JM, Jr. et al. Efficacia di consulenza di riduzione del rischio per prevenire virus dell’immunodeficienza umana e le malattie sessualmente trasmissibili: uno studio randomizzato controllato. Progetto RISPETTO Gruppo di studio. JAMA 1998; 280: 1161-7.
  9. Metsch LR, Feaster DJ, Gooden L, et al. Effetto di consulenza di riduzione del rischio con un rapido test HIV rischio di contrarre infezioni trasmesse sessualmente: il AWARE studio clinico randomizzato. JAMA 2013; 310: 1701-1710.
  10. Patel P, Bush T, Mayer K, et al. Routine breve consulenza di riduzione del rischio con i test STD biennale riduce STD incidenza tra gli uomini affetti da HIV che hanno rapporti sessuali con gli uomini in cura. Sex Transm Dis 2012; 39: 470-4.
  11. Warner L, Klausner JD, Rietmeijer CA, et al. Effetto di un breve intervento video su infezione incidente tra i pazienti che frequentano le cliniche di malattie a trasmissione sessuale. PLoS Med 2008; 5: 919-27.
  12. CDC, Salute Risorse e Servizi Amministrazione, National Institutes of Health, American Academy of Medicine HIV, Associazione di infermieri in Aids Care, Associazione internazionale dei fornitori di Aids Care, la minoranza del Consiglio Nazionale AIDS, e Urban Coalizione per l’HIV / AIDS Prevention Services. Raccomandazioni per la prevenzione dell’HIV, con adulti e adolescenti con l’HIV negli Stati Uniti, 2014. libere in http://stacks.cdc.gov/view/cdc/26062.
  13. Gilbert P, Ciccarone D, Gansky SA, et al. Interactive "Video medico" consulenza riduce di droga e comportamenti sessuali a rischio tra i pazienti HIV-positivi in ​​regime ambulatoriale diversi. PLoS One 2008; 3: e1988.
  14. Richardson JL, Milam J, McCutchan A, et al. Effetto di breve consulenza più sicuro-sesso da parte dei fornitori medici per pazienti HIV-1 sieropositivi: una valutazione multi-clinica. AIDS 2004; 18: 1179-1186.
  15. Fisher JD, Cornman DH, Osborn CY, et al. Medico-avviato HIV intervento di riduzione del rischio per le persone sieropositive: ricerca formativa, accettabilità, e la fedeltà del Progetto Opzioni. J all’acquisi immunitario Defic Syndr 2004; 37 (Suppl 2): ​​S78-S87.
  16. Markowitz LE, Dunne EF, Saraiya M, et al. vaccinazione papillomavirus umano: le raccomandazioni del Comitato consultivo in materia di Immunizzazione (ACIP). MMWR Raccom Rep 2014; 63 (. No RR-05).
  17. Aberg JA, Gallant JE, Ghanem KG, et al. le linee guida di assistenza primaria per la gestione delle persone affette da HIV: 2.013 aggiornamento dall’associazione medicina HIV delle Malattie infettive Society of America. Clin Infect Dis 2014; 58: e1-34.
  18. Anderson C, Gallo MF, Hylton-Kong T, et al. Randomizzato e controllato sull’efficacia dei messaggi di consulenza per evitare rapporti sessuali non protetti durante l’infezione a trasmissione sessuale e trattamento di infezione del tratto riproduttivo tra sessualmente trasmissibili pazienti infezione clinica di sesso femminile. Sex Transm Dis 2013; 40: 105-10.
  19. Hatcher RA, Trussel J, Nelson AL, et al. Contraccettiva Tecnologia, 20 ° edizione. New York: media Ardent; Del 2012.
  20. Weller S, l’efficacia Davis K. preservativo nel ridurre la trasmissione del virus HIV eterosessuali. Cochrane Database Syst Rev 2002; 1: CD003255.
  21. Smith DK, Herbst JH, Zhang X, et al. l’efficacia del preservativo per coerenza di utilizzo tra CSM. http://www.aidsmap.com/Consistent-condom-use-in-anal-sex-stops-70-of-HIV-infections-study-finds-but-intermittent-use-has-no-effect/page/ 2586976 /. Paper presentato al: EUR 20a Conferenza sui Retrovirus e le infezioni opportunistiche, Atlanta del 2013.
  22. Crosby RA, Charnigo RA, Weathers C, et al. l’efficacia del preservativo contro le infezioni sessualmente non virale trasmessa: uno studio prospettico utilizzando diario giornaliero elettronici. Sex Transm Infect 2012; 88: 484-9.
  23. Holmes KK, Levine R, Weaver M. efficacia del preservativo nella prevenzione delle infezioni trasmesse per via sessuale. Bull World Health Organ 2004; 82: 454-61.
  24. Warner L, pietra KM, Macaluso M, et al. L’uso del preservativo e il rischio di gonorrea e clamidia: una revisione sistematica di progettazione e di misurazione fattori valutati in studi epidemiologici. Sex Transm Dis 2006; 33: 36-51.
  25. Ness RB, Randall H, Richter HE, et al. L’uso del preservativo e il rischio di recidiva di malattia infiammatoria pelvica, dolore pelvico cronico, o infertilità in seguito ad un episodio di malattia infiammatoria pelvica. Am J Public Health 2004; 94: 1327-9.
  26. Koss CA, Dunne EF, Warner L. Una revisione sistematica di studi epidemiologici che valutano l’uso del condom e il rischio di sifilide. Sex Transm Dis 2009; 36: 401-5.
  27. Martin ET, Krantz E, Gottlieb SL, et al. Un pool di analisi degli effetti del preservativo nella prevenzione acquisizione HSV-2. Arch Intern Med 2009; 169: 1233-1240.
  28. Winer RL, Hughes JP, Feng QH, et al. L’uso del preservativo e il rischio di infezione da papillomavirus umano genitale nelle donne giovani. New England Journal of Medicine 2006; 354: 2645-54.
  29. Bleeker MCG, Hogewoning CJA, Voorhorst FJ, et al. L’uso del preservativo promuove la regressione di papillomavirus associate umani lesioni del pene a partner sessuali maschili delle donne con neoplasia intraepiteliale cervicale. International Journal of Cancer 2003; 107: 804-10.
  30. Hogewoning CJA, Bleeker MCG, van den Brule AJC, et al. L’uso del preservativo promuove la regressione della neoplasia intraepiteliale cervicale e la liquidazione dei papillomavirus umano: uno studio clinico randomizzato. International Journal of Cancer 2003; 107: 811-6.
  31. Bernabe-Ortiz A, Carcamo CP, Scott JD, et al. infezione da HBV in relazione all’uso del condom coerente: uno studio basato sulla popolazione in Perù. PLoS One 2011; 6: e24721.
  32. MINUK GY, Bohme CE, Bowen TJ, et al. L’efficacia del preservativo commerciali nella prevenzione dell’infezione da virus dell’epatite B. Gastroenterology 1987; 93: 710-4.
  33. Hernandez-Romieu AC, Siegler AJ, Sullivan PS, et al. Quanto spesso i preservativi non riescono? Uno studio trasversale esplorare uso incompleta dei preservativi, fallimenti preservativo e altri problemi del condom tra bianco e nero CSM nel sud degli Stati Uniti. Sex Transm Infect 2014.
  34. D’Anna LH, Margolis dC, Warner L, et al. problemi di uso del preservativo durante il sesso anale tra gli uomini che hanno rapporti sessuali con altri uomini (MSM): i risultati dalla cassaforte nello studio della città. Aids Care 2012; 24: 1028-1038.
  35. Steiner MJ, Cates W, Jr. Warner L. Il vero problema con i preservativi maschili è non-uso. Sex Transm Dis 1999; 26: 459-62.
  36. Gallo MF, Kilbourne-Brook M, Coffey PS. Una revisione della efficacia e l’accettabilità del preservativo femminile per la doppia protezione. Sex Salute 2012; 9: 18-26.
  37. Mantell JE, Kelvin EA, Exner TM, et al. uso anale del preservativo femminile: non l’incertezza giustifica fornitore di inazione? Aids Care 2009; 21: 1185-1194.
  38. Rosenberg MJ, Davidson AJ, Chen JH, et al. contraccettivi di barriera e malattie a trasmissione sessuale nelle donne: un confronto di metodi e preservativi femminili-dipendente. Am J Public Health 1992; 82: 669-74.
  39. de Bruyn G, Shiboski S, van der Straten A, et al. L’effetto del gel diaframma e lubrificante vaginale sull’acquisizione di HSV-2. Sex Transm Infect 2011; 87: 301-5.
  40. Ramjee G, van der Straten A, Chipato T, et al. Il gel diaframma e lubrificante per la prevenzione delle infezioni trasmesse sessualmente cervicale: i risultati di uno studio randomizzato controllato. PLoS One 2008; 3: e3488.
  41. Wilkinson D, Tholandi M, Ramjee G, et al. Nonoxynol-9 spermicida per la prevenzione delle vaginale acquisito l’HIV e altre infezioni sessualmente trasmissibili: revisione sistematica e una meta-analisi di studi randomizzati controllati di cui più di 5000 donne. Lancet Infect Dis 2002; 2: 613-7.
  42. McCormack S, Ramjee G, Kamali A, et al. PRO2000 gel vaginale per la prevenzione di HIV-1 (Programma di microbicidi Development 301): una fase 3, in doppio cieco, randomizzato, a gruppi paralleli. Lancet 2010; 376: 1329-1337.
  43. Skoler-Karpoff S, Ramjee G, Ahmed K, et al. L’efficacia di Carraguard per la prevenzione dell’infezione da HIV nelle donne in Sud Africa: una, in doppio cieco, randomizzato, controllato con placebo. Lancet 2008; 372: 1977-1987.
  44. Van Damme L, Govinden R, Mirembe FM, et al. La mancanza di efficacia di gel di solfato di cellulosa per la prevenzione della trasmissione dell’HIV vaginale. N Engl J Med 2008; 359: 463-72.
  45. Feldblum PJ, Adeiga A, Bakare R, et al. SAVVY gel vaginale (C31G) per la prevenzione dell’infezione da HIV: uno studio randomizzato controllato in Nigeria. PLoS One 2008; 3: e1474.
  46. Hooton TM, Roberts PL, Stamm WE. Effetti di attività sessuale recente e l’uso di un diaframma sulla microflora vaginale. Clin Infect Dis 1994; 19: 274-8.
  47. Fihn SD, Boyko EJ, Normand EH, et al. Associazione tra l’uso del preservativo spermicida rivestite e Escherichia coli infezione del tratto urinario nelle donne giovani. Am J Epidemiol 1996; 144: 512-20.
  48. Polis CB, Curtis KM. L’uso di contraccettivi ormonali e acquisizione HIV nelle donne: una revisione sistematica delle evidenze epidemiologiche. Lancet Infect Dis 2013; 13: 797-808.
  49. CHI. contraccezione ormonale e HIV. Organizzazione Mondiale della Sanità: Ginevra; Del 2012.
  50. CDC. Aggiornamento per Stati Uniti criteri di idoneità medica del CDC per l’uso di contraccettivi 2010: rivisto le raccomandazioni per l’uso di contraccezione ormonale nelle donne ad alto rischio di infezione da HIV o infezione da HIV. MMWR Morb Mortal Wkly Rep 2012; 61: 449-52.
  51. Grigio RH, Kigozi G, Serwadda D, et al. La circoncisione maschile per la prevenzione dell’HIV negli uomini in Rakai, Uganda: uno studio randomizzato. Lancet 2007; 369: 657-66.
  52. Bailey RC, Moses S, Parker CB, et al. La circoncisione maschile per prevenzione di HIV negli uomini giovani a Kisumu, in Kenya: uno studio randomizzato controllato. Lancet 2007; 369: 643-56.
  53. Auvert B, Taljaard D, Lagarde E, et al. Randomizzato, intervento controllato della circoncisione maschile per la riduzione dell’HIV rischio di infezione: il ANRS 1265 Trial. PLoS Med 2005; 2: E298.
  54. Tobian AA, Serwadda D, Quinn TC, et al. circoncisione maschile per la prevenzione di HSV-2 e infezioni da HPV e sifilide. N Engl J Med 2009; 360: 1298-309.
  55. Auvert B, Sobngwi-Tambekou J, Cutler E, et al. Effetto della circoncisione maschile sulla prevalenza di alto rischio papillomavirus umano nei giovani: i risultati di uno studio randomizzato controllato condotto in Orange Farm, in Sud Africa. J Infect Dis 2009; 199: 14-9.
  56. Sobngwi-Tambekou J, Taljaard D, Nieuwoudt M, et al. La circoncisione maschile e Neisseria gonorrhoeae. Chlamydia trachomatis e Trichomonas vaginalis. osservazioni dopo uno studio randomizzato controllato per la prevenzione dell’HIV. Sex Transm Infect 2009; 85: 116-20.
  57. Grigio R, Kigozi G, Kong X, et al. L’efficacia della circoncisione maschile per la prevenzione e gli effetti sui comportamenti a rischio HIV in un posttrial studio di follow-up. AIDS 2012; 26: 609-15.
  58. Mehta SD, Moses S, Parker CB, et al. stato Circoncisione e incidenti herpes simplex virus di tipo 2 di infezione, ulcera genitale, infezione da HIV. AIDS 2012; 26: 1141-9.
  59. OMS / UNAIDS. Nuovi dati sulla circoncisione maschile e la prevenzione di HIV: politiche e programmi implicazioni. OMS / UNAIDS Consulenza tecnica di circoncisione maschile e la prevenzione dell’HIV: implicazioni per la ricerca per la politica e programmazione, 6-8 marzo, 2007; Montreux. Del 2007.
  60. American Academy of Pediatrics Task Force sulla circoncisione. dichiarazione politica circoncisione. Pediatrics 2012; 130: 585-6.
  61. American Urological Association. dichiarazione politica circoncisione, 2007. Disponibile all’indirizzo http://www.auanet.org/about/policy-statements.cfm.
  62. Wiysonge CS, Kongnyuy EJ, Shey M, et al. La circoncisione maschile per la prevenzione di acquisizione omosessuali del virus HIV negli uomini. Cochrane Database Syst Rev 2011; (6): CD007496.
  63. CDC. Stati Uniti Selezionato raccomandazioni pratiche per l’uso di contraccettivi 2013: Adattato da raccomandazioni pratiche Organizzazione Mondiale della Sanità selezionati per l’uso di contraccettivi, 2a ed. MMWR Raccom Rep 2013; 62 (. No RR-05).
  64. Bene P, Mathe H, Ginde S, et al. Ulipristal acetato di presa 48-120 ore dopo il rapporto per la contraccezione d’emergenza. Obstet Gynecol 2010; 115: 257-63.
  65. Glasier AF, Cameron ST, Belle PM, et al. ulipristal acetato rispetto al levonorgestrel per la contraccezione d’emergenza: uno studio randomizzato di non inferiorità e meta-analisi. Lancet 2010; 375: 555-62.
  66. Cleland K, Zhu H, Goldstuck N, et al. L’efficacia dei dispositivi intrauterini per la contraccezione d’emergenza: una revisione sistematica di 35 anni di esperienza. riproduzione umana 2012; 27: 1994-2000.
  67. Cheng L, Che Y, Gulmezoglu AM. Interventi per la contraccezione di emergenza. Cochrane Database Syst Rev 2012; 8: CD001324.
  68. Myer L, Kuhn L, Stein ZA, et al. pratiche intravaginale, vaginosi batterica, e la suscettibilità delle donne di infezione da HIV: evidenze epidemiologiche e meccanismi biologici. Lancet Infect Dis 2005; 5: 786-94.
  69. Cohen MS, Chen YQ, McCauley M, et al. La prevenzione dell’infezione da HIV-1 in pazienti con terapia antiretrovirale precoce. N Engl J Med 2011; 365: 493-505.
  70. Pannello DHHS sugli orientamenti antiretrovirali per adulti e adolescenti. Linee guida per l’uso di farmaci antiretrovirali in adulti e adolescenti HIV-1-infetti; 2013. Disponibile all’indirizzo http://aidsinfo.nih.gov/contentfiles/lvguidelines/adultandadolescentgl.pdf
  71. Celum C, Wald A, Lingappa JR, et al. Aciclovir e la trasmissione del virus HIV-1 da parte di persone con infezione da HIV-1 e HSV-2. N Engl J Med 2010; 362: 427-39.
  72. Celum C, Wald A, Hughes J, et al. Effetto di aciclovir su HIV-1 acquisizione nel virus herpes simplex 2 donne sieropositivi e gli uomini che hanno rapporti sessuali con gli uomini: una, in doppio cieco, randomizzato, controllato con placebo. Lancet 2008; 371: 2109-19.
  73. Grohskopf LA, Chillag KL, Gvetadze R, et al. studio randomizzato di sicurezza clinica di tutti i giorni per via orale con tenofovir disoproxil fumarato tra gli uomini non infetti da HIV che hanno rapporti sessuali con gli uomini negli Stati Uniti. J all’acquisi immunitario Defic Syndr 2013; 64: 79-86.
  74. Concessione RM, Lama JR, Anderson PL, et al. Preexposure chemioprofilassi per la prevenzione dell’HIV negli uomini che hanno sesso con gli uomini. N Engl J Med 2010; 363: 2587-99.
  75. Baeten JM, Donnell D, Ndase P, et al. la profilassi antiretrovirale per la prevenzione di HIV negli uomini e nelle donne eterosessuali. N Engl J Med 2012; 367: 399-410.
  76. Thigpen MC, Kebaabetswe PM, Paxton LA, et al. preexposure antiretrovirali profilassi per trasmissione eterosessuale di HIV in Botswana. N Engl J Med 2012; 367: 423-34.
  77. Choopanya K, Martin M, Suntharasamai P, et al. la profilassi antiretrovirale per l’infezione da HIV in consumatori di stupefacenti per Bangkok, Thailandia (Bangkok Tenofovir Study): uno studio randomizzato, in doppio cieco, di fase controllato con placebo 3 processo. Lancet 2013; 381: 2083-90.
  78. Patterson KB, il principe HA, Kraft E, et al. Penetrazione di tenofovir ed emtricitabina nei tessuti delle mucose: implicazioni per la prevenzione della trasmissione dell’HIV-1. Sci Transl Med 2011; 3: 112-4.
  79. van der Straten A, Van Damme L, Haberer JE, et al. Svelare i risultati divergenti di pre-esposizione prove per la prevenzione dell’HIV. AIDS 2012; 26: F13-9.
  80. Oro MR, Dombrowski JC, Kerani RP, et al. Fallimento di serosorting per proteggere gli uomini africani americani che hanno sesso con gli uomini di infezione da HIV. Sex Transm Dis 2012; 39: 659-64.
  81. Philip SS, Yu X, Donnell D, et al. Serosorting è associato ad un ridotto rischio di sieroconversione HIV nel studio di coorte ESPLORA. PLoS One 2010; 5.
  82. Vallabhaneni S, Li X, Vittinghoff E, et al. pratiche Seroadaptive: associazione con l’acquisizione di HIV tra gli uomini HIV-negativi che hanno rapporti sessuali con gli uomini. PLoS One 2012; 7: e45718.
  83. Jin F, Prestage GP, Templeton DJ, et al. L’impatto dell’HIV comportamenti seroadaptive sulle infezioni sessualmente trasmissibili in HIV-negativi uomini omosessuali a Sydney, in Australia. Sex Transm Dis 2012; 39: 191-4.
  84. Hotton AL, Gratzer B, Mehta SD. Associazione tra serosorting e sessualmente infezione batterica a trasmissione tra gli uomini HIV-negativi che hanno rapporti sessuali con gli uomini in una lesbiche, gay, bisessuali e centro di salute transgender urbano. Sex Transm Dis 2012; 39: 959-64.
  85. Turner AN, Feldblum PJ, Hoke TH. l’infezione di base con una malattia sessualmente trasmessa è altamente predittiva di reinfezione durante il follow-up a lavoratori di sesso malgasci. Sex Transm Dis 2010; 37: 559-62.
  86. Peterman TA, Tian LH, Metcalf CA, et al. Alta incidenza di nuove infezioni a trasmissione sessuale nel corso dell’anno a seguito di una infezione a trasmissione sessuale: un caso per ricontrollare. Ann Intern Med 2006; 145: 564-72.
  87. Trelle S, Shang A, Nartey L, et al. Miglioramento dell’efficacia della notifica partner per i pazienti con infezioni sessualmente trasmesse: revisione sistematica. BMJ 2007; 334: 354.
  88. Wilson TE, Hogben M, Malka ES, et al. Uno studio randomizzato controllato per ridurre i rischi per le infezioni sessualmente trasmesse attraverso la notifica migliorata socio basata sul paziente. Am J Public Health 2009; 99 (Supp1): S104-10.
  89. Yu YY, Frasure-Williams JA, Dunne EF, et al. servizi socio Chlamydia per le femmine in California cliniche di pianificazione familiare. Sex Transm Dis 2011; 38: 913-8.
  90. Mickiewicz T, Al-Tayyib A, Thrun M, et al. Attuazione e l’efficacia di un programma di terapia socio accelerato in una clinica urbano. Sex Transm Dis 2012; 39: 923-9.
  91. Oro MR, Hogben M, Handsfield HH, et al. partner notification per l’HIV e MST negli Stati Uniti: a bassa copertura per la gonorrea, infezione da Chlamydia, e HIV. Sex Transm Dis 2003; 30: 490-6.
  92. Vest JR, Valadez AM, Hanner A, et al. Utilizzando e-mail per notificare partner sessuali di posta elettronica pseudonimi. Sex Transm Dis 2007; 34: 840-5.
  93. Oro MR, Whittington WL, Handsfield HH, et al. Effetto del trattamento accelerato di partner sessuali su gonorrea ricorrente o persistente o infezione da Chlamydia. N Engl J Med 2005; 352: 676-85.
  94. Schillinger JA, Kissinger P, Calvet H, et al. trattamento socio-paziente consegnato con azitromicina per prevenire il ripetuto l’infezione da Chlamydia trachomatis tra le donne – uno studio randomizzato e controllato. Sex Transm Dis 2003; 30: 49-56.
  95. Kissinger P, Mohammed H, Richardson-Alston G, et al. trattamento socio-paziente consegnato per uretrite maschile: uno studio randomizzato controllato. Clin Infect Dis 2005; 41: 623-9.
  96. Cameron ST, Glasier A, Scott G, et al. interventi innovativi per ridurre la percentuale di infezione nelle donne con clamidia: uno studio randomizzato controllato. riproduzione umana 2009; 24: 888-95.
  97. Kissinger P, Schmidt N, Mohammed H, et al. trattamento socio-paziente consegnato per Trichomonas vaginalis infezione: uno studio controllato randomizzato. Sex Transm Dis 2006; 33: 445-50.
  98. Schwebke JR, Desmond RA. Uno studio randomizzato controllato di metodi di notifica partner per la prevenzione della tricomoniasi nelle donne. Sex Transm Dis 2010; 37: 392-6.
  99. Stephens SC, Bernstein KT, Katz MH, et al. L’efficacia della terapia del paziente-consegnato socio e da Chlamydia e reinfezione gonococcica a San Francisco. Sex Transm Dis 2010; 37: 525-9.
  100. Kerani RP, Fleming M, DeYoung B, et al. Uno studio randomizzato, controllato processo di inspot e la terapia socio-paziente consegnato per la gonorrea e l’infezione da Chlamydia tra gli uomini che hanno rapporti sessuali con gli uomini. Sex Transm Dis 2011; 38: 941-6.
  101. Stekler J, Bachmann L, Brotman RM, et al. sessualmente trasmissibili infezioni concomitanti (STI) a partner sessuali di pazienti con malattie sessualmente trasmissibili selezionato: implicazioni per la terapia socio-paziente consegnato. Clin Infect Dis 2005; 40: 787-93.
  102. McNulty A, Teh MF, Freedman E. paziente consegnato terapia partner per l’infezione da Chlamydia – quello che sarebbe perdere? Sex Transm Dis 2008; 35: 834-6.
  103. Chou R, Cantor AG, Zakher B, et al. Lo screening per l’HIV nelle donne in gravidanza: revisione sistematica per aggiornare la raccomandazione US Preventive Services Task Force del 2005. Ann Intern Med 2012; 157: 719-28.
  104. Moyer VA, US Preventive Services Task Force. Lo screening per l’HIV: US Preventive Services Task Force Raccomandazione Normativa. Ann Intern Med 2013; 159: 51-60.
  105. Pannello sul trattamento delle donne in gravidanza con infezione da HIV e prevenzione della trasmissione perinatale. Raccomandazioni per l’uso di farmaci antiretrovirali in gravidanza donne HIV-1-infetti per la salute materna e interventi per ridurre la trasmissione di HIV perinatale negli Stati Uniti. Disponibile a http://aidsinfo.nih.gov/contentfiles/lvguidelines/perinatalgl.pdf
  106. US Preventive Services Task Force. Lo screening per infezione da sifilide in gravidanza: dichiarazione raccomandazione riaffermazione. Ann Intern Med 2009; 150: 705-9.
  107. US Prevenzione ServicesTask Force. Lo screening per l’infezione da virus dell’epatite B in gravidanza: dichiarazione raccomandazione riaffermazione. Ann Intern Med 2009; 150: 869-73.
  108. LeFevre ML. USPSTF: lo screening per clamidia e gonorrea. Ann Intern Med 2014; 161: 902-10.
  109. Moyer VA. Lo screening per l’infezione da virus dell’epatite C negli adulti: US Preventive dichiarazione raccomandazione Services Task Force. Ann Intern Med 2013; 159: 349-57.
  110. Massad LS, Einstein MH, Huh WK, et al. 2012 ASCCP Conferenza le linee guida terapeutiche. 2012 le linee guida terapeutiche aggiornate per la gestione di alterazione dei test di screening del cancro del collo dell’utero e precursori del cancro. J Low Genit Tract Dis 2013; 17 (Suppl 1): S1-27.
  111. US Preventive Services Task Force. Lo screening per la vaginosi batterica in gravidanza per prevenire un parto prematuro: Stati Uniti preventiva dichiarazione raccomandazione Services Task Force. Ann Intern Med 2008; 148: 214-9.
  112. American Academy of Pediatrics, American College of Ostetrici e ginecologi. Linee guida per la cura perinatale, 6 ° ed. Washington, DC: American College of Ostetrici e ginecologi; Del 2007.
  113. CDC. Rapid HIV test degli anticorpi durante travaglio e il parto per le donne di sconosciuto status HIV: una guida e modello pratico protocollo, 2004. Atlanta, GA: CDC; Del 2004.
  114. American College of Ostetrici e ginecologi. L’epatite virale durante la gravidanza. ACOG Practice Bollettino n ° 86. Obstet Gynecol 2007; 110: 941-56.
  115. Agenzia di sanità pubblica del Canada. linee guida canadesi sulle infezioni sessualmente trasmesse. 2006 ed. Centro per le malattie trasmissibili e controllo delle infezioni; 2010; Disponibile all’indirizzo: http://www.phac-aspc.gc.ca/std-mts/sti-its/.
  116. Meyers D, Wolff T, Gregory K, et al. Raccomandazioni USPSTF per lo screening STI. Am Fam Physician 2008; 77: 819-24.
  117. Forhan SE, Gottlieb SL, Sternberg MR, et al. Prevalenza di infezioni a trasmissione sessuale smong adolescenti di sesso femminile di età compresa tra 14 a 19 negli Stati Uniti. Pediatrics 2009; 124: 1505-1512.
  118. CDC. A trasmissione sessuale sorveglianza delle malattie 2013. Atlanta: US Department of Health and Human Services; Il 2014.
  119. Inglese A, Benson GR, Nash E, et al. Riservatezza per le persone assicurate come dipendenti: una revisione delle leggi e delle politiche statali. New York: Guttmacher Institute e soluzioni per la salute pubblica; 2012. Disponibile all’indirizzo: http://www.guttmacher.org/pubs/confidentiality-review.pdf. Del 2012.
  120. US Preventive Services Task Force. Lo screening per l’infezione da Chlamydia: dichiarazione raccomandazione. Ann Intern Med 2007; 147: 128-34.
  121. CDC. Maschio Chlamydia consultazione, 28-29 marzo 2006. Atlanta, GA. rapporto Meeting, il 22 maggio, 2007.
  122. CDC. raccomandazioni rivedute per il test HIV di adulti, adolescenti e donne incinte in strutture sanitarie. MMWR Raccom Rep 2006; 55 (. No RR-14).
  123. US Preventive Services Task Force. USPSTF: Screening per l’HIV: dichiarazione raccomandazione finale. AHRQ Pubblicazione n 12-05173-EF-3. 2013. Disponibile all’indirizzo http://www.uspreventiveservicestaskforce.org/uspstf13/hiv/hivfinalrs.htm.
  124. Saslow D, Solomon D, Lawson HW, et al. American Cancer Society, American Society for Colposcopia e Patologia cervicale, e società americana per le linee guida di screening Patologia Clinica per la prevenzione e la diagnosi precoce del cancro del collo dell’utero. CA Cancer J Clin 2012; 62: 147-72.
  125. American College of Ostetrici e Ginecologi (ACOG). Lo screening per il cancro del collo dell’utero. ACOG Practice Bollettino Numero 131. Obstet Gynecol 2012; 120: 1222-1238.
  126. Moyer VA. Lo screening per il cancro del collo dell’utero: US Preventive dichiarazione raccomandazione Services Task Force. Ann Intern Med 2012; 156: 880-91.
  127. Sasieni P, Castanon A, Cuzick J. efficacia dello screening cervicale con l’età: studio caso-controllo basato sulla popolazione dei dati in modo prospettico registrati. BMJ 2009; 339: b2968.
  128. Mayhew A, Mullins TL, Ding L, et al. percezioni di rischio e comportamenti sessuali successivi dopo la vaccinazione contro l’HPV negli adolescenti. Pediatrics 2014; 133: 404-11.
  129. CDC. Valutazione del grande carcere programmi di screening STD, 2008 – 2009. Atlanta, GA: CDC, NCHHSTP; 2011. Disponibile all’indirizzo www.cdc.gov/std/publications/JailScreening2011.pdf. 2011.
  130. Pathela P, Hennessy RR, Spazio vuoto S, et al. Il contributo di un programma di screening carcere urina-based per tutta la città i tassi di clamidia e gonorrea casi di sesso maschile a New York. Sex Transm Dis 2009; 36 (2 Suppl): S58-61.
  131. Joesoef MR, Weinstock HS, Kent CK, et al. Correzioni STD Prevalenza Gruppo di monitoraggio. Sesso ed età correlati di Chlamydia prevalenza negli adolescenti e negli adulti di entrare istituti penitenziari, 2005: implicazioni per la politica di screening. Sex Transm Dis 2009; 36 (Suppl): S67-71.
  132. Kahn RH, Voigt RF, Swint E, et al. la sifilide I primi negli Stati Uniti identificati in strutture correzioni, 1999-2002. Sex Transm Dis 2004; 31: 360-4.
  133. Kahn RH, Peterman TA, Arno J, et al. Identificare trasmettitori sifilide probabili: implicazioni per il controllo e la valutazione. Sex Transm Dis 2006; 33: 630-5.
  134. Owusu-Edusei K Jr, regalo TL, Chesson HW, et al. Indagare il potenziale beneficio per la salute pubblica dei programmi di screening e trattamento della prigione-based per la clamidia. Am J Epidemiol 2013; 177: 463-73.
  135. Sutcliffe S, Newman SB, Hardick A, et al. Prevalenza e correlati di Trichomonas vaginalis infezione tra i femminili US detenuti federale. Sex Transm Dis 2010; 37: 585-90.
  136. Freeman AH, Katz KA, Pandori MW, et al. Prevalenza e correlati di Trichomonas vaginalis tra le persone incarcerate valutata usando un test molecolare altamente sensibile. Sex Transm Dis 2010; 37: 165-8.
  137. Sosman J, Macgowan R, Margolis A, et al. Avviamento dei progetti Biologics Study Group. Infezioni a trasmissione sessuale e l’epatite negli uomini con una storia di carcerazione. Sex Transm Dis 2011; 38: 634-9.
  138. Mayer KH, Bekker LG, stallo R, et al. assistenza clinica completa per gli uomini che hanno rapporti sessuali con gli uomini: un approccio integrato. Lancet 2012; 380: 378-87.
  139. Chesson HW, Sternberg M, Leichliter JS, et al. I cambiamenti nella distribuzione a livello statale della sifilide primaria e secondaria negli Stati Uniti, 1985-2007. Sex Transm Infect 2010; 86 (Suppl 3): iii58-62.
  140. Patton ME, Su JR, Nelson R, et al. Primaria e secondaria sifilide negli Stati Uniti, 2005-2013. MMWR Morb Mortal Wkly Rep 2014; 63: 1402-6.
  141. Kerani RP, Handsfield HH, Stenger MS, et al. L’aumento dei tassi di sifilide in epoca di eliminazione sifilide. Sex Transm Dis 2007; 34: 154-61.
  142. Zetola NM, Bernstein KT, Wong E, et al. Esplorare il rapporto tra le malattie sessualmente trasmissibili e l’acquisizione di HIV utilizzando diversi disegni di studio. J all’acquisi immunitario Defic Syndr 2009; 50: 546-51.
  143. Solomon MM, Mayer KH, Glidden DV, et al. Sifilide predice HIV incidenza tra uomini e transgender donne che fanno sesso con gli uomini in un preexposure Profilassi di prova. Clin Infect Dis 2014; 59: 1020-6.
  144. az-Bailey G, Meyers A, S Bianco, et al. Uno studio caso-controllo della sifilide tra gli uomini che hanno rapporti sessuali con gli uomini a New York: associazione con l’infezione da HIV. Sex Transm Dis 2004; 31: 581-7.
  145. Pathela P, Braunstein SL, Schillinger JA, et al. Gli uomini che hanno rapporti sessuali con gli uomini hanno un rischio 140 volte superiore per nuova diagnosi di HIV e la sifilide rispetto agli uomini eterosessuali a New York. J all’acquisi immunitario Defic Syndr 2011; 58: 408-16.
  146. Chew Ng RA, Samuel MC, Lo T, et al. Sesso, droghe (metanfetamine), e Internet: aumentare la sifilide tra gli uomini che hanno rapporti sessuali con gli uomini in California, 2004-2008. Am J Public Health 2013; 103: 1450-6.
  147. Bernstein KT, Stephens SC, Strona FV, et al. caratteristiche epidemiologiche di un’epidemia di sifilide in corso tra gli uomini che hanno rapporti sessuali con gli uomini, San Francisco. Sex Transm Dis 2013; 40: 11-7.
  148. Cohen SE, Chew Ng RA, Katz KA, et al. Ripetere la sifilide tra gli uomini che hanno rapporti sessuali con gli uomini in California, 2002-2006: implicazioni per gli sforzi di eliminazione la sifilide. Am J Public Health 2012; 102: e1-8.
  149. Newman LM, Dowell D, Bernstein K, et al. Un racconto di due epidemie gonorrea: risultati del Surveillance Network STD (SSuN). Del 2012.
  150. Kim AA, Kent CK, Klausner JD. I fattori di rischio per l’infezione gonococcica rettale mezzo rinascita trasmissione dell’HIV. Sex Transm Dis 2003; 30: 813-7.
  151. Lafferty WE, Hughes JP, Handsfield HH. Malattie sessualmente trasmissibili negli uomini che hanno sesso con gli uomini – acquisizione di gonorrea e uretrite non gonococcica da fellatio e le implicazioni per la prevenzione STD / HIV. Sex Transm Dis 1997; 24: 272-8.
  152. Bernstein KT, Stephens SC, Barry PM, et al. Chlamydia trachomatis e Neisseria gonorrhoeae trasmissione dal orofaringe all’uretra tra gli uomini che hanno rapporti sessuali con gli uomini. Clin Infect Dis 2009; 49: 1793-7.
  153. Parco J, Marcus JL, Pandori M, et al. sorveglianza sentinella per faringea clamidia e gonorrea tra gli uomini che hanno rapporti sessuali con gli uomini – San Francisco, 2010. Sex Transm Dis 2012; 39: 482-4.
  154. CDC. test Clinica-based per rettale e della faringe Neisseria gonorrhoeae e Chlamydia trachomatis infezioni da organizzazioni a base comunitaria – cinque città, Stati Uniti, 2007. MMWR Morb Mortal Wkly Rep 2009; 58: 716-19.
  155. Bernstein KT, Marcus JL, Nieri G, et al. gonorrea e clamidia rettale reinfezione è associata ad un aumentato rischio di sieroconversione HIV. J all’acquisi immunitario Defic Syndr 2010; 53: 537-43.
  156. Pathela P, Braunstein SL, Spazio vuoto S, et al. l’incidenza di HIV tra gli uomini con e quelli senza infezioni rettali sessualmente trasmesse: stime corrispondenza contro un caso Registro di HIV. Clin Infect Dis 2013; 57: 1203-9.
  157. Scott KC, Philip S, Ahrens K, et al. Alta prevalenza di gonococciche e l’infezione da Chlamydia negli uomini che hanno sesso con gli uomini con infezione da HIV di nuova diagnosi – una opportunità per il trattamento presuntiva il giorno stesso. J Acq Imm Def 2008; 48: 109-12.
  158. Chesson HW, Bernstein KT, regalo TL, et al. Il rapporto costo-efficacia di uomini di screening che hanno rapporti sessuali con gli uomini per clamidia rettale e le infezioni da gonococco per prevenire l’infezione da HIV. Sex Transm Dis 2013; 40: 366-71.
  159. Ackers ML, Greenberg AE, Lin CY, et al. seroincidence alta e persistente HIV negli uomini che hanno rapporti sessuali con uomini in tutto 47 città statunitensi. PLoS One 2012; 7: e34972.
  160. CDC. l’infezione da HIV tra i giovani uomini neri che hanno rapporti sessuali con altri uomini – Jackson, Mississippi, 2006-2008. MMWR Morb Mortal Wkly Rep 2009; 58.
  161. Muro di KM, Khosropour CM, Sullivan PS. Offerta di HIV screening per gli uomini che hanno rapporti sessuali con gli uomini dai loro fornitori di assistenza sanitaria e fattori associati. Journal of International Association of Physicians di Aids Care 2010; 9: 284-8.
  162. Hoover KW, Butler M, Workowski K, et al. lo screening STD dell’infezione da HIV-infetti MSM in cliniche HIV. Sex Transm Dis 2010; 37: 771-6.
  163. Carter JW, Jr. Hart-Cooper GD, Butler MO, et al. barriere Provider impediscono raccomandato a trasmissione sessuale screening della malattia di uomini con infezione da HIV che hanno rapporti sessuali con gli uomini. Sex Transm Dis 2014; 41: 137-42.
  164. Makadon HJ. La guida Fenway di lesbiche, gay, bisessuali e transgender salute. Del 2009.
  165. Moskowitz DA, Melton D, Owczarzak J. PowerON: l’uso di consulenza messaggio istantaneo e di Internet per facilitare l’HIV / STD educazione e prevenzione. Paziente Educ Cons 2009; 77: 20-6.
  166. Mimiaga MJ, Reisner SL, Tetu AM, et al. notifica Partner dopo STD e HIV esposizioni e infezioni: conoscenze, atteggiamenti e le esperienze del Massachusetts uomini che hanno sesso con gli uomini. Sanità pubblica Rep 2009; 124: 111-9.
  167. CDC. Raccomandazioni per l’uso di papillomavirus umano vaccino quadrivalente nei maschi: comitato consultivo in materia di immunizzazione (ACIP). MMWR Morb Mortal Wkly Rep 2011; 60: 1705-8.
  168. Palefsky JM, Giuliano AR, Goldstone S, et al. HPV vaccino contro l’infezione da HPV anale e neoplasia intraepiteliale anale. N Engl J Med 2011; 365: 1576-1585.
  169. CDC. Raccomandazioni per l’identificazione e la gestione della salute pubblica delle persone con infezione da epatite cronica da virus B. MMWR Raccom Rep 2008; (. No RR-8) 57.
  170. Tohme RA, Holmberg SD. È il contatto sessuale di una modalità principale di trasmissione del virus dell’epatite C? Hepatology 2010; 52: 1497-505.
  171. Frederick T, Burian P, Terrault N, et al. I fattori associati con l’infezione prevalente dell’epatite C tra le donne con infezione da HIV senza riportato la storia di iniezione di droga: le donne Interagency HIV Study (WIHS). AIDS Patient Care STDS 2009; 23: 915-23.
  172. Hershow RC, Kalish LA, Sha B, et al. infezione da virus dell’epatite C nelle donne Chicago con oa rischio per l’infezione da HIV – Prove per la trasmissione sessuale. Sex Transm Dis 1998; 25: 527-32.
  173. Wandeler G, T Gsponer, Bregenzer A, et al. Epatite C infezioni da virus nella svizzero della coorte HIV Study: una epidemia in rapida evoluzione. Clin Infect Dis 2012; 55: 1408-1416.
  174. Palacios R, R Mata, Aguilar I, et al. Alta sieroprevalenza ma bassa incidenza di infezione da HCV in una coorte di pazienti con HIV a trasmissione sessuale in Andalusia, Spagna. Journal of International Association of Physicians di Aids Care 2009; 8: 100-5.
  175. Garg S, Taylor LE, Grasso C, et al. infezione da virus dell’epatite C diffuso e incidenti tra gli uomini con infezione da HIV che hanno rapporti sessuali con gli uomini impegnati nelle cure primarie in un centro di salute della comunità di Boston. Clin Infect Dis 2013; 56: 1480-7.
  176. Linas BP, Wong AY, Schackman BR, et al. lo screening conveniente per epatite acuta infezione da virus C negli uomini con infezione da HIV che hanno rapporti sessuali con gli uomini. Clin Infect Dis 2012; 55: 279-90.
  177. Taylor LE, DeLong AK, Maynard MA, et al. Acuta da virus dell’epatite C in una clinica HIV: una strategia di screening, i fattori di rischio, e la percezione del rischio. AIDS Patient Care STDS 2011; 25: 571-7.
  178. CDC. Test per HCV: un aggiornamento delle linee guida per i medici e laboratoristi. MMWR Morb Mortal Wkly Rep 2013; 62.
  179. Muzny CA, Sunesara IR, Martin DH, et al. Infezioni a trasmissione sessuale e comportamenti a rischio tra le donne afro-americani che hanno rapporti sessuali con le donne: non sesso con gli uomini a fare la differenza? Sex Transm Dis 2011; 38: 1118-1125.
  180. Eisenberg M. Le differenze nel rischio di comportamenti sessuali tra gli studenti universitari con persone dello stesso sesso e l’esperienza di sesso opposto: i risultati di un sondaggio nazionale. Archives of Sexual Behavior 2001; 30: 575-89.
  181. Koh AS, Gomez CA, Ombra S, et al. fattori di rischio sessuale tra lesbiche auto-identificato, donne bisessuali, e le donne eterosessuali di accesso a cure primarie impostazioni. Sex Transm Dis 2005; 32: 563-9.
  182. Lindley L, diagnosi Burcin M. STD tra gli studenti universitari di sesso femminile sessualmente attivi: fa orientamento sessuale o genere di partner sessuale (s) fare la differenza? Conferenza Nazionale STD Prevenzione; 2008; Chicago, IL.
  183. Goodenow C, Szalacha LA, Robin LE, et al. Dimensioni di orientamento sessuale e rischio di HIV-correlati negli adolescenti femmine: la prova di un sondaggio in tutto lo stato. Am J Public Health 2008; 98: 1051-8.
  184. Schick V, Rosenberger JG, Herbenick D, et al. comportamento e le strategie di riduzione del rischio sessuale tra un campione multinazionale di donne che hanno rapporti sessuali con le donne. Sex Transm Infect 2012; 88: 407-12.
  185. Richters J, Prestage G, Schneider K, et al. Le donne usano dighe dentali? pratiche sessuali più sicure di lesbiche e altre donne che hanno rapporti sessuali con le donne. Sex Salute 2010; 7: 165-9.
  186. Rowen TS, Breyer BN, Lin TC, et al. L’uso della barriera di protezione per l’attività sessuale tra le donne che hanno rapporti sessuali con le donne. Int J Obstet Gynaecol 2013; 120: 42-5.
  187. Lindley LL, Friedman DB, Struble C. diventare visibile: la valutazione della disponibilità di informazioni sulla salute sessuale on-line per le lesbiche. Salute Promot Pract 2012; 13: 472-80.
  188. Fethers K, Marks C, Mindel A, et al. Infezioni a trasmissione sessuale e comportamenti a rischio nelle donne che hanno rapporti sessuali con le donne. Sex Transm Infect 2000; 76: 345-9.
  189. Marrazzo JM, Koutsky LA, Eschenbach DA, et al. Caratterizzazione della flora vaginale e vaginosi batterica in donne che hanno rapporti sessuali con le donne. J Infect Dis 2002; 185: 1307-1313.
  190. Kellock D, O’Mahony CP. Sessualmente acquisito tricomoniasi metronidazolo-resistenti in una coppia lesbica. Genitourin Med 1996; 72: 60-1.
  191. Muzny CA, CA fiumi, Mena LA, et al. caratterizzazione genotipica di Trichomonas vaginalis isolati tra le donne che hanno rapporti sessuali con le donne in partnership sessuali. Sex Transm Dis 2012; 39: 556-8.
  192. Chan SK, Thornton LR, Chronister KJ, et al. Probabile femmina-femmina trasmissione sessuale dell’HIV – Texas, 2012. MMWR Morb Mortal Wkly Rep 2014; 63: 209-12.
  193. Kwakwa HA, Ghobrial MW. trasmissione femmina-femmina del virus dell’immunodeficienza umana. Clin Infect Dis 2003; 36: e40-1.
  194. Diamant AL, Schuster MA, McGuigan K, et al. storia sessuale Lesbiche ‘con gli uomini: implicazioni per l’adozione di una storia sessuale. Arch Intern Med 1999; 159: 2730-6.
  195. Xu F, Sternberg MR, Markowitz LE. Le donne che hanno rapporti sessuali con le donne negli Stati Uniti: la prevalenza, il comportamento sessuale e la prevalenza di herpes simplex virus di tipo 2 infezioni risultati dal National Health and Nutrition Survey esame 2001-2006. Sex Transm Dis 2010; 37: 407-13.
  196. Marrazzo JM, Stine K, Wald A. Prevalenza e fattori di rischio per l’infezione di tipo-1 l’herpes simplex virus e-2 tra lesbiche. Sex Transm Dis 2003; 30: 890-5.
  197. Marrazzo JM, Koutsky LA, Stine KL, et al. Genitale infezione da papillomavirus umano nelle donne che hanno rapporti sessuali con le donne. J Infect Dis 1998; 178: 1604-9.
  198. Marrazzo JM, Koutsky LA, Kiviat NB, et al. lo screening di test Papanicolaou e la prevalenza di papillomavirus umano genitali tra le donne che hanno rapporti sessuali con le donne. Am J Public Health 2001; 91: 947-52.
  199. Bailey JV, Kavanagh J, Owen C, et al. Lesbiche e screening cervicale. Br J Gen Pract 2000; 50: 481-2.
  200. Ferris DG, Batish S, Wright TC, et al. Un trascurata preoccupazione per la salute lesbica: neoplasia cervicale. J Fam Pract 1996; 43: 581-4.
  201. O’Hanlan KA, Crum CP. Papillomavirus Umano-associati neoplasia intraepiteliale cervicale seguenti sesso lesbico. Obstet Gynecol 1996; 88 (4 Pt 2): 702-3.
  202. Singh D, Belle DN, Marrazzo JM. Chlamydia trachomatis infezione tra le donne di segnalazione attività sessuale con donne sottoposte a screening nelle cliniche di pianificazione familiare nel Pacifico nord-occidentale, il 1997 e il 2005. Am J Public Health 2011; 101: 1284-1290.
  203. Koumans EH, Sternberg M, Bruce C, et al. La prevalenza di vaginosi batterica negli Stati Uniti, 2001-2004: le associazioni con sintomi, comportamenti sessuali, e la salute riproduttiva. Sex Transm Dis 2007; 34: 864-9.
  204. Evans AL, Scally AJ, Wellard SJ, et al. La prevalenza di vaginosi batterica in lesbiche e donne eterosessuali in un ambiente comunitario. Sex Transm Infect 2007; 83: 470-5.
  205. Marrazzo JM, Antonio M, Agnew K, et al. Distribuzione dei ceppi di Lactobacillus genitali condivisi dai partner di sesso femminile. J Infect Dis 2009; 199: 680-3.
  206. Marrazzo JM, Fiedler TL, Srinivasan S, et al. serbatoi Extravaginal di batteri vaginali come fattori di rischio per incidenti vaginosi batterica. J Infect Dis 2012; 205: 1580-8.
  207. Mitchell C, Manhart LE, Thomas K, et al. predittori del comportamento di colonizzazione con Lactobacillus crispatus o Lactobacillus jensenii dopo il trattamento per vaginosi batterica: uno studio di coorte. Infect Dis Obstet Gynecol 2012; 2012: 706.540.
  208. Mitchell C, Manhart LE, Thomas KK, et al. Effetto di attività sessuale sulla colonizzazione vaginale con idrogeno lattobacilli perossido di produttori e Gardnerella vaginalis. Sex Transm Dis 2011; 38: 1137-1144.
  209. Fethers K, Doppia J, Fairley CK, et al. vaginosi batterica (BV) batteri candidati: associazioni con BV e pratiche comportamentali nelle donne sessualmente esperti e inesperti. PLoS One 2012; 7: e30633.
  210. Bradshaw CS, Vodstrcil LA, Hocking JS, et al. Ricorrenza di vaginosi batterica è significativamente associato con attività sessuali post-trattamento e l’uso di contraccettivi ormonali. Clin Infect Dis 2013; 56: 777-86.
  211. Marrazzo JM, Thomas KK, Fiedler TL, et al. I rischi per l’acquisizione di vaginosi batterica tra le donne che denunciano sesso con le donne: uno studio di coorte. PLoS One 2010; 5: e11139.
  212. Vodstrcil LA, Walker SM, Hocking JS, et al. Incidente vaginosi batterica (BV) in donne che hanno rapporti sessuali con le donne è associata a comportamenti che suggeriscono la trasmissione sessuale della BV. Clin Infect Dis 2014: PII: ciu1130. [Epub ahead of print].
  213. Marrazzo JM, Thomas KK, Ringwood K. Un intervento comportamentale per ridurre la persistenza di vaginosi batterica tra le donne che denunciano sesso con le donne: i risultati di uno studio randomizzato. Sex Transm Infect 2011; 87: 399-405.
  214. Herbst JH, Jacobs ED, Finlayson TJ, et al. La stima prevalenza di HIV e comportamenti a rischio di persone transgender negli Stati Uniti: una revisione sistematica. AIDS Behav 2008; 12: 1-17.
  215. Operario D, Soma T, Underhill K. lavoro sessuale e lo stato di HIV tra le donne transgender: revisione sistematica e una meta-analisi. J all’acquisi immunitario Defic Syndr 2008; 48: 97-103.
  216. Baral SD, Poteat T, Strömdahl S, et al. fardello mondiale di HIV nelle donne transgender: una revisione sistematica ed una meta-analisi. Lancet Infect Dis 2013; 13: 214-22.
  217. Clements-Nolle K, Marx R, Guzman R, et al. prevalenza di HIV, i comportamenti a rischio, l’uso di assistenza sanitaria, e lo stato di salute mentale delle persone transgender: implicazioni per l’intervento di sanità pubblica. Am J Public Health 2001; 91: 915-21.
  218. Nuttbrock L, Hwahng S, Bockting W, et al. i fattori di rischio di vita per l’HIV / infezioni trasmesse sessualmente tra le persone transgender maschio-femmina. J all’acquisi immunitario Defic Syndr 2009; 52: 417-21.
  219. CDC. Monitoraggio selezionato prevenzione e la cura dell’HIV obiettivi nazionali utilizzando i dati-Stati sorveglianza HIV Uniti e 6 Stati Uniti dipendono aree del 2010. Pubblicata giugno 2012. Consultato il 25 aprile 2013. 2012.
  220. Sevelius J. "Non c’è opuscolo per il tipo di sesso che ho": I fattori di rischio di HIV-correlate e comportamenti protettivi tra gli uomini transessuali che hanno rapporti sessuali con gli uomini nontransgender. Gli infermieri J Assoc Aids Care 2009; 20: 398-410.
  221. Reisner SL, Perkovich B, Mimiaga MJ. Uno studio mista metodi dei bisogni di salute sessuale di transmen New England che hanno rapporti sessuali con gli uomini nontransgender. AIDS Patient Care STDS 2010; 24: 501-13.
  222. Denniston MM, Jiles RB, Drobeniuc J, et al. L’infezione cronica da virus dell’epatite C negli Stati Uniti, National Health and Nutrition Examination Survey 2003 al 2010. Ann Intern Med 2014; 160: 293-300.
  223. Terrault NA, Dodge JL, Murphy EL, et al. La trasmissione sessuale del virus dell’epatite C tra coppie eterosessuali monogame: lo studio partner HCV. Hepatology 2013; 57: 881-9.
  224. Tohme RA, Holmberg SD. La trasmissione di infezione da virus dell’epatite C attraverso il tatuaggio e il piercing: una revisione critica. Clin Infect Dis 2012; 54: 1167-1178.
  225. Brettler DB, Mannucci PM, Gringeri A, et al. Il basso rischio di trasmissione del virus dell’epatite C tra i partner sessuali di epatite C-infetti maschi hemophilic: una, studio multicentrico internazionale. Sangue 1992; 80: 540-3.
  226. Kao JH, Hwang YT, Chen PJ, et al. La trasmissione del virus dell’epatite C tra i coniugi: Il ruolo importante della durata dell’esposizione. American Journal of Gastroenterology 1996; 91: 2087-90.
  227. Marincovich B, Castilla J, del Romero J, et al. Assenza di trasmissione del virus dell’epatite C in una coorte prospettica di coppie sierodiscordanti eterosessuali. Sex Transm Infect 2003; 79: 160-2.
  228. Tahan V, Karaca C, Yildirim B, et al. La trasmissione sessuale di HCV tra i coniugi. American Journal of Gastroenterology 2005; 100: 821-4.
  229. Vandelli C, Renzo F, Romano L, et al. La mancanza di prove di trasmissione sessuale dell’epatite C tra le coppie monogame: risultati di uno studio di follow-up prospettico di 10 anni. American Journal of Gastroenterology 2004; 99: 855-9.
  230. Feldman JG, Minkoff H, Landesman S, et al. trasmissione eterosessuale di epatite C, l’epatite B e l’HIV-1 in un campione di donne del centro urbano. Sex Transm Dis 2000; 27: 338-42.
  231. Fierer DS, Uriel AJ, Carriero DC, et al. fibrosi epatica durante un’epidemia di epatite acuta infezione da virus C negli uomini con infezione da HIV: uno studio di coorte prospettico. J Infect Dis 2008; 198: 683-6.
  232. Fierer DS, Mullen MP, Dieterich DT, et al. Ad esordio precoce della fibrosi epatica a causa di infezione da virus dell’epatite C primaria è più elevata nel tempo negli uomini con infezione da HIV. Clin Infect Dis 2012; 55: 887-9.
  233. Dionne-Odom J, Osborn MK, Radziewicz H, et al. Epatite acuta C e coinfezione HIV. Lancet Infect Dis 2009; 9: 775-83.
  234. van de Laar T, Pybus O, Bruisten S, et al. La prova di una vasta rete internazionale di trasmissione di HCV negli uomini HIV-positivi che hanno rapporti sessuali con gli uomini. Gastroenterology 2009; 136: 1609-1617.
  235. rbanus AT, van de Laar TJ, Stolte IG, et al. infezioni da virus dell’epatite C tra gli uomini con infezione da HIV che hanno rapporti sessuali con gli uomini: una epidemia in espansione. AIDS 2009; 23: F1-7.
  236. Martello GP, Kellogg TA, McFarland WC, et al. Bassa incidenza e la prevalenza di infezione da virus dell’epatite C tra i non-via endovenosa adulti sessualmente attivi fanno uso di stupefacenti, San Francisco, 1997-2000. Sex Transm Dis 2003; 30: 919-24.
  237. Roy KM, Goldberg DJ, Hutchinson S, et al. virus dell’epatite C tra auto dichiarata non-iniezione di partner sessuali di stupefacenti per via parenterale. Journal of Medical Virology 2004; 74: 62-6.
  238. Mele A, Stroffolini T, Tosti ME, et al. trasmissione eterosessuale di epatite C in Italia. Journal of Medical Virology 1999; 57: 111-3.
  239. Rauch A, Rickenbach M, Weber R, et al. sesso non sicuro e una maggiore incidenza di infezione da virus dell’epatite C tra gli uomini con infezione da HIV che hanno rapporti sessuali con gli uomini: lo studio di coorte svizzera HIV. Clin Infect Dis 2005; 41: 395-402.
  240. van de Laar TJ, van der Bij AK, Prins M, et al. Aumento HCV incidenza tra gli uomini che hanno rapporti sessuali con gli uomini in Amsterdam molto probabilmente causate da trasmissione sessuale. J Infect Dis 2007; 196: 230-8.
  241. Browne R, Asboe D, Gilleece Y, et al. Aumento del numero di infezioni acute da epatite C e HIV uomini omosessuali positivo; è la trasmissione sessuale alimentando l’aumento? Sex Transm Infect 2004; 80: 326-7.
  242. Danta M, Brown D, Bhagani S, et al. epidemia recente del virus dell’epatite acuta C negli uomini HIV-positivi che hanno rapporti sessuali con gli uomini legati a comportamenti sessuali ad alto rischio. AIDS 2007; 21: 983-91.
  243. Ghosn J, Pierre-Francois S, Thibault V, et al. L’epatite acuta C negli uomini con infezione da HIV che hanno rapporti sessuali con gli uomini. HIV Med 2004; 5: 303-6.
  244. Thompson ND, Perz JF, Moorman AC, et al. la salute non ospedaliero cure associate epatite B e C la trasmissione del virus: Stati Uniti, 1998-2008. Ann Intern Med 2009; 150: 33-9.
  245. Smith BD, Morgan RL, Beckett GA, et al. Raccomandazioni per l’identificazione di epatite cronica da virus C tra le persone nate durante il 1945-1965. MMWR Raccom Rep 2012; (. No RR-4) 61.
  246. Cottrell EB, Chou R, Wasson N, et al. Ridurre il rischio di trasmissione da madre a neonato del virus dell’epatite C: una revisione sistematica per gli Stati Uniti Preventive Services Task Force. Ann Intern Med 2013; 158: 109-13.
  247. Panel on opportunistiche infezioni negli adulti con infezione da HIV e adolescenti. Linee guida per la prevenzione e il trattamento delle infezioni opportunistiche negli adulti affetti da HIV e adolescenti: raccomandazioni dei Centers for Disease Control and Prevention, il National Institutes of Health, e l’HIV Medicine Association della Malattie infettive Society of America.Available all’indirizzo http: / /aidsinfo.nih.gov/contentfiles/lvguidelines/adult_oi.pdf.
  248. Briat A, Dulioust E, Galimand J, et al. virus dell’epatite C nel liquido seminale degli uomini co-infetti con HIV-1: la prevalenza e l’origine. AIDS 2005; 19: 1827-1835.
  249. Tully JG, Taylor-Robinson D, Cole RM, et al. Un micoplasma recentemente scoperto nel tratto urogenitale dell’uomo. Lancet 1981; 1: 1288-1291.
  250. Taylor-Robinson D, Jensen JS. Mycoplasma genitalium. da crisalide a farfalla multicolore. Clin Microbiol Rev 2011; 24: 498-514.
  251. Huppert JS, Mortensen JE, Reed JL, et al. Mycoplasma genitalium rilevato mediante amplificazione trascrizione mediata è associato Chlamydia trachomatis nelle donne adolescenti. Sex Transm Dis 2008; 35: 250-4.
  252. Mena L, Wang X, Mroczkowski TF, et al. Mycoplasma genitalium infezioni negli uomini asintomatici e uomini con uretrite frequentare una clinica di malattie a trasmissione sessuale a New Orleans. Clin Infect Dis 2002; 35: 1167-1173.
  253. Falk L. L’accordo globale di definizioni proposte di cervicite mucopurulenta in donne ad alto rischio di infezione da clamidia. Acta Derm Venereol 2010; 90: 506-11.
  254. Anagrius C, Lore B, Jensen JS. Mycoplasma genitalium: prevalenza, significato clinico, e la trasmissione. Sex Transm Infect 2005; 81: 458-62.
  255. Falk L, Fredlund H, Jensen JS. Segni e sintomi di uretrite e cervicite tra le donne con o senza Mycoplasma genitalium o Chlamydia trachomatis infezione. Sex Transm Infect 2005; 81: 73-8.
  256. Manhart LE, Critchlow CW, Holmes KK, et al. cervicite mucopurulenta e Mycoplasma genitalium. J Infect Dis 2003; 187: 650-7.
  257. Gaydos C, Maldeis NE, Hardick A, et al. Mycoplasma genitalium come un contributo alle molteplici eziologie di cervicite nelle donne che frequentano le cliniche di malattie a trasmissione sessuale. Sex Transm Dis 2009; 36: 598-606.
  258. Mobley VL, Hobbs MM, Lau K, et al. Mycoplasma genitalium infezione nelle donne che frequentano una clinica infezione a trasmissione sessuale: tipo di campione diagnostico, co-infezioni, e predittori. Sex Transm Dis 2012; 39: 706-9.
  259. Lusk MJ, Konecny ​​P, Naing ZW, et al. Mycoplasma genitalium è associato con cervicite e l’infezione da HIV in una popolazione clinica STI australiano urbano. Sex Transm Infect 2011; 87: 107-9.
  260. Casin I, Vexiau-Robert D, De La Salmonière P, et al. Alta prevalenza di Mycoplasma genitalium nel tratto genito-urinario inferiore delle donne che frequentano una clinica di malattia sessualmente trasmessa a Parigi, Francia. Sex Transm Dis 2002; 29: 353-9.
  261. Korte JE, Baseman JB, Cagle MP, et al. Cervicite e genito-urinarie sintomi nelle donne positive per la cultura Mycoplasma genitalium. Am J Reprod Immunol 2006; 55: 265-75.
  262. Bjartling C, Osser S, Persson K. L’associazione tra Mycoplasma genitalium e la malattia infiammatoria pelvica, dopo l’interruzione della gravidanza. Brit J Obstet Gynecol 2010; 117: 361-4.
  263. Cohen CR, Manhart LE, Bukusi EA, et al. associazione tra Mycoplasma genitalium ed endometrite acuta. Lancet 2002; 359: 765-6.
  264. Cohen CR, NR Mugo, Astete SG, et al. rilevamento di Mycoplasma genitalium nelle donne con salpingite acuta per via laparoscopica diagnosticata. Sex Transm Infect 2005; 81: 463-6.
  265. Haggerty CL, Totten PA, Astete SG, et al. Mycoplasma genitalium tra le donne con malattia infiammatoria pelvica nonchlamydial nongonococcal. Infect Dis Obstet Gynecol 2006: 30184.
  266. Irwin KL, Moorman AC, O’Sullivan MJ, et al. Influenza di infezione da virus dell’immunodeficienza umana sulla malattia infiammatoria pelvica. Obstet Gynecol 2000; 95: 525-34.
  267. Breve VL, Totten PA, Ness RB, et al. La presentazione clinica di Mycoplasma genitalium infezione contro Neisseria gonorrhoeae infezione tra le donne con malattia infiammatoria pelvica. Clin Infect Dis 2009; 48: 41-7.
  268. Simms I, Eastick K, Mallinson H, et al. Le associazioni tra Mycoplasma genitalium. Chlamydia trachomatis. e la malattia infiammatoria pelvica. Sex Transm Infect 2003; 79: 154-6.
  269. Taylor-Robinson D, Jensen JS, Svenstrup H, et al. Difficoltà incontrate nel definire la causa microbica di malattia infiammatoria pelvica. Rivista internazionale di STD e AIDS 2012; 23: 18-24.
  270. Wiesenfeld HC, Hillier SL, Meyn L, et al. Mycoplasma genitalium – è un agente patogeno nella malattia infiammatoria pelvica acuta (PID)? STI AIDS World Congress 2013 (riunione congiunta del 20 ° e 14 ISSTDR IUSTI Meeting); 14-27 luglio, 2013; Vienna, Austria.
  271. Bjartling C, Osser S, Persson K. Mycoplasma genitalium e Chlamydia trachomatis nella malattia infiammatoria pelvica laparoscopia diagnosticata. STI AIDS World Congress 2013 (riunione congiunta del 20 ° e 14 ISSTDR IUSTI Meeting); 14-17 Luglio, 2013; Vienna, Austria.
  272. Vandepitte J, J Bukenya, Hughes P, et al. Caratteristiche cliniche associate alla Mycoplasma genitalium infezione tra le donne ad alto rischio di HIV e di altre IST in Uganda. Sex Transm Dis 2012; 39: 487-91.
  273. Oakeshott P, Kerry S, Aghaizu A, et al. Randomizzato di prova dello screening controllata per Chlamydia trachomatis per prevenire la malattia infiammatoria pelvica: il POPI (prevenzione delle infezioni pelviche) di prova. BMJ 2010; 340: c1642.
  274. Edwards RK, Ferguson RJ, Reyes L, et al. Valutare la relazione tra parto prematuro e vari microrganismi recuperati dal tratto genitale inferiore. J Matern Fetal Neonatal Med 2006; 19: 357-63.
  275. Hitti J, Garcia P, Totten P, et al. Correlati della cervicale Mycoplasma genitalium e il rischio di parto pretermine tra le donne peruviane. Sex Transm Dis 2010; 37: 81-5.
  276. Mena LA, Mroczkowski TF, Nsuami M, et al. Un confronto randomizzato di azitromicina e doxiciclina per il trattamento di Mycoplasma genitalium -uretrite positivo negli uomini. Clin Infect Dis 2009; 48: 1649-1654.
  277. Schwebke JR, Rompalo A, Taylor S, et al. Ri-valutare il trattamento di uretrite non gonococcica: sottolineando patogeni emergenti – uno studio clinico randomizzato. Clin Infect Dis 2011; 52: 163-70.
  278. Manhart LE, Gillespie CW, Lowens MS, et al. regimi di trattamento standard per uretrite non gonococcica hanno tassi di guarigione simili, ma in declino: un trial randomizzato controllato. Clin Infect Dis 2013; 56: 934-42.
  279. Bjornelius E, Anagrius C, Bojs G, et al. Il trattamento antibiotico di sintomatica Mycoplasma genitalium infezioni in Scandinavia: uno studio clinico controllato. Sex Transm Infect 2008; 84: 72-6.
  280. Jernberg E, Moghaddam A, Moi H. Azitromicina e moxifloxacina per la cura microbiologica Mycoplasma genitalium infezione: uno studio in aperto. Rivista internazionale di STD e AIDS 2008; 19: 676-9.
  281. Anagrius C, Lore B, Jensen JS. Trattamento di Mycoplasma genitalium. osservazioni da una clinica STD svedese. PLoS One 2013; 8: e61481.
  282. Totten PA, Jensen NL, Khosropour CM, et al. Azitromicina e resistenza doxiciclina profili di recenti isolati clinici di Mycoplasma genitalium. Incontro STI AIDS World Congress congiunta del 20 ° International Society of a trasmissione sessuale di ricerca sulle malattie; 14-17 Luglio, 2013; Vienna, Austria.
  283. Bradshaw CS, Chen MY, Fairley CK. persistenza di Mycoplasma genitalium dopo la terapia azitromicina. PLoS One 2008; 3: e3618.
  284. Terada M, Izumi K, Ohki E, et al. efficacies antimicrobici di diversi antibiotici contro cervicite uterina causati da Mycoplasma genitalium. J Infect Chemother 2012; 18: 313-7.
  285. Manhart LE, Khosropour CM, Gillespie CW, et al. risultati di trattamento per persistente Mycoplasma genitalium -Associated NGU: evidenza di fallimenti terapeutici moxifloxacina. Incontro STI AIDS World Congress congiunta del 20 ° International Society for Sexually Transmitted Disease Research; 14-17 luglio 2013, 2013; Vienna, Austria.
  286. Couldwell DL, Tagg KA, Jeoffreys NJ, et al. Fallimento del trattamento moxifloxacina in Mycoplasma genitalium infezioni dovute a macrolidi e resistenza ai fluorochinoloni. Rivista internazionale di STD e AIDS 2013; 24: 822-8.
  287. Tagg KA, Jeoffreys NJ, Couldwell DL, et al. mutazioni associate alla resistenza fluorochinoloni e macrolidi in Mycoplasma genitalium. J Clin Microbiol 2013; 51: 2245-9.
  288. Ross JD, Cronje HS, Paszkowski T, et al. Moxifloxacina rispetto ofloxacina più metronidazolo nella malattia infiammatoria pelvica non complicata: i risultati di uno studio multicentrico, in doppio cieco, randomizzato. Sex Transm Infect 2006; 82: 446-51.
  289. Smit C, Geskus R, Walker S, et al. Una terapia efficace ha modificato lo spettro della mortalità causa-specifica dopo sieroconversione HIV. AIDS 2006; 20: 741-9.
  290. Wada N, Jacobson LP, Cohen M, et al. aspettativa di vita causa-specifica dopo 35 anni di età per la sindrome infettate e immunodeficienza umana da immunodeficienza umana individui con sindrome negativi seguiti simultaneamente in studi di coorte a lungo termine, 1984-2008. Am J Epidemiol 2013; 177: 116-25.
  291. Engsig FN, Zangerle R, Katsarou O, et al. la mortalità a lungo termine nei soggetti HIV-positivi viralmente soppressa per 3 anni con recupero di CD4 incompleta. Clin Infect Dis 2014; 58: 1312-1321.
  292. Samji H, Cescon A, Hogg RS, et al. Colmare il divario: aumento della speranza di vita tra i trattati persone sieropositive negli Stati Uniti e in Canada. PLoS One 2013; 8: e81355.
  293. Hollingsworth TD, Anderson RM, Fraser C. trasmissione dell’HIV-1, da stadio dell’infezione. J Infect Dis 2008; 198: 687-93.
  294. Wawer MJ, grigio RH, Sewankambo NK, et al. I tassi di trasmissione dell’HIV-1 per ogni atto coitale, dalla fase di HIV-1, in Rakai, Uganda. J Infect Dis 2005; 191: 1403-9.
  295. Miller WC, Rosenberg NE, Rutstein SE, et al. Ruolo di infezione acuta da HIV e l’inizio della trasmissione sessuale dell’HIV. Curr Opin HIV AIDS 2010; 5: 277-82.
  296. Pilcher CD, Tien HC, Eron JJ, Jr. et al. infezione acuta da HIV e la trasmissione sessuale del virus HIV: breve ma efficiente. J Infect Dis 2004; 189: 1785-1792.
  297. Weintrob AC, Giner J, Menezes P, et al. la diagnosi infrequenti di infezione da virus dell’immunodeficienza umana primaria: perdere opportunità in ambiti di cura acuta. Arch Intern Med 2003; 163: 2097-100.
  298. Schacker T, Collier AC, Hughes J, et al. Le caratteristiche cliniche e epidemiologiche dell’infezione da HIV primaria. Ann Intern Med 1996; 125: 257-64.
  299. CDC. HIV / AIDS Report di sorveglianza. Atlanta, GA: US Department of Health and Human Services, Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie; 2011.
  300. CDC. I segni vitali: test HIV e diagnosi tra gli adulti-Stati Uniti, 2001-2009. MMWR Morbid Mortal Wkly Rep 2010; 59: 1550-5.
  301. CDC. Precedente test HIV tra gli adulti e gli adolescenti di nuova diagnosi con il sistema HIV Infezione nazionale HIV Sorveglianza, 18 giurisdizioni, Stati Uniti, 2006-2009. MMWR Morbid Mortal Wkly Rep 2012; 61: 441-5.
  302. CDC. Persone sottoposte al test per l’HIV-Stati Uniti, 2006. MMWR Morbid Mortal Wkly Rep 2008; 57: 845-9.
  303. Masciotra S, McDougal JS, Feldman J, et al. La valutazione di un algoritmo diagnostico alternativa HIV utilizzando esemplari provenienti da pannelli di sieroconversione e le persone con infezioni da HIV stabiliti. J Clin Virol 2011; 52 (Suppl 1): S17-22.
  304. CDC e Associazione della salute pubblica Laboratories. Test di laboratorio per la diagnosi di infezione da HIV: raccomandazioni aggiornate. Disponibile a http://stacks.cdc.gov/view/cdc/23447. Pubblicato 27 giugno, 2014.
  305. CDC. HIV-2 infezione sorveglianza degli Stati Uniti, 1987-2009. MMWR Morbid Mortal Wkly Rep 2011; 60: 985-8.
  306. Pilcher CD, Eron JJ, Jr. Vemazza PL, et al. La trasmissione sessuale durante il periodo di incubazione di infezione primaria da HIV. JAMA 2001; 286: 1713-4.
  307. Wingood GM, DiClemente RJ, Mikhail I, et al. Uno studio randomizzato controllato per ridurre il rischio di trasmissione di HIV comportamenti e le malattie a trasmissione sessuale tra le donne che vivono con l’HIV: Il Programma salice. J all’acquisi immunitario Defic Syndr 2004; 37 (Suppl 2): ​​S58-67.
  308. Richardson JL, Milam J, Stoyanoff S, et al. Utilizzando indicatori di rischio del paziente di pianificare strategie di prevenzione nella cornice cura clinica. J all’acquisi immunitario Defic Syndr 2004; 37 (Supp1): S88-94.
  309. Myers JJ, Ombra SB, Rosa CD, et al. Gli interventi erogati in ambito clinico sono efficaci nel ridurre il rischio di trasmissione di HIV tra le persone che vivono con l’HIV: i risultati dalla Salute Risorse e Servizi Administration (HRSA) s ‘Progetti speciali di importanza nazionale dell’iniziativa. AIDS Behav 2010; 14: 483-92.
  310. Marks G, Crepaz N, Senterfitt JW, et al. La meta-analisi dei comportamenti sessuali ad alto rischio nelle persone consapevoli e inconsapevoli sono infettati con l’HIV negli Stati Uniti: implicazioni per i programmi di prevenzione dell’HIV. J all’acquisi immunitario Defic Syndr 2005; 39: 446-53.
  311. CDC. Raccomandazioni per i programmi di servizi socio per l’infezione da HIV, la sifilide, la gonorrea, e infezione da Chlamydia. MMWR Raccom Rep 2008; (. No RR-9) 57.
  312. CDC. profilassi post-esposizione antiretrovirale dopo sessuali, l’iniezione di droga, o di altra esposizione non professionale per l’HIV negli Stati Uniti: le raccomandazioni del Dipartimento americano della Sanità e dei Servizi Umani. MMWR Raccom Rep 2005; (. No RR-2) 54.
  313. DiCarlo RP, Martin DH. La diagnosi clinica di malattia ulcerosa genitali negli uomini. Clin Infect Dis 1997; 25: 292-8.
  314. Fleming DT, Wasserheit JN. Dalla sinergia epidemiologica per la politica sanitaria e pratica: il contributo di altre malattie sessualmente trasmissibili alla trasmissione sessuale dell’infezione da HIV. Sex Transm Infect 1999; 75: 3-17.
  315. Lockett AE, Dance DA, Mabey DC, et al. mezzi senza siero per l’isolamento di Haemophilus ducreyi. Lancet 1991; 338: 326.
  316. Lewis DA. Chancroid: clinica manifestazioni, la diagnosi e la gestione. Sex Transm Infect 2003; 79: 68-71.
  317. Briggs GC, Freeman RK, Yaffe SJ. Farmaci in gravidanza e l’allattamento, 9 ° ed. Philadelphia, PA: Lippincott Williams & Wilkins; 2011.
  318. Bradley H, Markowitz LE, Gibson T, et al. Sieroprevalenza dei tipi di virus herpes simplex 1 e 2 – Stati Uniti, 1999-2010. J Infect Dis 2014; 209: 325-33.
  319. Ryder N, Jin F, McNulty AM, et al. Ruolo crescente di herpes simplex virus di tipo 1 nel primo episodio di herpes anogenitale nelle donne eterosessuali e uomini più giovani che hanno rapporti sessuali con gli uomini, 1992-2006. Sex Transm Infect 2009; 85: 416-9.
  320. Roberts CM, Pfister JR, Spear SJ. L’aumento percentuale di herpes simplex virus di tipo 1 come causa di infezione herpes genitale negli studenti universitari. Sex Transm Dis 2003; 30: 797-800.
  321. Bernstein DI, Bellamy AR, Hook EW, 3 °, et al. Epidemiologia, presentazione clinica, e l’anticorpo risposta ad infezione primaria con virus di tipo herpes simplex 1 e di tipo 2 nelle donne giovani. Clin Infect Dis 2013; 56: 344-51.
  322. Benedetti J, Corey L, Ashley R. Ricorrenza tassi di herpes genitale sintomatico dopo l’infezione primo episodio. Ann Intern Med 1994; 121: 847-54.
  323. Engelberg R, D Carrell, Krantz E, et al. Storia naturale della genitale herpes simplex virus di tipo 1 infezione. Sex Transm Dis 2003; 30: 174-7.
  324. Scoular A. Utilizzando la base di conoscenze su herpes genitale: ottimizzare l’utilizzo dei test diagnostici e la fornitura di informazioni. Sex Transm Infect 2002; 78: 160-5.
  325. Scoular A, Gillespie G, Carman WF. reazione a catena della polimerasi per la diagnosi di herpes genitale in una clinica di medicina genito-urinario. Sex Transm Infect 2002; 78: 21-5.
  326. Wald A, Huang ML, Carrell D, et al. Polymerase Chain Reaction per il rilevamento di virus dell’herpes simplex di DNA (HSV) su superfici mucose: confronto con isolamento HSV in coltura cellulare. J Infect Dis 2003; 188: 1345-1351.
  327. Van Der Pol B, Warren T, Taylor SN, et al. specifico tipo identificazione di infezioni da virus herpes simplex anogenitale utilizzando un test di amplificazione dell’acido nucleico disponibile in commercio. J Clin Microbiol 2012; 50: 3466-71.
  328. Caviness AC, Oelze LL, Saz UE, et al. saggio di immunofluorescenza diretta rispetto alla coltura cellulare per la diagnosi di infezioni da virus herpes simplex mucocutanei nei bambini. J Clin Virol 2010; 49: 58-60.
  329. Song B, Dwyer DE, Mindel A. HSV tipo sierologia specifica sessuali cliniche: l’uso, i benefici, e che viene testato. Sex Transm Infect 2004; 80: 113-7.
  330. Whittington WL, Celum CL, Cent A, et al. L’utilizzo di un test specifico per tipo glicoproteina G-based per individuare anticorpi al virus herpes simplex di tipo 2 tra le persone che frequentano le cliniche di malattie a trasmissione sessuale. Sex Transm Dis 2001; 28: 99-104.
  331. Zimet GD, Rosenthal SL, Fortenberry JD, et al. I fattori che predicono l’accettazione di herpes simplex virus di tipo 2 test degli anticorpi tra gli adolescenti e giovani adulti. Sex Transm Dis 2004; 31: 665-9.
  332. Turner KR, Wong EH, Kent CK, et al. Sierologico test herpes nel mondo reale: validazione di nuovi test sierologici del virus dell’herpes simplex di tipo specifico in un laboratorio di sanità pubblica. Sex Transm Dis 2002; 29: 422-5.
  333. Eing BR, Lippelt L, Lorentzen UE, et al. Valutazione delle strategie di conferma per l’individuazione di anticorpi tipo-specifici contro virus herpes simplex di tipo 2. J Clin Microbiol 2002; 40: 407-13.
  334. Oro MR, Ashley-Morrow R, Swenson P, et al. Herpes simplex virus di tipo 2 (HSV-2) Western Blot test di conferma tra gli uomini test positivo per HSV-2 utilizzando un saggio di immunoassorbimento enzimatico attenzione in una clinica malattia sessualmente trasmessa. Sex Transm Dis 2005; 32: 771-7.
  335. Morrow RA, Friedrich D, Meier A, et al. L’uso di "Biokit HSV-2 Rapid Assay" per migliorare il valore predittivo positivo di Focus HerpeSelect HSV-2 ELISA. BMC Infect Dis 2005; 5: 84.
  336. Ngo TD, Laeyendecker O, La H, et al. L’utilizzo di immunoenzimatici commerciali di ricerca di anticorpi del tipo di virus dell’herpes simplex 2 glicoproteina G in una popolazione a basso rischio a Hanoi, Vietnam. Clinica e Vaccine Immunology 2008; 15: 382-4.
  337. Morrow R, Friedrich D. prestazioni di un nuovo test per gli anticorpi IgM e IgG in soggetti con cultura documentata l’herpes genitale simplex virus-1 o -2 infezione. Clinical Microbiology and Infection 2006; 12: 463-9.
  338. Xu F, Sternberg MR, Kottiri BJ, et al. Tendenze tipo virus herpes simplex 1 e tipo 2 sieroprevalenza negli Stati Uniti. JAMA 2006; 296: 964-73.
  339. Leone PA, Trottier S, Miller JM. Valaciclovir per il trattamento episodico di herpes genitale: un ciclo di trattamento di 3 giorni più corto rispetto al trattamento di 5 giorni. Clin Infect Dis 2002; 34: 958-62.
  340. Wald A, D Carrell, Remington M, et al. regime di due giorni di aciclovir per il trattamento delle infezioni ricorrenti herpes genitale simplex virus di tipo 2. Clin Infect Dis 2002; 34: 944-8.
  341. Aoki FY, tyring S, Diaz-Mitoma F, et al. Un solo giorno, la terapia del paziente famciclovir avviato per l’herpes genitale ricorrente: una, in doppio cieco, randomizzato, controllato con placebo. Clin Infect Dis 2006; 42: 8-13.
  342. Chosidow O, Drouault Y, Leconte-Veyriac F, et al. Famciclovir vs. aciclovir in immunocompetenti pazienti con infezioni da herpes genitale ricorrente: un parallelo-gruppi, randomizzato, in doppio cieco sperimentazione clinica. Br J Dermatol 2001; 144: 818-24.
  343. Bodsworth NJ, Crooks RJ, Borelli S, et al. Gruppo internazionale di Valaciclovir HSV Study. Valaciclovir contro aciclovir in regime di ricovero iniziato di herpes genitale ricorrente: uno studio randomizzato, in doppio cieco sperimentazione clinica. Genitourin Med 1997; 73: 110-6.
  344. Fife KH, Barbarash RA, Rudolph T, et al. Il Valaciclovir Internazionale Herpes Simplex Virus Study Group. Valaciclovir contro aciclovir nel trattamento del primo episodio di infezione herpes genitale: risultati di uno internazionale, multicentrico, in doppio cieco, randomizzato sperimentazione clinica. Sex Transm Dis 1997; 24: 481-6.
  345. Diaz-Mitoma F, Sibbald RG, Shafran SD, et al. Research Group Herpes genitale Collaborative Famciclovir. famciclovir orale per la soppressione di herpes genitale ricorrente: uno studio randomizzato controllato. JAMA 1998; 280: 887-92.
  346. Mertz GJ, Loveless MO, Levin MJ, et al. Research Group Herpes genitale Collaborative Famciclovir. famciclovir orale per la soppressione delle recidive genitale herpes simplex infezione del virus nelle donne: uno studio multicentrico, in doppio cieco, controllato con placebo. Arch Intern Med 1997; 157: 343-9.
  347. Reitano M, S tyring, Lang W, et al. Gruppo internazionale di Valaciclovir HSV Study. Valaciclovir per la soppressione di infezione da virus herpes simplex genitale ricorrente: uno studio di dose-finding serie su larga scala. J Infect Dis 1998; 178: 603-10.
  348. Romanowski B, Marina RB, Roberts JN, et al. la preferenza dei pazienti di valaciclovir una volta al giorno la terapia soppressiva versus terapia episodica due volte al giorno per l’herpes genitale ricorrente: uno studio randomizzato. Sex Transm Dis 2003; 30: 226-31.
  349. Corey L, Wald A, Patel R, et al. valaciclovir una volta al giorno per ridurre il rischio di trasmissione di herpes genitale. N Engl J Med 2004; 350: 11-20.
  350. Goldberg LH, Kaufman R, Kurtz AD, et al. Gruppo di studio Aciclovir. soppressione a lungo termine di herpes genitale ricorrente con aciclovir: un punto di riferimento di 5 anni. Arch Dermatol 1993; 129: 582-7.
  351. Fife KH, Crumpacker CS, Mertz GJ, et al. Gruppo di studio Aciclovir. Ricorrenza e resistenza modelli di virus herpes simplex dopo la sospensione del ≥ 6 anni di soppressione cronica con aciclovir. J Infect Dis 1994; 169: 1338-1341.
  352. Bartlett BL, tyring SK, Fife K, et al. le opzioni di trattamento per i pazienti con Famciclovir frequenti focolai di herpes genitale ricorrente: il processo sollievo. J Clin Virol 2008; 43: 190-5.
  353. Wald A, Selke S, Warren T, et al. efficacia comparativa di famciclovir e valaciclovir per la soppressione di herpes genitale ricorrente e spargimento virale. Sex Transm Dis 2006; 33: 529-33.
  354. Gilbert LK, Wyand F. Herpes genitale formazione e la consulenza: la prova di un una pagina ‘FAQ’ intervento. Herpes 2009; 15: 51-6.
  355. Rosenthal SL, Zimet GD, Leichliter JS, et al. L’impatto psicologico della diagnosi sierologica di herpes simplex virus di tipo asintomatica 2 infezione. Sex Transm Infect 2006; 82: 154-8.
  356. Miyai T, Turner KR, Kent CK, et al. L’impatto psico-sociale degli individui test senza storia di herpes genitale per il tipo di virus herpes simplex 2. Sesso Trasm Dis 2004; 31: 517-21.
  357. Ross K, Johnston C, Wald A. Herpes simplex virus di tipo 2 test sierologici e danno psicosociale: una revisione sistematica. Sex Transm Infect 2011; 87: 594-600.
  358. Wald A, Langenberg AGM, Krantz E, et al. La relazione tra l’uso del preservativo e l’acquisizione virus herpes simplex. Ann Intern Med 2005; 143: 707-13.
  359. Wald A, Langenberg AG, collegamento K, et al. Effetto del preservativo per ridurre la trasmissione del virus herpes simplex di tipo 2 dagli uomini alle donne. JAMA 2001; 285: 3100-6.
  360. Henry RE, Wegmann JA, Hartle JE, et al. Il successo desensibilizzazione aciclovir orale. Ann Allergy 1993; 70: 386-8.
  361. Posavad CM, Wald A, Kuntz S, et al. riattivazione frequente di herpes simplex virus tra i pazienti HIV-1-infetti trattati con terapia antiretrovirale altamente attiva. J Infect Dis 2004; 190: 693-6.
  362. Tobian AA, Grabowski MK, Serwadda D, et al. La riattivazione del virus herpes simplex di tipo 2 dopo l’inizio della terapia antiretrovirale. J Infect Dis 2013; 208: 839-46.
  363. Conant MA, Schacker TW, Murphy RL, et al. Valaciclovir contro aciclovir per herpes simplex infezione da virus in individui affetti da HIV: due studi randomizzati. Rivista internazionale di STD e AIDS 2002; 13: 12-21.
  364. Romanowski B, Aoki FY, Martel AY, et al. Gruppo di studio Collaborative Famciclovir HIV. L’efficacia e la sicurezza di famciclovir per il trattamento di herpes simplex mucocutanee infezioni in individui affetti da HIV. AIDS 2000; 14: 1211-7.
  365. DeJesus E, Wald A, Warren T, et al. Valaciclovir per la soppressione di herpes genitale ricorrente in soggetti infettati da virus da immunodeficienza umana. J Infect Dis 2003; 188: 1009-1016.
  366. Mujugira A, Magaret AS, Celum C, et al. aciclovir quotidiano per diminuire tipo virus herpes simplex 2 (HSV-2) trasmissione da HSV-2 / HIV-1 persone coinfezione: uno studio randomizzato controllato. J Infect Dis 2013; 208: 1366-1374.
  367. Reyes M, Shaik NS, Graber JM, et al. herpes genitale aciclovir-resistenti tra le persone che frequentano le malattie a trasmissione sessuale e cliniche virus dell’immunodeficienza umana. Arch Intern Med 2003; 163: 76-80.
  368. Safrin S, Crumpacker C, Chatis P, et al. L’AIDS Clinical Trials Group. Uno studio controllato a confronto con foscarnet vidarabina per acyclovir resistente mucocutaneo herpes simplex nella sindrome da immunodeficienza acquisita. N Engl J Med 1991; 325: 551-5.
  369. Levin MJ, pancetta TH, Leary JJ. La resistenza delle infezioni da herpes simplex virus di analoghi nucleosidici a pazienti affetti da HIV. Clin Infect Dis 2004; 39 (Suppl 5): S248-57.
  370. Perkins N, Nisbet M, Thomas M. Il trattamento topico Imiquimod della malattia herpes simplex aciclovir-resistente: serie di casi e revisione della letteratura. Sex Transm Infect 2011; 87: 292-5.
  371. McElhiney LF. cidofovir topico per il trattamento delle infezioni virali resistenti. Int J Pharm Compd 2006; 10: 324-8.
  372. Erard V, Wald A, Corey L, et al. L’utilizzo di soppressiva acyclovir a lungo termine dopo il trapianto di cellule staminali ematopoietiche: impatto sul virus dell’herpes simplex malattia (HSV) e la malattia HSV resistente ai farmaci. J Infect Dis 2007; 196: 266-70.
  373. Brown ZA, Selke S, Zeh J, et al. L’acquisizione di herpes simplex virus durante la gravidanza. N Engl J Med 1997; 337: 509-15.
  374. Pinninti SG, Kimberlin DW. infezioni da virus herpes simplex materna e neonatale. Am J Perinatol 2013; 30: 113-9.
  375. Brown ZA, Wald A, Morrow RA, et al. Effetto dello stato sierologico e parto cesareo sulla velocità di trasmissione di herpes simplex virus da madre a figlio. JAMA 2003; 289: 203-9.
  376. Brown ZA, Benedetti J, Ashley R, et al. herpes simplex virus neonatale in relazione alla infezione materna asintomatici al tempo di lavoro. N Engl J Med 1991; 324: 1247-1252.
  377. Pietra KM, Reiff-Eldridge R, Bianco AD, et al. esiti della gravidanza a seguito di esposizione sistemica aciclovir prenatale: Conclusioni dal Registro di aciclovir gravidanza internazionale, 1984-1999. Birth Defects Res A Clin Mol Teratol 2004; 70: 201-7.
  378. Sheffield JS, Hollie LM, Hill JB, et al. la profilassi aciclovir per prevenire herpes simplex virus di recidiva al momento del parto: una revisione sistematica. Obstet Gynecol 2003; 102: 1396-403.
  379. Watts DH, Brown ZA, Denaro D, et al. Un doppio cieco, randomizzato, controllato con placebo di aciclovir in gravidanza per la riduzione del virus Herpes simplex spargimento e parto cesareo. Am J Obstet Gynecol 2003; 188: 836-43.
  380. Scott LL, Hollier LM, McIntire D, et al. soppressione aciclovir per prevenire l’herpes genitale ricorrente al momento del parto. Infect Dis Obstet Gynecol 2002; 10: 71-7.
  381. Pinninti SG, Angara R, Feja KN, et al. malattia herpes neonatale seguente materna terapia soppressiva antivirale prenatale: una serie di casi studio multicentrico. J Pediatr 2012; 161: 134-8.
  382. Kimberlin DW, Baley J, commissione per malattie infettive, et al. Guida alla gestione dei neonati asintomatici nati da donne con lesioni da herpes genitale attiva. Pediatrics 2013; 131: 383-6.
  383. O’Farrell N. Donovanosis. Sex Transm Infect 2002; 78: 452-7.
  384. Bowden FJ, Donovanosis eradicazione Comitato consultivo nazionale. Donovanosis in Australia: andare, andare. Sex Transm Infect 2005; 81: 365-6.
  385. Velho PE, Souza EM, Belda Junior W. Donovanosis. Il brasiliano Journal of Infectious Diseases 2008; 12: 521-5.
  386. Mabey D, Peeling RW. Linfogranuloma venereo. Sex Transm Infect 2002; 78: 90-2.
  387. Bianco JA. Manifestazioni e gestione di linfogranuloma venereo. Curr Opin Infect Dis 2009; 22: 57-66.
  388. Ward H, Martino I, Macdonald N, et al. Linfogranuloma venereo nel Regno Unito. Clin Infect Dis 2007; 44: 26-32.
  389. Martin-Iguacel R, Llibre JM, Nielsen H, et al. Linfogranuloma venereo proctocolitis: una malattia endemica in silenzio di uomini che hanno rapporti sessuali con gli uomini nei paesi industrializzati. Eur J Clin Infect Dis Microbiol 2010; 29: 917-25.
  390. Pallawela SN, Sullivan AK, Macdonald N, et al. predittori clinici di infezione linfogranuloma venereo retto: risultati di uno studio caso-controllo multicentrico nel brevetto britannico Sex Transm Infect 2014; 90: 269-74.
  391. de Vrieze NH, HJ de Vries. venereo linfogranuloma tra gli uomini che hanno rapporti sessuali con gli uomini. Una revisione epidemiologica e clinica. Expert Rev Anti Infect Ther 2014; 12: 697-704.
  392. Capodistria NE, van der Sande MA, Gotz HM, et al. Linfogranuloma venereo tra gli uomini che hanno rapporti sessuali con gli uomini nei Paesi Bassi: le differenze regionali in termini di test portano a sottovalutare l’incidenza, 2006-2012. Euro Surveill 2013; 18: 20561.
  393. Haar K, Dudareva-Vizule S, Wisplinghoff H, et al. Linfogranuloma venereo negli uomini a screening per l’infezione della faringe e del retto, Germania. Emerg Infect Dis 2013; 19: 488-92.
  394. Papp JR, ​​Schachter J, Gaydos C, et al. Raccomandazioni per la rilevazione di laboratorio a base di Chlamydia trachomatis e Neisseria gonorrhoeae – 2014. MMWR Raccom Rep 2014; 63 (. No RR-02).
  395. CDC, Associazione della salute pubblica Laboratories. test diagnostici di laboratorio per Treponema pallidum. Relazione di sintesi consultazione di esperti Meeting, 13-15 gennaio 2009, Atlanta, GA. Disponibile a http://www.aphl.org/programs/infectious_disease/std/Documents/ID_2009Jan_Laboratory-Guidelines-Treponema-pallidum-Meeting-Report.pdf. Del 2009.
  396. Nandwani R, Evans DT. Sei sicuro che sia la sifilide? Una revisione di falso sierologia positiva. Rivista internazionale di STD e AIDS 1995; 6: 241-8.
  397. Romanowski B, Sutherland R, Fick GH, et al. risposta sierologica al trattamento della sifilide infettiva. Ann Intern Med 1991; 114: 1005-9.
  398. CDC. algoritmi di test Sifilide utilizzando test treponemici per lo screening iniziale – quattro laboratori, New York, 2005-2006. MMWR Morbid Mortal Wkly Rep 2008; 57: 872-5.
  399. CDC. risultati discordanti dello screening sifilide ordine inverso – cinque laboratori, Stati Uniti, 2006-2010. MMWR Morbid Mortal Wkly Rep 2011; 60: 133-7.
  400. Parco UI, Chow JM, Bolan G, et al. Lo screening per la sifilide con il saggio immunologico treponemico: analisi dei risultati sierologia discordanti e le implicazioni per la gestione clinica. J Infect Dis 2011; 204: 1297-304.
  401. Wong EH, Klausner JD, Caguin-Grygiel G, et al. La valutazione di un enzima sensibile immunoenzimatico IgM / IgG e l’utilità dei valori indice per la proiezione di sifilide in una popolazione ad alto rischio. Sex Transm Dis 2011; 38: 528-32.
  402. Lukehart SA, Hook EW, III, Baker-Zander SA, et al. Invasione del sistema nervoso centrale Treponema pallidum. implicazioni per la diagnosi e il trattamento. Ann Intern Med 1988; 109: 855-62.
  403. Jaffe HW, Larsen SA, Peters M, et al. I test per l’anticorpo treponemico nel CSF. Arch Intern Med 1978; 138: 252-5.
  404. Marra CM, Maxwell CL, Smith SL, et al. anomalie liquido cerebrospinale nei pazienti con la sifilide: associazione con caratteristiche cliniche e di laboratorio. J Infect Dis 2004; 189: 369-76.
  405. CDC. uso involontario di Bicillin® C-R per trattare la sifilide infezione-Los Angeles, California, 1999-2004. MMWR Morbid Mortal Wkly Rep 2005; 54: 217-9.
  406. Rolfs RT, Joesoef MR, Hendershot EF, et al. Le sifilide e HIV gruppo di studio. Uno studio randomizzato di terapia migliorato per la sifilide precoce nei pazienti con e senza infezione da virus dell’immunodeficienza umana. N Engl J Med 1997; 337: 307-14.
  407. Taiwan HIV e sifilide gruppo di studio. Confronto di efficacia di 1 dose rispetto a 3 dosi di benzatina penicillina nel trattamento della sifilide precoce nei pazienti con infezione da HIV: multicentrico, prospettico studio osservazionale in Taiwan [Abstract # S-119]. Presentato al: 20 ° Conferenza sui Retrovirus e le infezioni opportunistiche (CROI 2013); Marzo 3-6, 2013; Atlanta, GA.
  408. Ghanem KG, Erbelding EJ, Wiener ZS, et al. risposta sierologica al trattamento della sifilide in pazienti HIV-positivi e HIV-negativi che frequentano le malattie sessualmente trasmissibili cliniche. Sex Transm Infect 2007; 83: 97-101.
  409. Sena AC, Wolff M, Martin DH, et al. Predittori di cura sierologica e Serofast Stato dopo il trattamento nei soggetti HIV-negativi con i primi sifilide. Clin Infect Dis 2011; 53: 1092-9.
  410. Sena AC, Wolff M, Behets F, et al. La risposta alla terapia in seguito ritrattamento di serofast sifihilide iniziale pazienti con benzatina penicillina. Clin Infect Dis 2013; 56: 420-2.
  411. Ghanem KG, Erbelding EJ, Cheng WW, et al. Doxiciclina rispetto benzatina penicillina per il trattamento della sifilide precoce. Clin Infect Dis 2006; 42: e45-E9.
  412. Wong T, Singh AE, De P. sifilide primaria: la risposta al trattamento sierologica alla doxiciclina / tetraciclina contro benzatina penicillina. Am J Med 2008; 121: 903-8.
  413. Hook EW, 3 °, Roddy RE, Handsfield HH. La terapia Ceftriaxone per l’incubazione e la sifilide precoce. J Infect Dis 1988; 158: 881-4.
  414. Riedner G, M Rusizoka, Todd J, et al. Monodose azitromicina rispetto benzatina penicillina G per il trattamento della sifilide precoce. N Engl J Med 2005; 353: 1236-1244.
  415. Hook EW, 3 °, Martin DH, Stephens J, et al. Uno studio randomizzato, studio pilota comparativo di azitromicina rispetto benzatina penicillina G per il trattamento della sifilide precoce. Sex Transm Dis 2002; 29: 486-90.
  416. Hook EW, 3 °, Behets F, Van Damme K, et al. Uno studio di fase III di equivalenza di azitromicina rispetto benzatina penicillina per il trattamento della sifilide precoce. J Infect Dis 2010; 201: 1729-1735.
  417. Lukehart SA, Godornes C, Molini BJ, et al. resistenza ai macrolidi in Treponema pallidum negli Stati Uniti e in Irlanda. N Engl J Med 2004; 351: 154-8.
  418. Mitchell SJ, Engelman J, Kent CK, et al. Azitromicina resistente infezione da sifilide: San Francisco, California, 2000-2004. Clin Infect Dis 2006; 42: 337-45.
  419. A2058G Prevalenza gruppo di lavoro. Prevalenza del punto A2058G mutazione 23S rRNA e molecolari sottotipi in Treponema pallidum negli Stati Uniti, dal 2007 al 2009. Sex Transm Dis 2012; 39: 794-8.
  420. Collart P, Poitevin M, Milovanovic A, et al. studio cinetico di concentrazioni sieriche di penicillina dopo singole dosi di benzatina e benethamine penicilline nelle persone giovani e meno giovani. Br J Vener Dis 1980; 56: 355-62.
  421. Hagdrup HK, Lange Wantzin G, Secher L, et al. Le concentrazioni di penicillina nel siero seguenti iniezioni settimanali di benzatina penicillina G. chemioterapia 1986; 32: 99-101.
  422. Frentz G, Nielsen PB, Espersen F, et al. Le concentrazioni di penicillina nel sangue e liquido spinale dopo una singola iniezione intramuscolare di penicillina G benzatina. Eur J Clin Microbiol 1984; 3: 147-9.
  423. Nathan L, Bawdon RE, Sidawi JE, et al. i livelli di penicillina in seguito alla somministrazione di benzatina penicillina G in gravidanza. Obstet Gynecol 1993; 82: 338-42.
  424. Marra CM, Maxwell CL, Tantalo L, et al. La normalizzazione delle alterazioni del liquido cerebrospinale dopo la terapia neurosyphilis: non importa lo stato di HIV? Clin Infect Dis 2004; 38: 1001-6.
  425. Marra CM, Maxwell CL, Tantalo LC, et al. La normalizzazione del siero rapido titolo reagin plasma prevede la normalizzazione delle alterazioni dei fluidi e clinici cerebrospinale dopo il trattamento di neurosifilide. Clin Infect Dis 2008; 47: 893-9.
  426. Hook EW, 3 °, Baker-Zander SA, Moskovitz BL, et al. La terapia Ceftriaxone per neurosifilide asintomatica: caso clinico e analisi Western Blot di siero e risposta IgG nel liquido cerebrospinale alla terapia. Sex Transm Dis 1986; 133 (3 Suppl): 185-8.
  427. Shann S, Wilson J. Trattamento di neurosifilide con ceftriaxone. Sex Transm Infect 2003; 79: 415-6.
  428. Ahmed KA, Fox SJ, Frigas E, et al. I risultati clinici nell’uso di cefalosporine in pazienti pediatrici con una storia di allergia penicillina. Internazionale Arch Allergy Immunol 2012; 158: 405-10.
  429. Parco MA, Koch CA, Klemawesch P, et al. Aumento delle reazioni avverse alle cefalosporine di penicillina pazienti allergici con test cutaneo alla penicillina positivo. Internazionale Arch Allergy Immunol 2010; 153: 268-73.
  430. Novalbos A, Sastre J, Cuesta J, et al. La mancanza di allergica cross-reattività alle cefalosporine tra i pazienti allergici alle penicilline. Clin Exp Allergy 2001; 31: 438-43.
  431. Pichichero ME, Casey JR. Uso sicuro di cefalosporine selezionati nei pazienti allergici alla penicillina: una meta-analisi. Otolaryngol testa collo Surg 2007; 136: 340-7.
  432. Kingston AA, Vujevich J, Shapiro M, et al. sifilide secondaria sieronegativi in ​​2 pazienti co-infetti con il virus dell’immunodeficienza umana. Arch Dermatol 2005; 141: 431-3.
  433. CDC. Sintomatica neurosifilide precoce tra gli uomini HIV-positivi che hanno rapporti sessuali con altri uomini – quattro città, Stati Uniti, gennaio 2002-giugno 2004. MMWR Morb Mortal Wkly Rep 2007; 56: 625-8.
  434. Ghanem KG, Moore RD, Rompalo AM, et al. Neurosyphilis in una coorte clinica di pazienti HIV-1-infetti. AIDS 2008; 22: 1145-1151.
  435. Ghanem KG, Moore RD, Rompalo AM, et al. La terapia antiretrovirale è associata a una riduzione dei tassi di guasto sierologici per la sifilide tra i pazienti con infezione da HIV. Clin Infect Dis 2008; 47: 258-65.
  436. Libois A, De Wit S, Poll B, et al. HIV e la sifilide: quando eseguire una puntura lombare. Sex Transm Dis 2007; 34: 141-4.
  437. Ghanem KG. La sensibilità e la specificità della puntura lombare in pazienti affetti da HIV con la sifilide e senza sintomi neurologici risposta. Clin Infect Dis 2009; 49: 162-3.
  438. Marra CM, Boutin P, McArthur JC, et al. Uno studio pilota di valutazione ceftriaxone e penicillina G come agenti di trattamento per neurosyphilis in individui infettati da virus da immunodeficienza umana. Clin Infect Dis 2000; 30: 540-4.
  439. Dowell ME, Ross PG, Musher DM, et al. Risposta della sifilide latente o neurosyphilis alla terapia ceftriaxone nelle persone con infezione da virus dell’immunodeficienza umana. Am J Med 1992; 93: 481-8.
  440. Smith NH, Musher DM, Huang DB, et al. Risposta dei pazienti affetti da HIV con sifilide asintomatici alla terapia intensiva per via intramuscolare con ceftriaxone o procaina penicillina. Int J STD AIDS 2004; 15: 328-32.
  441. Hollier LM, Hill J, Sheffield JS, et al. leggi dello Stato in materia di screening prenatale sifilide negli Stati Uniti. Am J Obstet Gynecol 2003; 189: 1178-1183.
  442. Newman L, M Kamb, Hawkes S, et al. Le stime globali di sifilide in gravidanza e gli esiti avversi associati: l’analisi dei dati di sorveglianza multinazionali prenatale. PLoS Med 2013; 10: e1001396.
  443. Alexander JM, Sheffield JS, Sanchez PJ, et al. L’efficacia del trattamento per la sifilide in gravidanza. Obstet Gynecol 1999; 93: 5-8.
  444. Walker GJ. Antibiotici per la sifilide diagnosticate durante la gravidanza. Cochrane Database Syst Rev 2001: CD001143.
  445. Wendel GD, Jr. Sheffield JS, Hollier LM, et al. Il trattamento della sifilide in gravidanza e la prevenzione della sifilide congenita. Clin Infect Dis 2002; 35 (Suppl 2): ​​S200-9.
  446. Zhu L, Qin M, Du L, et al. Materna e sifilide congenita a Shanghai, in Cina, dal 2002 al 2006. Int J Infect Dis 2010; 14 (Suppl 3): e45-8.
  447. Hawkes S, Matin N, Broutet N, et al. Efficacia degli interventi per migliorare lo screening per la sifilide in gravidanza: una revisione sistematica ed una meta-analisi. Lancet Infect Dis 2011; 11: 684-91.
  448. Hollier LM, Harstad TW, Sanchez PJ, et al. la sifilide fetale: caratteristiche cliniche e di laboratorio. Obstet Gynecol 2001; 97: 947-53.
  449. Klein VR, Cox SM, Mitchell MD, et al. La reazione Jarisch-Herxheimer complicare syphilotherapy in gravidanza. Obstet Gynecol 1990; 75 (3 Pt 1): 375-80.
  450. Kruger C, la sifilide Malleyeck I. congenite: ancora una seria minaccia per i bambini nei paesi poveri di risorse sotto-diagnosticata. World Journal of Pediatrics 2010; 6: 125-31.
  451. Macy E, Poon KYT. Auto-riferito antibiotico incidenza e la prevalenza di allergia: l’età e gli effetti sessuali. Am J Med 2009; 122: 778 (e1-7).
  452. Albin S, Agarwal S. prevalenza e le caratteristiche di allergia alla penicillina riportato in una popolazione ambulatoriale adulta urbana. Allergia Asma Proc 2014; 35: 489-94.
  453. Gadde J, Spence M, Wheeler B, et al. L’esperienza clinica con test cutanei penicillina in una grande interno-città STD clinica. JAMA 1993; 270: 2456-63.
  454. Lee CE, Zembower TR, Fotis MA, et al. L’incidenza di allergie antimicrobici nei pazienti ospedalizzati: implicazioni per quanto riguarda modelli di prescrizione ed emergenti resistenza batterica. Arch Intern Med 2000; 160: 2819-22.
  455. Hsu MH, Yen JC, Chiu WT, et al. Utilizzando la salute smart card per controllare la droga storia di allergia: la prospettiva da esperienze di Taiwan. J Med Syst 2011; 35: 555-8.
  456. Jares EJ, Sanchez-Borges M, Cardona-Villa R, et al. esperienza multinazionale con reazioni di ipersensibilità di droga in America Latina. Ann Allergy Asthma Immunol 2014; 113: 282-9.
  457. del Real GA, ME Rose, Ramirez-Atamoros MT, et al. La penicillina test cutanei in pazienti con una storia di allergia beta-lattamici. Ann Allergy Asthma Immunol 2007; 98: 355-9.
  458. Wong BB, Keith PK, Waserman S. La storia clinica come predittore di esito test cutaneo penicillina. Annals asma Allergy Immunol 2006; 97: 169-74.
  459. Sogn DD, Evans R, 3 °, Pastore GM, et al. Risultati del National Institute of Allergy e Malattie infettive collaborativo sperimentazione clinica per testare il valore predittivo dei test cutanei con maggiori e minori derivati ​​della penicillina negli adulti ospedalizzati. Arch Intern Med 1992; 152: 1025-1032.
  460. Macy E, Ngor EW. Sicura diagnosi clinicamente significativo allergia alla penicillina utilizzando solo penicilloyl-poli-lisina, la penicillina, amoxicillina e orale. J Allergy Clin Immunol Pract 2013; 1: 258-63.
  461. Forrest DM, Schellenberg RR, Thien VV, et al. Introduzione di una linea guida pratica per i test cutanei penicillina migliora l’adeguatezza della terapia antibiotica. Clin Infect Dis 2001; 32: 1685-1690.
  462. Parco M, Markus P, Matesic D, et al. La sicurezza e l’efficacia di una clinica di allergia preoperatoria nel ridurre vancomicina uso nei pazienti con una storia di allergia alla penicillina. Ann Allergy Asthma Immunol 2006; 97: 681-7.
  463. Raja AS, Lindsell CJ, Bernstein JA, et al. L’uso di test cutanei penicillina per valutare la prevalenza di allergia alla penicillina in un ambiente pronto soccorso. Annali Emerg Med 2009; 54: 72-7.
  464. Romano A, Gaeta F, Valluzzi RL, et al. IgE-mediata ipersensibilità alle cefalosporine: cross-reattività e la tollerabilità di penicilline, monobattamici, e carbapenemi. J Allergy Clin Immunol 2010; 126: 994-9.
  465. Blanca M, Perez E, Garcia J, et al. L’anafilassi di amoxicillina ma buona tolleranza per benzilpenicillina: in vivo e in vitro di anticorpi IgE specifici. Allergy 1988; 43: 508-10.
  466. Vega JM, Blanca M, Garcia JJ, et al. reazioni allergiche immediate alla amoxicillina. Allergy 1994; 49: 317-22.
  467. Wendel GD, Jr. Stark BJ, Jamison RB, et al. allergia alla penicillina e desensibilizzazione nelle infezioni gravi durante la gravidanza. N Engl J Med 1985; 312: 1229-1232.
  468. Borish L, Tamir R, Rosenwasser LJ. desensibilizzazione per via endovenosa di antibiotici beta-lattamici. J Allergy Clin Immunol 1987; 80 (3 Pt 1): 314-9.
  469. Legere HJ, 3 °, Palis RI, Rodriguez Bouza T, et al. Un protocollo sicuro per una rapida desensibilizzazione nei pazienti con fibrosi cistica e ipersensibilità agli antibiotici. Journal of Fibrosi Cistica 2009; 8: 418-24.
  470. Manhart LE, Holmes KK, Hughes JP, et al. Mycoplasma genitalium tra i giovani adulti negli Stati Uniti: un emergente infezioni a trasmissione sessuale. Am J Public Health 2007; 97: 1118-1125.
  471. Ross JDC, Jensen JS. Mycoplasma genitalium come una infezione a trasmissione sessuale: implicazioni per lo screening, test, e il trattamento. Sex Transm Infect 2006; 82: 269-71.
  472. Taylor-Robinson D, Gilroy CB, Thomas BJ, et al. Mycoplasma genitalium in uretrite cronica non-gonococcica. Rivista internazionale di STD e AIDS 2004; 15: 21-5.
  473. Dupin N, Bijaoui G, Schwarzinger M, et al. Individuazione e la quantificazione di Mycoplasma genitalium nei pazienti maschi con uretrite. Clin Infect Dis 2003; 37: 602-5.
  474. Krieger JN, Riley DE, Roberts MC, et al. sequenze di DNA procarioti in pazienti con prostatite cronica idiopatica. J Clin Microbiol 1996; 34: 3120-8.
  475. Nye MB, Schwebke JR, Corpo BA. Confronto di APTIMA Trichomonas vaginalis amplificazione mediata dalla trascrizione per bagnare montare la microscopia, la cultura, e la reazione a catena della polimerasi per la diagnosi di tricomoniasi in uomini e donne. Am J Obstet Gynecol 2009; 200: e181-7.
  476. Bradshaw CS, Tabrizi SN, Read TR, et al. Eziologie di uretrite non gonococcica: batteri, virus, e l’associazione con l’esposizione orogenitali. J Infect Dis 2006; 193: 336-45.
  477. Reitmeijer CA, Mettenbrink CJ. Ricalibrare la diagnosi colorazione di Gram di uretrite maschile nell’era della nucleico test di amplificazione degli acidi. Sex Transm Dis 2012; 39: 18-20.
  478. Taylor SN, DiCarlo RP, Martin DH. Confronto di metilene macchia blu / violetto di genziana per colorazione di Gram per la diagnosi rapida di uretrite gonococcica negli uomini. Sex Transm Dis 2011; 38: 995-6.
  479. Geisler WM, Yu SY, Hook EW, 3 °. Clamidia e l’infezione gonococcica in uomini senza leucociti polimorfonucleati sulla colorazione di Gram: implicazioni per approccio diagnostico e la gestione. Sex Transm Dis 2005; 32: 630-4.
  480. Hosenfeld CB, Workowski KA, Berman S, et al. Ripetere l’infezione da clamidia e gonorrea tra le femmine: una revisione sistematica della letteratura. Sex Transm Dis 2009; 36: 478-89.
  481. Fung M, Scott KC, Kent CK, et al. Clamidia e la reinfezione da gonococco tra gli uomini: una revisione sistematica di dati per valutare la necessità di ripetere il test. Sex Transm Infect 2007; 83: 304-9.
  482. Lusk MJ, Konecny ​​P. Cervicitis: una revisione. Curr Opin Infect Dis 2008; 21: 49-55.
  483. Marrazzo JM, Martin DH. Gestione delle donne con cervicite. Clin Infect Dis 2007; 44 (Suppl 3): S102-10.
  484. Taylor SN, Lensing S, Schwebke J, et al. Prevalenza e trattamento esito della cervicite ad eziologia sconosciuta. Sex Transm Dis 2013; 40: 379-85.
  485. Marrazzo JM, Wiesenfeld HC, Murray PJ, et al. Fattori di rischio per la cervicite tra le donne con vaginosi batterica. J Infect Dis 2006; 193: 617-24.
  486. Moi H, Reinton N, Moghaddam A. Mycoplasma genitalium nelle donne con minore infiammazione del tratto genitale. Sex Transm Infect 2009; 85: 10-4.
  487. Bjartling C, Osser S, Persson K. Mycoplasma genitalium in cervicite e la malattia infiammatoria pelvica tra le donne in un servizio ambulatoriale ginecologica. Am J Obstet Gynecol 2012; 206: e471-8.
  488. Geisler WM, Yu S, Venglarik M, et al. leucociti vaginale conta nelle donne con vaginosi batterica: relazione a infezioni vaginali e cervicali. Sex Transm Infect 2004; 80: 401-5.
  489. Steinhandler L, Peipert JF, Heber W, et al. Combinazione di vaginosi batterica e leucorrea come predittore di clamidia cervicale o infezione gonococcica. Obstet Gynecol 2002; 99: 603-7.
  490. Manhart LE. è giunto il momento di testare sistematicamente Mycoplasma genitalium. Sex Transm Dis 2009; 36: 607-8.
  491. Manhart LE, Broad JM, Golden MR. Mycoplasma genitalium. dovremmo trattare e come? Clin Infect Dis 2011; 53 (Suppl 3): S129-42.
  492. Coleman JS, Hitti J, Bukusi EA, et al. correlati infettive di HIV-1 spargimento nelle vie genitali femminili superiori e inferiori. AIDS 2007; 21: 755-9.
  493. Johnson LR, Starkey CR, Palmer J, et al. Un confronto di due metodi per determinare la presenza di HPV infezioni cervicali ad alto rischio. Am J Clin Pathol 2008; 130: 401-8.
  494. McClelland RS, Wang CC, Mandaliya K, et al. Trattamento di cervicite è associata ad una diminuzione spargimento cervicale di HIV-1. AIDS 2001; 15: 105-10.
  495. Gatski M, Martin DH, Theall K, et al. Mycoplasma genitalium infezione tra HIV-positivi donne: prevalenza, fattori di rischio e di associazione con spargimento vaginale. Rivista internazionale di STD e AIDS 2011; 22: 155-9.
  496. Gitau RW, Graham SM, Masese LN, et al. Effetto di acquisizione e trattamento delle infezioni cervicali su HIV-1 spargimento nelle donne in terapia antiretrovirale. AIDS 2010; 24: 2733-7.
  497. Scholes D, Stergachis A, Heidrich FE, et al. Prevenzione della malattia infiammatoria pelvica per lo screening per l’infezione da clamidia del collo dell’utero. N Engl J Med 1996; 334: 1362-6.
  498. Kamwendo F, Forslin L, Bodin L, et al. Diminuendo incidenza di malattia infiammatoria pelvica acuta gonorrhea- e clamidia-associato: uno studio di 25 anni da una zona urbana di Svezia centrale. Sex Transm Dis 1996; 23: 384-91.
  499. Regalo TL, Blake DR, Gaydos CA, et al. Il rapporto costo-efficacia dello screening per uomini Chlamydia trachomatis. una revisione della letteratura. Sex Transm Dis 2008; 35 (Supp1): S51-60.
  500. Regalo TL, Gaydos CA, Kent CK, et al. Il costo del programma e costo-efficacia di uomini di screening per clamidia per prevenire la malattia infiammatoria pelvica nelle donne. Sex Transm Dis 2008; 35 (Supp1): S66-75.
  501. Masek BJ, Arora N, N Quinn, et al. Prestazioni di tre nucleico test di amplificazione degli acidi per il rilevamento di Chlamydia trachomatis e Neisseria gonorrhoeae mediante l’uso di tamponi vaginali auto-raccolti ottenuti tramite un programma di screening basato su Internet. J Clin Microbiol 2009; 47: 1663-7.
  502. Knox J, Tabrizi SN, Miller P, et al. La valutazione dei campioni auto-raccolti in contrasto con campioni professionista raccolti per il rilevamento di Chlamydia trachomatis. Neisseria gonorrhoeae. e Trichomonas vaginalis per reazione a catena della polimerasi tra le donne che vivono in zone remote. Sex Transm Dis 2002; 29: 647-54.
  503. Schachter J, Chernesky MA, Willis DE, et al. tamponi vaginali sono gli esemplari di scelta quando lo screening per Chlamydia trachomatis e Neisseria gonorrhoeae : I risultati di una valutazione multicentrica dei dosaggi APTIMA per entrambe le infezioni. Sex Transm Dis 2005; 32: 725-8.
  504. Doshi JS, Potenza J, Allen E. accettabilità dello screening clamidia utilizzando tamponi vaginali auto-presa. Rivista internazionale di STD e AIDS 2008; 19: 507-9.
  505. Schachter J, J Moncada, Liska S, et al. Nucleici test di amplificazione degli acidi nella diagnosi di Chlamydia e infezioni gonococciche di dell’orofaringe e del retto negli uomini che hanno sesso con gli uomini. Sex Transm Dis 2008; 35: 637-42.
  506. Mimiaga MJ, Mayer KH, Reisner SL, et al. gonorrea e clamidia le infezioni asintomatiche rilevati dal nucleico test di amplificazione degli acidi tra gli uomini di Boston che hanno rapporti sessuali con gli uomini. Sex Transm Dis 2008; 35: 495-8.
  507. Bachmann LH, Johnson RE, Cheng H, et al. test di amplificazione degli acidi nucleici per la diagnosi di Neisseria gonorrhoeae e Chlamydia trachomatis infezioni rettali. J Clin Microbiol 2010; 48: 1827-1832.
  508. Bachmann LH, Johnson RE, Cheng H, et al. test di amplificazione degli acidi nucleici per la diagnosi di Neisseria gonorrhoeae infezioni orofaringee. J Clin Microbiol 2009; 47: 902-7.
  509. Sexton ME, Baker JJ, Nakagawa K, et al. Quanto è affidabile auto-test per la gonorrea e clamidia tra gli uomini che hanno rapporti sessuali con gli uomini? J Fam Pract 2013; 62: 70-8.
  510. van der Helm JJ, Hoebe CJ, van Rooijen MS, et al. Alte prestazioni e l’accettabilità dei tamponi rettali auto-raccolta per la diagnosi di Chlamydia trachomatis e Neisseria gonorrhoeae negli uomini che hanno rapporti sessuali con uomini e donne. Sex Transm Dis 2009; 36: 493-7.
  511. Dodge B, Van Der Pol B, Reece M, et al. Rettale auto-campionamento in luoghi non-clinici per la diagnosi di infezioni sessualmente trasmissibili tra gli uomini comportamentale bisessuali. Sex Salute 2012; 9: 190-1.
  512. Chernesky M, Freund GG, Hook E, 3 °, et al. rilevamento di Chlamydia trachomatis e Neisseria gonorrhoeae infezioni nelle donne del Nord America per testare SurePath campioni Pap liquidi a base di dosaggi APTIMA. J Clin Microbiol 2007; 45: 2434-8.
  513. Geisler WM, Wang C, Morrison SG, et al. La storia naturale non trattato Chlamydia trachomatis infezioni nell’intervallo tra screening e ritorno per il trattamento. Sex Transm Dis 2008; 35: 119-23.
  514. Lau CY, Qureshi AK. Azitromicina contro doxiciclina per infezioni da clamidia genitale: una meta-analisi di studi clinici randomizzati. Sex Transm Dis 2002; 29: 497-502.
  515. Hathorn E, Opie C, Goold P. Qual è il trattamento appropriato per la gestione del retto Chlamydia trachomatis in uomini e donne? Sex Transm Infect 2012; 88: 352-4.
  516. Steedman NM, McMillan A. Trattamento di rettale asintomatica Chlamydia trachomatis. è monodose azitromicina efficace? Rivista internazionale di STD e AIDS 2009; 20: 16-8.
  517. Marcus JL, Kohn RP, Barry PM, et al. Chlamydia trachomatis e Neisseria gonorrhoeae trasmissione dal orofaringe femmina dell’uretra maschile. Sex Transm Dis 2011; 38: 372-3.
  518. Geisler WM, Koltun WD, Abdelsayed N, et al. Sicurezza ed efficacia di WC2031 contro Vibramycin per il trattamento della semplice urogenitale infezione da Chlamydia trachomatis: uno studio randomizzato, in doppio cieco, double-dummy,, studio multicentrico con controllo attivo. Clin Infect Dis 2012; 55: 82-8.
  519. Renault CA, Israelski DM, Levy V, et al. Il tempo di clearance di Chlamydia trachomatis RNA ribosomiale in donne trattate per l’infezione da clamidia. Sex Salute 2011; 8: 69-73.
  520. Dunne EF, Chapin JB, Rietmeijer CA, et al. Vota e predittori di ripetere Chlamydia trachomatis l’infezione tra gli uomini. Sex Transm Dis 2008; 35 (11 Supp1): S40-4.
  521. Kjaer HO, Dimcevski G, Hoff G, et al. Ricorrenza di urogenitale Chlamydia trachomatis infezione valutati da campioni spediti ottenuti in casa: 24 settimane di follow-up prospettico di studio. Sex Transm Infect 2000; 76: 169-72.
  522. Whittington WL, Kent C, Kissinger P, et al. Determinanti di persistente e ricorrente Chlamydia trachomatis infezione nelle donne giovani: i risultati di uno studio di coorte multicentrico. Sex Transm Dis 2001; 28: 117-23.
  523. Jacobson GF, Autry AM, Kirby RS, et al. Uno studio randomizzato controllato confrontando amoxicillina e azitromicina per il trattamento di Chlamydia trachomatis in gravidanza. Am J Obstet Gynecol 2001; 184: 1352-4.
  524. Kačmár J, Cheh E, Montagno A, et al. Uno studio randomizzato di azitromicina rispetto amoxicillina per il trattamento di Chlamydia trachomatis in gravidanza. Infect Dis Obstet Gynecol 2001; 9: 197-202.
  525. Rahangdale L, S Guerry, Bauer HM, et al. Uno studio di coorte osservazionale Chlamydia trachomatis trattamento in gravidanza. Sex Transm Dis 2006; 33: 106-10.
  526. Aggarwal A, Spitzer RF, Caccia N, et al. Ripetere lo screening per l’infezione a trasmissione sessuale in pazienti ostetriche adolescenti. J Obstet Gynaecol Can 2010; 32: 956-61.
  527. Cappuccio EE, Nerhood RC. L’utilità di screening per clamidia a 34-36 settimane di gestazione. W V Med J 2010; 106: 10-1.
  528. Phillips Campbell R, Kintner J, Whittimore J, et al. Chlamydia muridarum entra in uno stato vitale ma non infettiva in topi BALB / c amoxicillina-trattata. I microbi e l’infezione 2012; 14: 1177-1185.
  529. yrick PB. Chlamydia trachomatis la persistenza in vitro: una visione d’insieme. J Infect Dis 2010; 201 (Suppl 2): ​​S88-95.
  530. Hammerschlag MR, gelificante M, Roblin PM, et al. Il trattamento della Chlamydia neonatale congiuntivite con azitromicina. Ped Infect Dis J 1998; 17: 1049-1050.
  531. Hammerschlag MR, Chandler JW, Alexander ER, et al. Gli studi longitudinali sulle infezioni da clamidia nel primo anno di vita. Ped Infect Dis 1982; 1: 395-401.
  532. Beem MO, Saxon E, Tipple MA. Il trattamento della polmonite da Chlamydia dell’infanzia. Pediatrics 1979; 63: 198-203.
  533. Satterwhite CL, Torrone E, Meites E, et al. Infezioni a trasmissione sessuale tra le donne e gli uomini degli Stati Uniti: le stime di prevalenza e di incidenza, 2008. Sex Transm Dis 2013; 40: 187-93.
  534. Drake C, Barenfanger J, Lawhorn J, et al. Confronto tra i sistemi di trasporto tampone facile flusso Copan liquido di Stuart e Starplex per il recupero dei batteri aerobici esigenti. J Clin Microbiol 2005; 43: 1301-3.
  535. Wade JJ, Graver MA. La sopravvivenza di sei auxotypes di Neisseria gonorrhoeae nei mezzi di trasporto. J Clin Microbiol 2003; 41: 1720-1.
  536. Arbique JC, Avanti KR, LeBlanc J. valutazione di quattro mezzi di trasporto commerciali per la sopravvivenza Neisseria gonorrhoeae. Diagn Microbiol Infect Dis 2000; 36: 163-8.
  537. Workowski KA, Berman SM, Douglas JM, Jr. Emerging resistenza antimicrobica in Neisseria gonorrhoeae. urgente necessità di rafforzare le strategie di prevenzione. Ann Intern Med 2008; 148: 606-13.
  538. Schwarcz SK, Zenilman JM, Schnell D, et al. nazionale di sorveglianza della resistenza antimicrobica in Neisseria gonorrhoeae. JAMA 1990; 264: 1413-7.
  539. CDC. Aggiornamento alle linee guida del CDC malattie sessualmente trasmissibili trattamento 2006: fluorochinoloni non è più raccomandato per il trattamento di infezioni gonococciche. MMWR Morbid Mortal Wkly Rep 2007; 56: 332-6.
  540. CDC. Aggiornamento di linee guida sul trattamento delle malattie sessualmente trasmesse del CDC, 2010: cefalosporine orali non è più un trattamento raccomandato per le infezioni gonococciche. MMWR Morbid Mortal Wkly Rep 2012; 61: 590-4.
  541. Muratani T, Akasaka S, Kobayashi T, et al. Scoppio di cefozopran (penicillina, cefemi orali, e aztreonam) resistente Neisseria gonorrhoeae in Giappone. Agenzia Antimicrob Chemother 2001; 45: 3603-6.
  542. Deguchi T, Yasuda M, Yokoi S, et al. Trattamento di semplice uretrite gonococcica doppio dosaggio di 200 mg cefixime a un intervallo di 6 h. J Infect Chemother 2003; 9: 35-9.
  543. Yokoi S, T Deguchi, Ozawa T, et al. Minaccia al trattamento cefixima per la gonorrea. Emerg Infect Dis 2007; 13: 1275-7.
  544. Lo JY, Ho KM, Leung AO, et al. resistenza ceftibuten e fallimento del trattamento di Neisseria gonorrhoeae infezione. Agenzia Antimicrob Chemother 2008; 52: 3564-7.
  545. Unemo M, Golparian D, Syversen G, et al. Due casi di fallimenti clinici effettuati utilizzando raccomandato a livello internazionale cefixima di prima linea per il trattamento gonorrea, Norvegia, 2010. Euro Sorveglianza 2010; 15: 19721.
  546. Ison CA, Hussey J, Sankar KN, et al. Gonorrea fallimenti terapeutici a cefixima e azitromicina in Inghilterra, 2010. Euro di sorveglianza 2011; 16: 19833.
  547. Forsyth S, P Penney, Rooney G. Cefixime resistente Neisseria gonorrhoeae nel Regno Unito: un momento per riflettere sulla pratica e raccomandazioni. Rivista internazionale di STD e AIDS 2011; 22: 296-7.
  548. Unemo M, Golparian D, Stary A, et al. Primo Neisseria gonorrhoeae ceppo con resistenza a cefixime causando fallimento del trattamento gonorrea in Austria, 2011. Euro Sorveglianza 2011; 16: 19998.
  549. Unemo M, Golparian D, Nicholas R, et al. Di alto livello cefixime- e ceftriaxone resistente Neisseria gonorrhoeae in Francia: romanzo Pena mosaico allele in un clone di successo internazionale provoca il fallimento del trattamento. Agenzia Antimicrob Chemother 2012; 56: 1273-1280.
  550. Lewis DA, Sriruttan C, Muller EE, et al. Caratterizzazione fenotipica e genetica dei primi due casi di spettro esteso-cefalosporina resistente Neisseria gonorrhoeae infezione in Sud Africa e associazione con fallimento del trattamento cefixima. J Antimicrob Chemother 2013; 68: 1267-1270.
  551. Ota KV, Fisman DN, Tamari IE, et al. Incidenza e trattamento esiti della faringe Neisseria gonorrhoeae e Chlamydia trachomatis infezioni negli uomini che hanno rapporti sessuali con gli uomini: uno studio retrospettivo di coorte di 13 anni. Clin Infect Dis 2009; 48: 1237-1243.
  552. Allen VG, Mitterni L, Seah C, et al. Neisseria gonorrhoeae fallimento del trattamento e la suscettibilità alle cefixime a Toronto, Canada. JAMA 2013; 309: 163-70.
  553. Chen MY, Stevens K, Tideman R, et al. Fallimento di 500 mg di ceftriaxone per sradicare la gonorrea faringea, Australia. J Antimicrob Chemother 2013; 68: 1445-7.
  554. Tapsall J, P Read, Carmody C, et al. Due casi di trattamento ceftriaxone riuscito a faringea gonorrea verified by metodi microbiologici molecolari. J Med Microbiol 2009; 58 (Pt 5): 683-7.
  555. Ohnishi M, Saika T, Hoshina S, et al. Ceftriaxone resistente Neisseria gonorrhoeae. Giappone. Emerg Infect Dis 2011; 17: 148-9.
  556. Unemo M, Golparian D, Hestner A. Ceftriaxone fallimento del trattamento della gonorrea faringea verificata da raccomandazioni internazionali, Svezia, luglio 2010. Euro Surveill 2011; 16.
  557. Unemo M, Golparian D, Potocnik M, et al. fallimento del trattamento di faringea gonorrea con raccomandata a livello internazionale prima linea ceftriaxone verificata in Slovenia, settembre 2011. Euro Surveillance 2012; 17: 20200.
  558. Comitato Nazionale per Clinical Laboratory Standards. norme approvate standard M100-S20 prestazioni per test di suscettibilità antimicrobica: XX supplemento informativo. Wayne, PA: Clinical and Laboratory Standards Institute; Del 2010.
  559. Carnicer-Pont D, Smithson A, Fina-Homar E, et al. I primi casi di Neisseria gonorrhoeae resistente al ceftriaxone in Catalogna, Spagna, maggio 2011. Enferm Infecc Microbiol Clin 2012; 30: 218-9.
  560. Camara J, J Serra, Ayats J, et al. Caratterizzazione molecolare di due alto livello ceftriaxone resistente Neisseria gonorrhoeae isolati rilevato in Catalogna, Spagna. J Antimicrob Chemother 2012; 67: 1858-1860.
  561. Steingrimsson O, Olafsson JH, Thorarinsson H, et al. Azithromycin nel trattamento della malattia sessualmente trasmessa. J Antimicrob Chemother 1990; 25 (Suppl A): 109-14.
  562. Waugh MA. Aprire studio della sicurezza e l’efficacia di una singola dose orale di azitromicina per il trattamento della gonorrea non complicata in uomini e donne. J Antimicrob Chemother 1993; 31 (Suppl E): 193-8.
  563. Sathia L, Ellis B, Phillip S, et al. Faringea gonorrea – è duplice terapia la via da seguire? Rivista internazionale di STD e AIDS 2007; 18: 647-8.
  564. Barbee LA, Kerani RP, Dombrowski JC, et al. Uno studio comparativo retrospettivo su 2-droga regimi di trattamento cefalosporine orali e intramuscolari per faringea gonorrea. Clin Infect Dis 2013; 56: 1539-1545.
  565. Lyss SB, Kamb ML, Peterman TA, et al. Chlamydia trachomatis tra i pazienti infettati con e trattati per Neisseria gonorrhoeae in cliniche di malattie a trasmissione sessuale negli Stati Uniti. Ann Intern Med 2003; 139: 178-85.
  566. Moran JS, Levine WC. Farmaci di scelta per il trattamento delle infezioni gonococciche non complicate. Clin Infect Dis 1995; 20 (Suppl 1): S47-65.
  567. Newman LM, Moran JS, Workowski KA. Aggiornamento sulla gestione della gonorrea negli adulti negli Stati Uniti. Clin Infect Dis 2007; 44 (Suppl 3): S84-101.
  568. Yu RX, Yin Y, Wang GQ, et al. tassi di suscettibilità di tutto il mondo Neisseria gonorrhoeae isolati a cefixime e Cefpodoxime: una revisione sistematica ed una meta-analisi. PLoS One 2014; 9: e87849.
  569. Kirkcaldy RD, Weinstock HS, Moore PC, et al. L’efficacia e la sicurezza di gentamicina, più azitromicina e gemifloxacina più azitromicina come trattamento della gonorrea non complicata. Clin Infect Dis 2014; 59: 1083-1091.
  570. CDC. Sospensione del Spectinomicina. MMWR Morb Mortal Wkly Rep 2006; 55: 370.
  571. SOGE OO, Harger D, Schafer S, et al. L’emergere di una maggiore resistenza azitromicina durante il trattamento, senza successo, Neisseria gonorrhoeae l’infezione con azitromicina (Portland, OR, 2011). Sex Transm Dis 2012; 39: 877-9.
  572. Waters LJ, Boag FC, Betournay R. Efficacia di azitromicina 1 g in dose singola per la gestione della gonorrea non complicata. Rivista internazionale di STD e AIDS 2005; 16: 84.
  573. McLean CA, Wang SA, Hoff GL, et al. L’emergenza di Neisseria gonorrhoeae una diminuita sensibilità ad azitromicina a Kansas City, Missouri, 1999 al 2000. Sex Transm Dis 2004; 31: 73-8.
  574. Chisholm SA, Neal TJ, Alawattegama AB, et al. Emersione di alto livello di resistenza azitromicina in Neisseria gonorrhoeae in Inghilterra e Galles. J Antimicrob Chemother 2009; 64: 353-8.
  575. Mayer KH, Klausner JD, Handsfield HH. Intersecanti epidemie e momenti educable – sessualmente trasmesse valutazione del rischio di malattia e lo screening negli uomini che hanno rapporti sessuali con gli uomini. Sex Transm Dis 2001; 28: 464-7.
  576. Linhart Y, Shohat T, Amitai Z, et al. infezioni a trasmissione sessuale tra i lavoratori di sesso bordelli basati nella zona di Tel-Aviv, Israele: alta prevalenza di faringea gonorrea. Rivista internazionale di STD e AIDS 2008; 19: 656-9.
  577. Kissinger PJ, Reilly K, Taylor SN, et al. ripetere presto Chlamydia trachomatis e Neisseria gonorrhoeae infezioni tra gli uomini eterosessuali. Sex Transm Dis 2009; 36: 498-500.
  578. Lo JY, Ho KM, Lo AC. Sorveglianza di gonococcica sensibilità agli antibiotici con conseguente diagnosi precoce della resistenza emergente. J Antimicrob Chemother 2012; 67: 1422-6.
  579. CDC. Cefalosporine resistente Neisseria gonorrhoeae piano di risposta di sanità pubblica. Disponibile a: /std/treatment/Ceph-R-ResponsePlanJuly30-2012.pdf. Del 2012.
  580. Haimovici R, Roussel TJ. Il trattamento della congiuntivite gonococcica con una singola dose di ceftriaxone intramuscolare. Am J Ophthalmol 1989; 107: 511-4.
  581. Belkacem A, Caumes E, Ouanich J, et al. Cambiamento dei modelli di infezione gonococcica disseminata in Francia: dati trasversali 2009-2011. Sex Transm Infect 2013; 89: 613-5.
  582. Scott WJ, Eck CD. Povidone-iodio e oftalmia neonatorum. Ophthalmology 2012; 119: 653-4.
  583. David M, S Rumelt, confronto Weintraub Z. L’efficacia tra povidone iodio 2,5% e tetraciclina 1% nella prevenzione di ophthalmia neonatorum. Ophthalmology 2011; 118: 1454-8.
  584. Binenbaum G, Bruno CJ, Forbes BJ, et al. dermatite ulcerosa perioculare associata a profilassi unguento gentamicina nei neonati. J Pediatr 2010; 156: 320-1.
  585. Nathawad R, Mendez H, Ahmad A, et al. Le reazioni oculari gravi dopo la profilassi oculari neonatali con gentamicina pomata oftalmica. Pediatr Infect Dis J 2011; 30: 175-6.
  586. CDC. CDC Guida alla carenza di eritromicina (0,5%) unguento oftalmico-settembre 2009. Atlanta, GA del 2010.
  587. MacDonald N, Mailman T, infezioni Desai S. gonococchi nei neonati e negli adolescenti. Adv Exp Med Biol 2008; 609: 108-30.
  588. Laga M, Meheus A, Piot P. Epidemiologia e controllo delle gonococcica neonatorum ophthalmia. Bull World Health Organ 1989; 67: 471-7.
  589. Fethers KA, Fairley CK, Morton A, et al. Prime esperienze sessuali e fattori di rischio per la vaginosi batterica. J Infect Dis 2009; 200: 1662-1670.
  590. Laxmi U, Agrawal S, Raghunandan C, et al. Associazione di vaginosi batterica con negativo esito feto-materna nelle donne con parto pretermine spontanea: uno studio di coorte prospettico. J Matern Fetal Neonatal Med 2012; 25: 64-7.
  591. Nelson DB, Hanlon A, Hassan S, et al. parto pretermine e batteri vaginosi batteriche associate tra le donne urbane. J Perinat Med 2009; 37: 130-4.
  592. Brotman RM, Klebanoff MA, Nansel TR, et al. vaginosi batterica valutata mediante colorazione di Gram e diminuita resistenza colonizzazione di incidente gonococcica, Chlamydia, e l’infezione genitale trichomonal. J Infect Dis 2010; 202: 1907-1915.
  593. Cherpes TL, Wiesenfeld HC, Melan MA, et al. Le associazioni tra malattia infiammatoria pelvica, Trichomonas vaginalis infezioni, e l’herpes simplex virus di tipo positivo 2 sierologia. Sex Transm Dis 2006; 33: 747-52.
  594. Cohen CR, Lingappa JR, Baeten JM, et al. vaginosi batterica associata ad un aumentato rischio di femmina-maschio trasmissione dell’HIV-1: un’analisi prospettica di coorte tra le coppie africane. PLoS Med 2012; 9: e1001251.
  595. Mehta SD. revisione sistematica di studi randomizzati di trattamento dei partner sessuali maschili per i batteri miglioramento vaginosi risultati nelle donne. Sex Transm Dis 2012; 39: 822-30.
  596. Amsel R, Totten PA, Spiegel CA, et al. vaginiti non specifica. Criteri diagnostici e le associazioni microbiche ed epidemiologici. Am J Med 1983; 74: 14-22.
  597. Schwebke JR, Hillier SL, Sobel JD, et al. Validità della colorazione di Gram vaginale per la diagnosi di vaginosi batterica. Obstet Gynecol 1996; 88 (4 Pt 1): 573-6.
  598. Fredricks DN, Fiedler TL, Thomas KK, et al. Mirata PCR per il rilevamento di batteri vaginali associati con vaginosi batterica. J Clin Microbiol 2007; 45: 3270-6.
  599. Cartwright CP, Lembke BD, Ramachandran K, et al. Sviluppo e validazione di un test PCR semiquantitativa multitarget per la diagnosi di vaginosi batterica. J Clin Microbiol 2012; 50: 2321-9.
  600. Schwebke JR, Desmond R. Uno studio randomizzato di metronidazolo in vaginosi batterica asintomatica per evitare l’acquisizione di malattie sessualmente trasmissibili. Am J Obstet Gynecol 2007; 196: 517.e1-e6.
  601. Livengood CH, 3 °, Ferris DG, Wiesenfeld HC, et al. L’efficacia di due regimi Tinidazole nel trattamento della vaginosi batterica: uno studio randomizzato controllato. Obstet Gynecol 2007; 110 (2 Pt 1): 302-9.
  602. Sobel J, Peipert JF, McGregor JA, et al. Efficacia di ovuli clindamicina vaginale (trattamento di 3 giorni) vs. crema vaginale (trattamento di 7 giorni) clindamicina in vaginosi batterica. Infect Dis Obstet Gynecol 2001; 9: 9-15.
  603. Antonio MA, Meyn LA, Murray PJ, et al. colonizzazione vaginale da probiotico Lactobacillus crispatus CTV-05 è diminuito di attività sessuale e endogena lattobacilli. J Infect Dis 2009; 199: 1506-1513.
  604. Abad CL, Safdar N. Il ruolo dei probiotici Lactobacillus per il trattamento o la prevenzione di infezioni urogenitali – una revisione sistematica. J Chemother 2009; 21: 243-52.
  605. Senok AC, Verstraelen H, Temmerman M, et al. Probiotici per il trattamento di vaginosi batterica. Cochrane Database Syst Rev 2009: CD006289.
  606. Mastromarino P, Macchia S, Meggiorini L, et al. Efficacia di compresse vaginali Lactobacillus contenenti nel trattamento della vaginosi batterica sintomatico. Clinical Microbiology and Infection 2009; 15: 67-74.
  607. Hemmerling A, Harrison W, Schroeder A, et al. Studio di fase 2a valutare l’efficienza della colonizzazione, la sicurezza, e l’accettabilità di Lactobacillus crispatus CTV-05 nelle donne con vaginosi batterica. Sex Transm Dis 2010; 37: 745-50.
  608. Ferris MJ, Masztal A, Aldridge KE, et al. Associazione atopobium vaginae. anaerobio recentemente descritto metronidazolo resistente, con vaginosi batterica. BMC Infect Dis 2004; 4: 5.
  609. Bradshaw CS, Tabrizi SN, Fairley CK, et al. L’associazione di atopobium vaginae e Gardnerella vaginalis con vaginosi batterica e recidiva dopo terapia di metronidazolo orale. J Infect Dis 2006; 194: 828-36.
  610. Marrazzo JM, Thomas KK, Fiedler TL, et al. Relazione di batteri vaginali specifici e fallimento del trattamento vaginosi batterica in donne che hanno rapporti sessuali con le donne. Ann Intern Med 2008; 149: 20-8.
  611. Meltzer MC, Desmond RA, Schwebke JR. Associazione Mobiluncus curtisii con recidiva di vaginosi batterica. Sex Transm Dis 2008; 35: 611-3.
  612. Beigi RH, Austin MN, Meyn LA, et al. resistenza antimicrobica associata con il trattamento di vaginosi batterica. Am J Obstet Gynecol 2004; 191: 1124-9.
  613. Nyirjesy P, McIntosh MJ, Steinmetz JI, et al. Gli effetti della clindamicina intravaginale e terapia metronidazolo su morfotipi Mobiluncus vaginale in pazienti con vaginosi batterica. Sex Transm Dis 2007; 34: 197-202.
  614. Bunge KE, Beigi RH, Meyn LA, et al. L’efficacia del ritrattamento con lo stesso farmaco per fallimento del trattamento precoce di vaginosi batterica. Sex Transm Dis 2009; 36: 711-3.
  615. Sobel JD, Ferris D, Schwebke J, et al. terapia antibatterica soppressiva con 0,75% gel vaginale metronidazolo per evitare che vaginosi batteriche ricorrenti. Am J Obstet Gynecol 2006; 194: 1283-9.
  616. Reichman O, R Akins, Sobel JD. Oltre acido borico per soppressiva terapia antimicrobica per vaginosi batteriche ricorrenti. Sex Transm Dis 2009; 36: 732-4.
  617. McClelland RS, Richardson BA, Hassan WM, et al. Miglioramento della salute vaginale per le donne del Kenya a rischio per l’acquisizione del virus dell’immunodeficienza umana di tipo 1: risultati di uno studio randomizzato. J Infect Dis 2008; 197: 1361-8.
  618. Hauth JC, Goldenberg RL, Andrews WW, et al. ridotta incidenza di parto pretermine con metronidazolo ed eritromicina nelle donne con vaginosi batterica. N Engl J Med 1995; 333: 1732-6.
  619. Morales WJ, Schorr S, Albritton J. Effetto di metronidazolo nei pazienti con precedente parto pretermine in gravidanza e vaginosi batterica: uno studio in doppio cieco, controllato con placebo. Am J Obstet Gynecol 1994; 171: 345-9.
  620. Yudin MH, Landers DV, Meyn L, et al. La risposta clinica e cervicale citochine al trattamento con metronidazolo per via orale o vaginale per vaginosi batterica durante la gravidanza: uno studio randomizzato. Obstet Gynecol 2003; 102: 527-34.
  621. Ugwumadu A, Reid F, Hay P, et al. Storia naturale di vaginosi batterica e la flora intermedi durante la gravidanza e l’effetto di clindamicina orale. Obstet Gynecol 2004; 104: 114-9.
  622. Burtin P, Taddio A, Ariburnu O, et al. Sicurezza di metronidazolo in gravidanza: una meta-analisi. Am J Obstet Gynecol 1995; 172 (2 Pt 1): 525-9.
  623. Piper JM, Mitchel EF, Ray WA. uso prenatale di metronidazolo e difetti di nascita – nessuna associazione. Obstet Gynecol 1993; 82: 348-52.
  624. Lamont RF, Nhan-Chang CL, Sobel JD, et al. Trattamento di anormale flora vaginale all’inizio della gravidanza con clindamicina per la prevenzione della nascita pretermine spontanea: una revisione sistematica e metanalisi. Am J Obstet Gynecol 2011; 205: 177-90.
  625. Brocklehurst P, Gordon A, Heatley E, et al. Gli antibiotici per il trattamento di vaginosi batterica in gravidanza. Cochrane Database Syst Rev 2013; 1: CD000262.
  626. Odendaal HJ, Popov I, Schoeman J, et al. lavoro è prematuro coinvolto vaginosi batterica? South African Medical Journal 2002; 92: 231-4.
  627. Carey JC, Klebanoff MA, Hauth JC, et al. Metronidazolo per prevenire parto pretermine nelle donne in gravidanza con vaginosi batterica asintomatica. National Institute of Child Health e Network Sviluppo Umano di Medicina Materno-fetale Unità. N Engl J Med 2000; 342: 534-40.
  628. Vermeulen GM, Bruinse HW. somministrazione profilattica di clindamicina 2% crema vaginale per ridurre l’incidenza di parto spontaneo pretermine nelle donne con un aumento del rischio di ricorrenza: una randomizzato controllato con placebo in doppio cieco. Br J Obstet Gynaecol 1999; 106: 652-7.
  629. McDonald HM, O’Loughlin JA, Vigneswaran R, et al. Impatto della terapia metronidazolo sulla nascita pretermine nelle donne con flora vaginosi batterica (Gardnerella vaginalis ): Una, studio randomizzato controllato con placebo. Br J Obstet Gynaecol 1997; 104: 1391-7.
  630. Ugwumadu A, Manyonda io, Reid F, et al. Effetto dei primi clindamicina orale al momento della consegna in ritardo aborto spontaneo e pretermine nelle donne asintomatiche con anormale flora vaginale e vaginosi batterica: uno studio randomizzato controllato. Lancet 2003; 361: 983-8.
  631. Lamont RF, Duncan SL, Mandal D, et al. clindamicina intravaginale per ridurre nascita pretermine nelle donne con flora del tratto genitale anormale. Obstet Gynecol 2003; 101: 516-22.
  632. McGregor JA, francese JI, Jones W, et al. vaginosi batterica è associata con prematurità e mucinase fluido vaginale e sialidasi – risultati di uno studio controllato di crema clindamicina topica. Am J Obstet Gynecol 1994; 170: 1048-1060.
  633. Joesoef MR, Hillier SL, Wiknjosastro G, et al. trattamento clindamicina intravaginale per vaginosi batterica: effetti sul parto prematuro e basso peso alla nascita. Am J Obstet Gynecol 1995; 173: 1527-1531.
  634. Koss CA, Baras DC, corsia di deviazione standard, et al. Indagine di utilizzo metronidazolo durante la gravidanza e esiti avversi alla nascita. Agenzia Antimicrob Chemother 2012; 56: 4800-5.
  635. Erickson SH, GL Oppenheim, Smith GH. Metronidazolo nel latte materno. Obstet Gynecol 1981; 57: 48-50.
  636. Passmore CM, McElnay JC, Rainey EA, et al. Metronidazolo l’escrezione nel latte umano e il suo effetto sul lattante. Br J Clin Pharmacol 1988; 26: 45-51.
  637. Golightly P, Kearney L. Metronidazole- è sicuro da usare con l’allattamento al seno? Regno Unito Servizio Sanitario Nazionale, UKMI; 2012.
  638. Jamieson DJ, Duerr A, Klein RS, et al. analisi longitudinale di vaginosi batterica: risultati dello studio di ricerca epidemiologia HIV. Obstet Gynecol 2001; 98: 656-63.
  639. Sutton M, Sternberg M, Koumans EH, et al. La prevalenza di Trichomonas vaginalis infezione tra le donne in età riproduttiva negli Stati Uniti, 2001-2004. Clin Infect Dis 2007; 45: 1319-1326.
  640. Ginocchio CC, Chapin K, Smith JS, et al. La prevalenza di Trichomonas vaginalis e coinfezione con Chlamydia trachomatis e Neisseria gonorrhoeae negli Stati Uniti come determinato dal APTIMA Trichomonas vaginalis dosaggio di amplificazione degli acidi nucleici. J Clin Microbiol 2012; 50: 2601-8.
  641. Meites E, Llata ​​E, Braxton J, et al. Trichomonas vaginalis in selezionato Stati Uniti a trasmissione sessuale cliniche della malattia: il test, lo screening, e la prevalenza. Sex Transm Dis 2013; 40: 865-9.
  642. Willers DM, Peipert JF, Allsworth JE, et al. Prevalenza e fattori predittivi di infezioni a trasmissione sessuale tra le donne di nuova incarcerati. Sex Transm Dis 2008; 35: 68-72.
  643. Nijhawan AE, DeLong AK, Celentano DD, et al. L’associazione tra infezione da Trichomonas e incarcerazione in HIV-sieropositivi e a rischio donne HIV-sieronegativi. Sex Transm Dis 2011; 38: 1094-100.
  644. Shuter J Bell D, Graham D, et al. Tassi di e fattori di rischio per la tricomoniasi tra i detenuti in stato di gravidanza a New York. Sex Transm Dis 1998; 25: 303-7.
  645. Sosman JM, MacGowan RJ, Margolis AD, et al. Lo screening per le malattie sessualmente trasmissibili e l’epatite a 18-29 anni uomini recentemente rilasciati dal carcere: fattibilità e accettabilità. Rivista internazionale di STD e AIDS 2005; 16: 117-22.
  646. Mayer KH, Bush T, Henry K, et al. sessualmente trasmessa in corso di acquisizione della malattia e comportamenti a rischio tra i pazienti degli Stati Uniti con infezione da HIV in cure primarie: implicazioni per interventi di prevenzione. Sex Transm Dis 2012; 39: 1-7.
  647. Kelley CF, Rosenberg ES, O’Hara BM, et al. La prevalenza di uretrale Trichomonas vaginalis negli uomini in bianco e nero che hanno rapporti sessuali con gli uomini. Sex Transm Dis 2012; 39: 739.
  648. Peterman TA, Tian LH, Metcalf CA, et al. Persistente, inosservato Trichomonas vaginalis infezioni? Clin Infect Dis 2009; 48: 259-60.
  649. Gatski M, Kissinger P. Osservazione del probabile persistente, non rilevati Trichomonas vaginalis infezione tra le donne sieropositive. Clin Infect Dis 2010; 51: 114-5.
  650. Sena AC, Miller WC, Hobbs MM, et al. Trichomonas vaginalis infezione partner sessuali maschili: implicazioni per la diagnosi, il trattamento e la prevenzione. Clin Infect Dis 2007; 44: 13-22.
  651. Grigio RH, Kigozi G, Serwadda D, et al. Gli effetti della circoncisione maschile sui sintomi del tratto genitale partner femminili ‘e infezioni vaginali in uno studio randomizzato in Rakai, Uganda. Am J Obstet Gynecol 2009; 200: e41-7.
  652. Tsai CS, Pastore BE, SH Vermund. Ha irrigazioni aumentare il rischio di infezioni sessualmente trasmesse? Uno studio prospettico negli adolescenti ad alto rischio. Am J Obstet Gynecol 2009; 200: e31-8.
  653. McClelland RS, Sangare L, Hassan WM, et al. L’infezione da Trichomonas vaginalis aumenta il rischio di HIV-1 acquisizione. J Infect Dis 2007; 195: 698-702.
  654. Van Der Pol B, C Kwok, Pierre-Louis B, et al. Trichomonas vaginalis acquisizione infezioni e virus dell’immunodeficienza umana di donne africane. J Infect Dis 2008; 197: 548-54.
  655. Hughes JP, Baeten JM, Lingappa JR, et al. Determinanti di per-coitale atto HIV-1 infettività tra gli afro coppie HIV-1-sierodiscordanti. J Infect Dis 2012; 205: 358-65.
  656. Kissinger P, Adamski A. tricomoniasi e HIV interazioni: una revisione. Sex Transm Infect 2013; 89: 426-33.
  657. Minkoff H, Grunebaum AN, Schwarz RH, et al. Fattori di rischio per la prematurità e rottura prematura delle membrane: uno studio prospettico della flora vaginale in gravidanza. Am J Obstet Gynecol 1984; 150: 965-72.
  658. Cotch MF, Pastorek JG, 2 °, Nugent RP, et al. Trichomonas vaginalis associato a basso peso alla nascita e parto prematuro. Sex Transm Dis 1997; 24: 353-60.
  659. Moodley P, Wilkinson D, Connolly C, et al. Trichomonas vaginalis è associata a malattia infiammatoria pelvica nelle donne con infezione da virus dell’immunodeficienza umana. Clin Infect Dis 2002; 34: 519-22.
  660. Cosentino LA, Campbell T, Jett A, et al. L’utilizzo di nucleico test di amplificazione degli acidi per la diagnosi di ano-rettali infezioni trasmesse sessualmente. J Clin Microbiol 2012; 50: 2005-8.
  661. Francesco SC, Kent CK, Klausner JD, et al. La prevalenza di retto Trichomonas vaginalis e Mycoplasma genitalium in pazienti di sesso maschile presso la clinica San Francisco STD, 2005-2006. Sex Transm Dis 2008; 35: 797-800.
  662. Fischi BE Peterman TA, Torrone EA, et al. Una domanda Trich-y: dovrebbe Trichomonas vaginalis infezione essere oggetto di informativa? Sex Transm Dis 2013; 40: 113-6.
  663. Hollman D, Coupey SM, Fox come, et al. Screening per Trichomonas vaginalis in alto rischio femmine adolescenti con un nuovo test di trascrizione mediata acido nucleico amplificazione (NAAT): associazioni con l’etnia, i sintomi, e prima e la corrente malattie sessualmente trasmissibili. J Pediatr Adolesc Gynecol 2010; 23: 312-6.
  664. Roth AM, Williams JA, Ly R, et al. Cambiare a trasmissione sessuale protocollo di screening infezione si tradurrà in una migliore caso per trovare Trichomonas vaginalis tra le popolazioni ad alto rischio di sesso femminile. Sex Transm Dis 2011; 38: 398-400.
  665. Schwebke JR, Hobbs MM, Taylor SN, et al. test molecolare per Trichomonas vaginalis nelle donne: i risultati di uno studio clinico prospettico Stati Uniti. J Clin Microbiol 2011; 49: 4106-11.
  666. Huppert JS, Mortensen JE, Reed JL, et al. test antigenico rapido confronto con dosaggio di amplificazione della trascrizione mediata per la rilevazione di Trichomonas vaginalis nelle donne giovani. Clin Infect Dis 2007; 45: 194-8.
  667. Dize L, P Agreda, Quinn N, et al. Confronto di tamponi pene-meatal autonomi ottenuto per urine per il rilevamento di C. trachomatis. N. gonorrhoeae e T. vaginalis. Sex Transm Infect 2013; 89: 305-7.
  668. Campbell L, Bosco V, Lloyd T, et al. Valutazione del test rapido OSOM Trichomonas contro esame preparazione bagnato per il rilevamento di Trichomonas vaginalis vaginiti in campioni provenienti da donne con una bassa prevalenza di infezione. J Clin Microbiol 2008; 46: 3467-9.
  669. Huppert JS, Assia E, Kim G, et al. donne adolescenti in grado di eseguire un test point-of-care per la tricomoniasi più accuratamente i medici. Sex Transm Infect 2010; 86: 514-9.
  670. Andrea SB, Chapin KC. Confronto di APTIMA Trichomonas vaginalis dosaggio di amplificazione trascrizione-mediata e BD affermano VPIII per il rilevamento di T. vaginalis nelle donne sintomatiche: parametri di prestazione e le implicazioni epidemiologiche. J Clin Microbiol 2011; 49: 866-9.
  671. Brown HL, Fuller DD, Jasper LT, et al. La valutazione clinica di affermare VPIII nella rilevazione e identificazione di Trichomonas vaginalis. Gardnerella vaginalis. e specie di Candida in vaginite / vaginosi. Infect Dis Obstet Gynecol 2004; 12: 17-21.
  672. Mohamed OA, Cohen CR, Kungu D, et al. Urina dimostra un povero esemplare per la coltura di Trichomonas vaginalis nelle donne. Sex Transm Infect 2001; 77: 78-9.
  673. Lawing LF, Hedges SR, Schwebke JR. Rilevazione di trichomonosis nei campioni vaginali e di urine di donne di cultura e PCR. J Clin Microbiol 2000; 38: 3585-8.
  674. toner KA, Rabe LK, Meyn LA, et al. La sopravvivenza di Trichomonas vaginalis in preparazione bagnato su bagnato e monte. Sex Transm Infect 2013; 89: 485-8.
  675. Kingston MA, Bansal D, Carlin EM. ‘Periodo di validità’ di Trichomonas vaginalis. Rivista internazionale di STD e AIDS 2003; 14: 28-9.
  676. Legno BA, Monro AM. La farmacocinetica di tinidazolo e metronidazolo nelle donne dopo singole grandi dosi orali. Br J Vener Dis 1975; 51: 51-3.
  677. Viitanen J, Haataja H, Männistö PT. Le concentrazioni di metronidazolo e tinidazolo nei tessuti genitali maschili. Agenzia Antimicrob Chemother 1985; 28: 812-4.
  678. Männistö P, Karhunen M, Mattila J, et al. Le concentrazioni di metronidazolo e tinidazolo in organi riproduttivi femminili, dopo una singola infusione endovenosa e dopo la somministrazione orale ripetuta. Infezione 1984; 12: 197-201.
  679. Spence MR, Harwell TS, Davies MC, et al. La dose minima orale singola metronidazolo per il trattamento di tricomoniasi: uno studio randomizzato, in cieco. Obstet Gynecol 1997; 89 (5 Pt 1): 699-703.
  680. Gabriel G, Robertson E, Thin RN. trattamento singola dose di tricomoniasi. J Int Med Res 1982; 10: 129-30.
  681. RN sottile, Symonds MA, Booker R, et al. Confronto in doppio cieco di una dose singola e un corso di cinque giorni del metronidazolo nel trattamento della tricomoniasi. Br J Vener Dis 1979; 55: 354-6.
  682. Prasertsawat PO, Jetsawangsri T. Split-dose di metronidazolo o tinidazolo monodose per il trattamento della tricomoniasi vaginale. Sex Transm Dis 1992; 19: 295-7.
  683. Apte VV, Packard RS. Tinidazole nel trattamento di tricomoniasi, giardiasi e amebiasi: rapporto di uno studio multicentrico. Drugs 1978; 15 (Suppl 1): 43-8.
  684. Anjaeyulu R, Gupte SA, Desai DB. trattamento a dose singola di vaginite trichomonal: un confronto tra tinidazolo e metronidazolo. J Int Med Res 1977; 5: 438-41.
  685. Mati JK, Wallace RJ. Il trattamento della vaginite trichomonal utilizzando una singola dose di tinidazolo per bocca. Oriente Afr Med J 1974; 51: 883-8.
  686. Forna F, Gulmezoglu AM. Interventi per il trattamento di tricomoniasi nelle donne. Cochrane Database Syst Rev 2003; 2: CD000218.
  687. Van Der Pol B, Williams JA, Orr DP, et al. La prevalenza, incidenza, la storia naturale e la risposta al trattamento di Trichomonas vaginalis infezione tra le donne adolescenti. J Infect Dis 2005; 192: 2039-44.
  688. Williams JA, Van Der Pol B, Ofner S, et al. Tempo dal trattamento di PCR risultati negativi per C. trachomatis , N. gonorrhoeae e T. vaginalis . Conferenza Nazionale STD Prevenzione; Marzo 10-13, 2008, 2008; Chicago, IL.
  689. Mohammed H, Leichliter JS, Schmidt N, et al. Ha trattamento socio-paziente consegnato a migliorare la comunicazione per curabili malattie sessualmente trasmissibili? AIDS Patient Care STDS 2010; 24: 183-8.
  690. Kirkcaldy RD, Augostini P, Asbel LE, et al. Trichomonas vaginalis resistenza ai farmaci antimicrobici in 6 città degli Stati Uniti, STD Surveillance Network, 2009-2010. Emerg Infect Dis 2012; 18: 939-43.
  691. Schwebke JR, Barrientes FJ. La prevalenza di Trichomonas vaginalis isolati con resistenza al metronidazolo e tinidazolo. Agenzia Antimicrob Chemother 2006; 50: 4209-10.
  692. Crowell AL, Sanders-Lewis KA, Secor WE. Nelle attività di metronidazolo e Tinidazole vitro contro ceppi metronidazolo-resistenti di Trichomonas vaginalis. Agenzia Antimicrob Chemother 2003; 47: 1407-9.
  693. Bosserman EA, Helms DJ, Mosure DJ, et al. Utility di test di suscettibilità agli antibiotici in Trichomonas vaginalis -Le donne con infezione con insufficienza trattamento clinico. Sex Transm Dis 2011; 38: 983-7.
  694. Nyirjesy P, Gilbert J, LJ Mulcahy. tricomoniasi Resistente: il successo del trattamento con la terapia combinata. Sex Transm Dis 2011; 38: 962-3.
  695. Tayal SC, Ochogwu SA, trattamento Bunce H. Paromomicina di recalcitrante Trichomonas vaginalis. Rivista internazionale di STD e AIDS 2010; 21: 217-8.
  696. Sobel JD, Nyirjesy P, la terapia Brown W. Tinidazole per metronidazolo-resistenti tricomoniasi vaginale. Clin Infect Dis 2001; 33: 1341-6.
  697. Muzny C, Barnes A, Mena L. sintomatico Trichomonas vaginalis l’infezione nel contesto di una grave allergia nitroimidazole: il successo del trattamento con acido borico. Sex Salute 2012; 9: 389-91.
  698. Aggarwal A, Shier RM. ricalcitrante Trichomonas vaginalis infezioni trattate con successo con l’acidificazione vaginale. Journal di Ostetricia e Ginecologia Canada 2008; 30: 55-8.
  699. Dan M, Sobel JD. Fallimento di nitazoxanide per curare tricomoniasi donna su tre. Sex Transm Dis 2007; 34: 813-4.
  700. Sena AC, Bachmann LH, Hobbs MM. Persistente e ricorrente Trichomonas vaginalis Infezioni: epidemiologia, trattamento e considerazioni di gestione. Expert Rev Anti Infect Ther 2014; 12: 673-85.
  701. Obiero J, Mwethera PG, Wiysonge CS. microbicidi topici per la prevenzione delle infezioni trasmesse sessualmente. Cochrane Database Syst Rev 2012; 6: CD007961.
  702. Helms DJ, DJ Mosure, Secor WE, et al. Gestione di Trichomonas vaginalis nelle donne con sospetta ipersensibilità metronidazolo. Am J Obstet Gynecol 2008; 198: e371-7.
  703. Mann JR, McDermott S, Gill T. infezioni a trasmissione sessuale è associata ad un aumentato rischio di parto pretermine in South Carolina donne assicurate da Medicaid. J Matern Fetal Neonatal Med 2010; 23: 563-8.
  704. Mann JR, McDermott S, Barnes TL, et al. Tricomoniasi in gravidanza e ritardo mentale nei bambini. Ann Epidemiol 2009; 19: 891-9.
  705. Mann JR, McDermott S. sono le infezioni genito-urinario materna e pre-eclampsia associati con l’ADHD nei bambini in età scolare? J Atten Disord 2011; 15: 667-73.
  706. Klebanoff MA, Carey JC, Hauth JC, et al. Fallimento di metronidazolo per prevenire il parto pretermine nelle donne in gravidanza con asintomatica Trichomonas vaginalis infezione. New England Journal of Medicine 2001; 345: 487-93.
  707. Kigozi GG, Brahmbhatt H, Wabwire-Mangen F, et al. Trattamento di trichomonas in gravidanza e gli esiti negativi della gravidanza: una sottoanalisi di uno studio randomizzato in Rakai, Uganda. Am J Obstet Gynecol 2003; 189: 1398-400.
  708. Mann JR, McDermott S, Zhou L, et al. Trattamento di tricomoniasi in gravidanza e nascita pretermine: uno studio osservazionale. Salute delle donne J 2009; 18: 493-7.
  709. Gulmezoglu AM, Azhar M. Interventi per tricomoniasi in gravidanza. Cochrane Database Syst Rev 2011: CD000220.
  710. Stringer E, Leggi JS, Hoffman I, et al. Trattamento di tricomoniasi in gravidanza in Africa sub-sahariana non sembra essere associato con basso peso alla nascita o la nascita pretermine. South African Medical Journal 2010; 100: 58-64.
  711. Trintis J, Epie N, Boss R, et al. neonatale Trichomonas vaginalis infezione: un caso clinico e revisione della letteratura. Rivista internazionale di STD e AIDS 2010; 21: 606-7.
  712. Carter JE, Whithaus KC. coinvolgimento del tratto respiratorio neonatale da Trichomonas vaginalis. un caso clinico e revisione della letteratura. Am J Trop Med Igiene 2008; 78: 17-9.
  713. Gumbo FZ, Duri K, Kandawasvika GQ, et al. I fattori di rischio di trasmissione verticale dell’HIV in una coorte di donne nell’ambito di un programma di PMTCT presso le cliniche tre peri-urbane in un ambiente povero di risorse. J Perinatol 2010; 30: 717-23.
  714. Goldenberg RL, Mwatha A, Leggi JS, et al. Il HPTN 024 di studio: l’efficacia degli antibiotici per prevenire corionamnionite e parto pretermine. Am J Obstet Gynecol 2006; 194: 650-61.
  715. Cu-Uvin S, Ko H, Jamieson DJ, et al. La prevalenza, incidenza e la persistenza o la reiterazione del tricomoniasi tra virus dell’immunodeficienza umana (HIV) donne -positive e tra le donne HIV-negativi ad alto rischio di infezione da HIV. Clin Infect Dis 2002; 34: 1406-1411.
  716. Miller M, Y Liao, Wagner M, et al. HIV, il raggruppamento di infezioni trasmesse sessualmente, e il rischio di sesso tra le donne afro-americane che fanno uso di droghe. Sex Transm Dis 2008; 35: 696-702.
  717. Anderson BL, Firnhaber C, Liu T, et al. Effetto della terapia tricomoniasi su genitale carica virale HIV tra le donne africane. Sex Transm Dis 2012; 39: 638-42.
  718. Kissinger P, Amedee A, Clark RA, et al. Trichomonas vaginalis trattamento riduce vaginale HIV-1 spargimento. Sex Transm Dis 2009; 36: 11-6.
  719. Kissinger P, Mena L, Levison J, et al. Uno studio randomizzato trattamento: unica o della dose di 7 giorni di metronidazolo per il trattamento di Trichomonas vaginalis tra le donne con infezione da HIV. J all’acquisi immunitario Defic Syndr 2010; 55: 565-71.
  720. Balkus JE, Richardson BA, Mochache V, et al. Uno studio di coorte prospettico confrontando l’effetto di una singola dose di 2 g metronidazolo su Trichomonas vaginalis infezione da HIV-sieropositivi rispetto a donne HIV-sieronegativi. Sex Transm Dis 2013; 40: 499-505.
  721. Kissinger P, Adamski A, Clark RA, et al. Fa terapia antiretrovirale interferisce con il trattamento di Trichomonas vaginalis tra HIV + donne? Sex Transm Dis 2013; 40: 506-7.
  722. Bruggemann RJ, Alffenaar JW, Blijlevens NM, et al. La rilevanza clinica delle interazioni farmacocinetiche di farmaci antifungini azolici con altri agenti co-somministrati. Clin Infect Dis 2009; 48: 1441-1458.
  723. Shahid Z, Sobel JD. Ridotta sensibilità fluconazolo di candida albicans isolati nelle donne con ricorrenti candidiasi vulvo-vaginale: effetti della terapia con fluconazolo a lungo termine. Diagn Microbiol Infect Dis 2009; 64: 354-6.
  724. Marchaim D, L Lemanek, Bheemreddy S, et al. Resistenti al fluconazolo candida albicans vulvovaginiti. Obstet Gynecol 2012; 120: 1407-1414.
  725. Kennedy MA, Sobel JD. candidiasi vulvovaginale causata da non albicans specie di Candida: nuove intuizioni. Curr Infect Dis Rep 2010; 12: 465-70.
  726. Sobel JD, Chaim W, Nagappan V, et al. Trattamento di vaginite causata da Candida glabrata. uso di acido borico attualità e flucitosina. Am J Obstet Gynecol 2003; 189: 1297-300.
  727. Vazquez JA, Peng G, Sobel JD, et al. L’evoluzione della suscettibilità antifungina tra le specie di Candida isolati recuperato da donne infettate da virus da immunodeficienza umana che ricevono la profilassi fluconazolo. Clin Infect Dis 2001; 33: 1069-1075.
  728. Wiesenfeld HC, dolce RL, Ness RB, et al. Confronto di malattia infiammatoria pelvica acuta e subclinica. Sex Transm Dis 2005; 32: 400-5.
  729. Ness RB, Soper DE, Holley RL, et al. Efficacia di degenza e di trattamento ambulatoriale strategie per le donne con malattia infiammatoria pelvica: i risultati della malattia infiammatoria pelvica di valutazione e la salute clinica (pesca) trial randomizzato. Am J Obstet Gynecol 2002; 186: 929-37.
  730. Burnett AM, Anderson CP, Zwank MD. tassi di gonorrea e / o Chlamydia confermati in laboratorio di malattia infiammatoria pelvica diagnosticata clinicamente e cervicite. Am J Emerg Med 2012; 30: 1114-7.
  731. Ness RB, Kip KE, Hillier SL, et al. Una analisi dei cluster di microflora batterica vaginosi-associata e la malattia infiammatoria pelvica. Am J Epidemiol 2005; 162: 585-90.
  732. Jurstrand M, Jensen JS, Magnuson A, et al. Uno studio sierologico del ruolo Mycoplasma genitalium nella malattia infiammatoria pelvica e la gravidanza ectopica. Sex Transm Infect 2007; 83: 319-23.
  733. Oakeshott P, Aghaizu A, fieno P, et al. È Mycoplasma genitalium nelle donne i "Nuovo Chlamydia?" Uno studio prospettico di coorte basato sulla comunità. Clin Infect Dis 2010; 51: 1160-6.
  734. Ness RB, Hillier SL, Kip KE, et al. vaginosi batterica e il rischio di malattia infiammatoria pelvica. Obstet Gynecol 2004; 104: 761-9.
  735. Peipert JF, Ness RB, Blume J, et al. predittori clinici di endometrite nelle donne con sintomi e segni di malattia infiammatoria pelvica. Am J Obstet Gynecol 2001; 184: 856-64.
  736. Gaitan H, Angelo E, Diaz R, et al. La precisione di cinque diverse tecniche diagnostiche in malattia infiammatoria pelvica lieve-moderata. Infect Dis Obstet Gynecol 2002; 10: 171-80.
  737. Jacobson L, diagnosi Westrom L. oggettivata di malattia infiammatoria pelvica acuta. Valore diagnostico e prognostico della laparoscopia di routine. Am J Obstet Gynecol 1969; 105: 1088-1098.
  738. Sellors J, J Mahony, Goldsmith C, et al. La precisione dei risultati clinici e laparoscopia nella malattia infiammatoria pelvica. Am J Obstet Gynecol 1991; 164 (1 Pt 1): 113-20.
  739. Bevan CD, Johal BJ, Mumtaz G, et al. I risultati clinici, laparoscopiche e microbiologiche in salpingite acuta: relazione su una coorte Regno Unito. Br J Obstet Gynaecol 1995; 102: 407-14.
  740. Wiesenfeld HC, Hillier SL, Meyn LA, et al. malattia subclinica infiammatoria pelvica e la sterilità. Obstet Gynecol 2012; 120: 37-43.
  741. RL dolce. Trattamento della malattia infiammatoria pelvica acuta. Infect Dis Obstet Gynecol 2011; 2011: 561.909.
  742. Smith KJ, Ness RB, Wiesenfeld HC, et al. Costo-efficacia di ambulatorio alternativa pelvici strategie di trattamento della malattia infiammatoria. Sex Transm Dis 2007; 34: 960-6.
  743. Haggerty CL, Ness RB, Amortegui A, et al. Endometrite non predice la morbilità riproduttiva dopo la malattia infiammatoria pelvica. Am J Obstet Gynecol 2003; 188: 141-8.
  744. McGregor JA, Crombleholme WR, Newton E, et al. confronto randomizzati di ampicillina-sulbactam a cefoxitina e doxiciclina o clindamicina e gentamicina nel trattamento della malattia infiammatoria pelvica o endometrite. Obstet Gynecol 1994; 83: 998-1004.
  745. Bevan CD, Ridgway GL, Rothermel CD. L’efficacia e la sicurezza di azitromicina come monoterapia o in combinazione con metronidazolo rispetto ai due regimi multiresistenti standard per il trattamento della malattia infiammatoria pelvica acuta. J Int Med Res 2003; 31: 45-54.
  746. Savari RF, Teixeira LM, Torres TG, et al. Confrontando ceftriaxone più azitromicina o doxiciclina per la malattia infiammatoria pelvica: uno studio randomizzato controllato. Obstet Gynecol 2007; 110: 53-60.
  747. Heystek M, Ross JD. Uno studio randomizzato di confronto in doppio cieco di moxifloxacina e doxiciclina / metronidazolo / ciprofloxacina nel trattamento della malattia infiammatoria pelvica acuta non complicata. Rivista internazionale di STD e AIDS 2009; 20: 690-5.
  748. Boothby M, Pagina J, Pryor R, et al. Un confronto tra i risultati del trattamento per moxifloxacina rispetto ofloxacina / metronidazolo per il trattamento di prima linea di malattia infiammatoria pelvica non complicata non gonococcica. Rivista internazionale di STD e AIDS 2010; 21: 195-7.
  749. Judlin P, Q Liao, Liu Z, et al. L’efficacia e la sicurezza di moxifloxacina nella malattia infiammatoria pelvica non complicata: lo studio MONALISA. Br J Obstet Gynaecol 2010; 117: 1475-1484.
  750. Bukusi EA, Cohen CR, Stevens CE, et al. Effetti del virus dell’immunodeficienza umana 1 infezione sulle origini microbiche di malattia infiammatoria pelvica e sulla efficacia della terapia orale ambulatoriale. Am J Obstet Gynecol 1999; 181: 1374-1381.
  751. Mugo NR, Kiehlbauch JA, Nguti R, et al. Effetto del virus dell’immunodeficienza umana 1 infezione risultato del trattamento di salpingite acuta. Obstet Gynecol 2006; 107: 807-12.
  752. Grimes DA. dispositivo intrauterino e infezioni delle alte-genitale del tratto. Lancet 2000; 356: 1013-9.
  753. Viberga io, Odlind V, Lazdane G, et al. profilo Microbiologia nelle donne con malattia infiammatoria pelvica in relazione all’uso IUD. Infect Dis Obstet Gynecol 2005; 13: 183-90.
  754. Tepper NK, Steenland MW, Gaffield ME, et al. Conservazione dei dispositivi intrauterini in donne che acquisiscono la malattia infiammatoria pelvica: una revisione sistematica. Contraccezione 2013; 87: 655-60.
  755. Tracy CR, Steers WD, Costabile R. Diagnosi e gestione di epididimite. Urol Clin North Am 2008; 35: 101-8.
  756. Tracy CR, Costabile RA. La valutazione e il trattamento di epididimite acuta in un’ampia popolazione basato universitaria: sono state seguite le linee guida CDC? Mondiale J Urol 2009; 27: 259-63.
  757. Trojian TH, Lishnak TS, Heiman D. Epididimite e orchite: una visione d’insieme. Am Fam Physician 2009; 79: 583-7.
  758. de Villiers EM, Fauquet C, Broker TR, et al. Classificazione dei papillomavirus. Virologia 2004; 324: 17-27.
  759. Myers ER, McCrory DC, Nanda K, et al. Modello matematico per la storia naturale dell’infezione da papillomavirus umano e la carcinogenesi cervicale. Am J Epidemiol 2000; 151: 1158-1171.
  760. Cogliano V, Baan R, Straif K, et al. Cancerogenicità del papillomavirus umano. Lancet Oncology 2005; 6: 204.
  761. Jemal A, Simard EP, Dorell C, et al. Relazione annuale alla nazione sullo stato di cancro, 1975-2009, con l’onere e le tendenze in papillomavirus umano (HPV) tipi di cancro -associated e livelli di copertura di vaccinazione HPV. J Natl Cancer Inst 2013; 105: 175-201.
  762. Patel H, Wagner M, Singhal P, et al. revisione sistematica della incidenza e la prevalenza delle verruche genitali. BMC Infect Dis 2013; 13: 39.
  763. Chesson HW, Ekwueme DU, Saraiya M, et al. Le stime dei costi medici diretti annuali della prevenzione e cura delle malattie associate con papillomavirus umano negli Stati Uniti. Vaccine 2012; 30: 6016-9.
  764. CDC. la copertura vaccinale papillomavirus umano tra le adolescenti, 2007-2012, e il monitoraggio della sicurezza del vaccino postlicensure, 2006-2013-Stati Uniti. MMWR Morbid Mortal Wkly Rep 2013; 62: 591-5.
  765. Markowitz LE, Hariri S, Lin C, et al. Riduzione del papillomavirus umano (HPV) la prevalenza tra le giovani donne a seguito dell’introduzione del vaccino HPV negli Stati Uniti, National Health and Nutrition Examination Surveys, 2003-2010. J Infect Dis 2013; 208: 385-93.
  766. Flagg EW, Schwartz R, Weinstock H. La prevalenza delle verruche anogenitali tra i partecipanti a piani sanitari privati ​​negli Stati Uniti, 2003-2010: il potenziale impatto della vaccinazione papillomavirus umano. Am J Public Health 2013; 103: 1428-1435.
  767. Garland SM, Steben M, canta HL, et al. Storia naturale dei condilomi genitali: analisi del braccio placebo di 2 studi di fase III randomizzati di un quadrivalente papillomavirus umano (tipi 6, 11, 16 e 18) di vaccino. J Infect Dis 2009; 199: 805-14.
  768. Gotovtseva EP, Kapadia AS, Smolensky MH, et al. frequenza ottimale di Imiquimod (Aldara) crema al 5% per il trattamento delle lesioni genitali esterne negli adulti immunocompetenti: una meta-analisi. Sex Transm Dis 2008; 35: 346-51.
  769. Baker DA, Ferris DG, Martens MG, et al. Imiquimod 3.75% crema applicata ogni giorno per curare le verruche anogenitali: risultati combinati da donne in due studi randomizzati, controllati con placebo. Infect Dis Obstet Gynecol 2011; 2011: 806.105.
  770. Mashiah J, Brenner S. possibili meccanismi nella induzione di ipopigmentazione vitiligine-come da Imiquimod attualità. Clin Exp Dermatol 2008; 33: 74-6.
  771. Domingues E, Chaney KC, Scharf MJ, et al. riattivazione Imiquimod di lichen planus. Cutis 2012; 89: 276-7, 83.
  772. Patel U, Mark NM, Mächler aC, et al. Imiquimod 5% crema psoriasi indotta: un caso clinico, sintesi della letteratura e meccanismo. Br J Dermatol 2011; 164: 670-2.
  773. Kumar B, Narang T. locale e gli effetti collaterali sistemici all’imiquimod attualità a causa della stimolazione immunitaria sistemica. Sex Transm Infect 2011; 87: 432.
  774. Tatti S, Swinehart JM, Thielert C, et al. Sinecatechins, un definito estratto di tè verde, nel trattamento delle verruche anogenitali esterne: uno studio randomizzato controllato. Obstet Gynecol 2008; 111: 1371-9.
  775. Stockfleth E, Beti H, Orasan R, et al. Topica Polyphenon E nel trattamento dei genitali esterni e perianali: uno studio randomizzato controllato. Br J Dermatol 2008; 158: 1329-1338.
  776. Gross G, Meyer KG, Pres H, et al. A, in doppio cieco, quattro bracci a gruppi paralleli, controllato con placebo di Fase studio randomizzato II / III per indagare l’efficacia clinica di due formulazioni galeniche di Polyphenon E nel trattamento delle lesioni genitali esterne. J Eur Acad Dermatol Venereol 2007; 21: 1404-1412.
  777. CDC. Controllo di fumo da laser / interventi chirurgici elettrici. In: DHHS, ed2013: NIOSH Numero pubblicazione 96-128, disponibile all’indirizzo www.cdc.gov/niosh/docs/hazardcontrol/hc11.html.
  778. Filley CM, Graff-Richard NR, Lacy JR, et al. manifestazioni neurologiche di tossicità podophyllin. Neurology 1982; 32: 308-11.
  779. Conard PF, Hanna N, Rosenblum M, et al. il riconoscimento ritardata di tossicità podophyllum in un paziente trattato con morfina per via epidurale. Anesth Analg 1990; 71: 191-3.
  780. Karol MD, Conner CS, Watanabe AS, et al. Podophyllum: sospettato teratogenicità da applicazione topica. Clin Toxicol 1980; 16: 283-6.
  781. Silverberg MJ, Thorsen P, Lindeberg H, et al. Condiloma in gravidanza è fortemente predittivo di papillomatosi respiratoria ricorrente ad esordio giovanile. Obstet Gynecol 2003; 101: 645-52.
  782. Dolev JC, Maurer T, Springer G, et al. fattori di incidenza e di rischio per le verruche nelle donne. AIDS 2008; 22: 1213-9.
  783. Silverberg MJ, Ahdieh L, Munoz A, et al. L’impatto dell’infezione da HIV e immunodeficienza del tipo di papillomavirus umano 6 o 11 dell’infezione e verruche genitali. Sex Transm Dis 2002; 29: 427-35.
  784. De Panfilis G, Melzani G, Mori G, et al. Le recidive dopo il trattamento delle verruche genitali esterni sono più frequenti nei pazienti HIV positivi rispetto ai controlli HIV-negativi. Sex Transm Dis 2002; 29: 121-5.
  785. Conley LJ, Ellerbrock TV, Bush TJ, et al. HIV-1 e il rischio di vulvo-vaginale e perianale condilomi acuminati e neoplasia intraepiteliale: uno studio di coorte prospettico. Lancet 2002; 359: 108-13.
  786. Schlecht HP, Fugelso DK, Murphy RK, et al. Frequenza di occulte alto grado neoplasia intraepiteliale squamosa e cancro invasivo all’interno di condilomi anale negli uomini che hanno sesso con gli uomini. Clin Infect Dis 2010; 51: 107-10.
  787. Maniar KP, Ronnett BM, Vang R, et al. Coesistenza di alto grado neoplasia vulvare intraepiteliale (VIN) e condiloma acuminato: lesioni indipendenti a causa di diversi tipi di HPV che si verificano in pazienti immunocompromessi. Am J Surg Pathol 2013; 37: 53-60.
  788. Massad LS, Xie X, Darragh T, et al. Le verruche genitali e vulvare neoplasia intraepiteliale: la storia naturale e gli effetti del trattamento e l’infezione da virus dell’immunodeficienza umana. Obstet Gynecol 2011; 118: 831-9.
  789. Forman D, de Martel C, Lacey CJ, et al. carico globale di papillomavirus umani e patologie correlate. Vaccine 2012; 30 (Suppl 5): F12-23.
  790. Darragh TM, Colgan TJ, Cox JT, et al. Il progetto anogenitale inferiore squamose terminologia di standardizzazione per le lesioni da HPV-associati: sfondo e di consenso raccomandazioni del College of American Pathologists e l’American Society for Colposcopia e Patologia cervicale. Arch Pathol Lab Med 2012; 136: 1266-1297.
  791. Solomon D, Davey D, Kurman R, et al. Il Bethesda Sistema 2001 terminologia per riportare i risultati della citologia cervicale. JAMA 2002; 287: 2114-9.
  792. Ghanem KG, Koumans EH, Johnson RE, et al. Effetto di ordine del campione su Chlamydia trachomatis e Neisseria gonorrhoeae esecuzione del test e l’adeguatezza di Papanicolaou striscio. J Pediatr Adolesc Gynecol 2006; 19: 23-30.
  793. Saraiya M, Lee NC, Blackman D, et al. PAP test auto-riferito e isterectomie tra le donne negli Stati Uniti. Obstet Gynecol 2001; 98: 269-78.
  794. Sirovich BE, Welch HG. screening del cancro cervicale tra le donne senza un cervice. JAMA 2004; 291: 2990-3.
  795. Stokes-Lampard H, Wilson S, Waddell C, et al. strisci cupola vaginale dopo isterectomia per ragioni diverse neoplasie: una revisione sistematica della letteratura. Br J Obstet Gynaecol 2006; 113: 1354-1365.
  796. Arbyn M, Herbert A, Schenck U, et al. Linee guida europee per la garanzia della qualità in screening del cancro cervicale: raccomandazioni per la raccolta di campioni per citologia convenzionale e liquido a base. Citopatologia 2007; 18: 133-9.
  797. Daley E, K Perrin, Vamos C, et al. Confusione circa Pap test: la mancanza di conoscenza tra le donne ad alto rischio. Salute delle donne J 2013; 22: 67-74.
  798. Drolet M, Brisson M, Maunsell E, et al. L’impatto psicologico di un risultato anormale striscio cervicale. Psychooncology 2012; 21: 1071-1081.
  799. Ogbechie OA, Hacker MR, Dodge LE, et al. Confusione per quanto riguarda screening del cancro cervicale e lo screening clamidia tra le giovani donne sessualmente attive. Sex Transm Infect 2012; 88: 35-7.
  800. Dunne EF, Friedman A, Datta SD, et al. Aggiornamenti sulle papillomavirus umano e verruche genitali e messaggi consulenza dai 2010 Malattie Sessualmente Trasmesse Linee guida di trattamento. Clin Infect Dis 2011; 53 (Suppl 3): S143-52.
  801. Fry AM, traghetti-Rowe EA, Learman LA, et al. Pap test contro esame speculum: possiamo insegnare ai provider di educare i pazienti? Salute delle donne J 2010; 19: 1715-9.
  802. Adab P, Marshall T, Rouse A, et al. studio controllato randomizzato degli effetti delle informazioni prove basate sulla volontà delle donne di partecipare a screening per il cancro del collo dell’utero. Salute J Epidemiol Community 2003; 57: 589-93.
  803. Han HR, Kim J, Lee JE, et al. Gli interventi che aumentano l’utilizzo di Pap test tra le donne appartenenti a minoranze etniche: una meta-analisi. Psychooncology 2011; 20: 341-51.
  804. Dyson S, M Pitts, Lyons A, et al. Fornire informazioni di alta qualità su papillomavirus umano per le donne dopo il trattamento per displasia di alto grado del collo dell’utero. Sex Salute 2010; 7: 49-54.
  805. McCaffery KJ, Irwig L, Turner R, et al. esiti psicosociali di tre metodi di triage per la gestione del limite anomale strisci cervicali: uno studio randomizzato aperto. BMJ 2010; 340: b4491.
  806. Daley EM, Perrin KM, McDermott RJ, et al. L’onere psicosociale di HPV: uno studio misto metodo di conoscenza, atteggiamenti e comportamenti tra HPV + donne. J Salute Psychol 2010; 15: 279-90.
  807. Pirotta M, L Ung, Stein A, et al. L’onere psicosociale delle malattie legate papillomavirus umano e gli interventi di screening. Sex Transm Infect 2009; 85: 508-13.
  808. Sadler L, Saftlas A, Wang W, et al. Il trattamento per neoplasia intraepiteliale cervicale e il rischio di parto prematuro. JAMA 2004; 291: 2100-6.
  809. Serati M, S Uccella, Laterza RM, et al. Storia naturale della neoplasia intraepiteliale cervicale durante la gravidanza. Acta Obstet Gynecol Scand 2008; 87: 1296-300.
  810. Wright TC, Jr. Massad LS, Dunton CJ, et al. 2006 le linee guida terapeutiche per la gestione delle donne con alterazione dei test di screening del cancro del collo dell’utero. Am J Obstet Gynecol 2007; 197: 346-55.
  811. Stillson T, Cavaliere AL, Elswick RK, Jr. L’efficacia e la sicurezza di due tecniche citologici cervicali durante la gravidanza. J Fam Pract 1997; 45: 159-63.
  812. Foster JC, Smith HL. Utilizzare del cytobrush per Papanicolaou schermi striscio nelle donne in gravidanza. J infermiera ostetricia 1996; 41: 211-7.
  813. Paraiso MF, Brady K, Helmchen R, et al. Valutazione della cytobrush endocervicale e cervex-pennello nelle donne in gravidanza. Obstet Gynecol 1994; 84: 539-43.
  814. Frisch M, Biggar RJ, Goedert JJ. tumori umani papillomavirus-associati nei pazienti con infezione da virus dell’immunodeficienza umana e la sindrome da immunodeficienza acquisita. J Natl Cancer Inst 2000; 92: 1500-1510.
  815. Chaturvedi AK, Madeleine MM, Biggar RJ, et al. Rischio di tumori umani papillomavirus associate tra le persone affette da AIDS. J Natl Cancer Inst 2009; 101: 1120-1130.
  816. Widdice LE, Moscicki AB. linee guida aggiornate per Pap-test, colposcopia, e test papillomavirus umano negli adolescenti. J Adolesc Salute 2008; 43 (4 Suppl): S41-51.
  817. Machalek DA, Poynten M, Jin F, et al. Anal infezione umana papillomavirus e lesioni neoplastiche associate a uomini che hanno sesso con gli uomini: una revisione sistematica ed una meta-analisi. Lancet Oncol 2012; 13: 487-500.
  818. Salit IE, Lytwyn A, Raboud J, et al. Il ruolo della citologia (Pap test) e test papillomavirus umano in screening per il cancro anale. AIDS 2010; 24: 1307-1313.
  819. Limone SM. Tipo A epatite virale. Nuovi sviluppi in una vecchia malattia. N Engl J Med 1985; 313: 1059-1067.
  820. CDC. Aggiornamento: La prevenzione di epatite A dopo l’esposizione al virus dell’epatite A e viaggiatori internazionali. raccomandazioni aggiornate del comitato consultivo in materia di immunizzazione (ACIP). MMWR Morbid Mortal Wkly Rep 2007; 56.
  821. BELL BP, Shapiro CN, Alter MJ, et al. I diversi modelli di epatite A epidemiologici negli Stati Uniti-implicazioni per le strategie di vaccinazione. J Infect Dis 1998; 178: 1579-1584.
  822. Bower WA, Nainan OV, Han X, et al. Durata della viremia in infezione da virus dell’epatite. J Infect Dis 2000; 182: 12-7.
  823. CDC. Aggiornamento per: CDC sorveglianza epatite virale, Stati Uniti 2010. Disponibile all’indirizzo: www.cdc.gov/hepatitis/Statistics/2010Surveillance/PDFs/2010HepSurveillanceRpt.pdf. Del 2010.
  824. Sharapov UM, Bulkow LR, Negus SE, et al. Persistenza di un vaccino indotta sieropositività nei neonati e nei bambini piccoli dalla materna stato anticorpale: 10 anni di follow-up. Hepatology 2012; 56: 516-22.
  825. Ott JJ, Irving G, Wiersma ST. effetti protettivi a lungo termine di vaccini antiepatite A. Una revisione sistematica. Vaccine 2012; 31: 3-11.
  826. Raczniak GA, Bulkow LR, Bruce MG, et al. immunogenicità a lungo termine di epatite A vaccino a virus in Alaska 17 anni dopo la prima serie di infanzia. J Infect Dis 2013; 207: 493-6.
  827. Winokur PL, Stapleton JT. la profilassi Immunoglobulina per l’epatite A. Clin Infect Dis 1992; 14: 580-6.
  828. Klevens RM, Kruszon-Moran D, Wasley A, et al. Sieroprevalenza di anticorpi contro il virus dell’epatite A nei risultati degli Stati Uniti dal National Health and Nutrition Examination Survey. Sanità pubblica Rep 2011; 126: 522-32.
  829. Alter HJ, Purcell RH, Gerin JL, et al. La trasmissione di epatite B di scimpanzé di superficie dell’epatite B saliva e sperma antigene-positivi. Infect Immun 1977; 16: 928-33.
  830. Villarejos VM, Visona KA, Gutierrez A, et al. Ruolo di saliva, urina e feci nella trasmissione di tipo B dell’epatite. N Engl J Med 1974; 291: 1375-8.
  831. Busch K, Thimme R. storia naturale dell’epatite cronica da virus B. Med Microbiol Immunol 2014.
  832. Hyams KC. Rischi di cronicità seguenti infezione da virus dell’epatite B acuta: una revisione. Clin Infect Dis 1995; 20: 992-1000.
  833. Goldstein ST, Zhou F, Hadler SC, et al. Un modello matematico per stimare l’epatite B carico di malattia globale e l’impatto della vaccinazione. Int J Epidemiol 2005; 34: 1329-1339.
  834. Davis LG, Weber DJ, Limone SM. trasmissione orizzontale del virus dell’epatite B. Lancet 1989; 1: 889-93.
  835. Martinson FE, Weigle KA, Royce RA, et al. I fattori di rischio per la trasmissione orizzontale del virus dell’epatite B in un distretto rurale in Ghana. Am J Epidemiol 1998; 147: 478-87.
  836. CDC. Nosocomiali epatite B e C focolai segnalati i Centers for Disease Control and Prevention (CDC) nel 2008-2013. CDC; 2010. Disponibile all’indirizzo www.cdc.gov/hepatitis/Outbreaks/HealthcareHepOutbreakTable.htm. Del 2010.
  837. Spradling PR, Xing J, Williams R, et al. Immunità ai virus dell’epatite B (HBV) due decenni dopo l’attuazione del bambino universale HBV vaccinazione: associazione di anticorpi residui rilevabili e la risposta ad una singola dose sfida HBV. Clin Immunol vaccino 2013; 20: 559-61.
  838. Lu PJ, Byrd KK, Murphy TV, et al. Epatite B copertura vaccinale tra gli adulti ad alto rischio 18-49 anni, Stati Uniti 2009. Vaccine 2011; 29: 7049-57.
  839. MacKellar DA, Valleroy LA, Secura GM, et al. Due decenni dopo la licenza di vaccino contro l’epatite B: vaccinazione e di infezione tra i giovani uomini che hanno sesso con gli uomini. Am J Public Health 2001; 91: 965-71.
  840. CDC. Aggiornato linee guida Stati Uniti Public Health Service per la gestione delle esposizioni professionali a HBV, HCV, HIV e e raccomandazioni per la profilassi post-esposizione. MMWR Raccom Rep 2001; 50 (. No RR-11).
  841. Lok AS, McMahon BJ. Epatite cronica B: aggiornamento 2009. Hepatology 2009; 50: 661-2.
  842. Mendy M, Peterson io, Hossin S, et al. Studio osservazionale di efficacia del vaccino 24 anni dopo l’inizio della vaccinazione contro l’epatite B in due villaggi del Gambia: c’è bisogno di una dose di richiamo. PLoS One 2013; 8: e58029.
  843. Poovorawan Y, Chongsrisawat V, Theamboonlers A, et al. Persistenza e memoria immunitaria al vaccino contro l’epatite B 20 anni dopo la vaccinazione primaria dei bambini thailandesi, nati da HBsAg e HBeAg positivi madri. Vaccini umani e Immunotherapeutics 2012; 8: 896-904.
  844. CDC. guida CDC per la valutazione personale sanitario per la protezione da virus dell’epatite B e per l’amministrazione la gestione post-esposizione. MMWR Raccom Rep 2013; 62 (. No RR-10).
  845. Klausner JD, Kohn R, Kent C. eziologia di proctite clinica tra gli uomini che hanno rapporti sessuali con gli uomini. Clin Infect Dis 2004; 38: 300-2.
  846. Rompalo AM. Diagnosi e trattamento della colite acquisiti sessualmente e proctocolitis: un aggiornamento. Clin Infect Dis 1999; 28 (Suppl 1): S84-90.
  847. McLean CA, Stoner BP, Workowski KA. Trattamento di linfogranuloma venereo. Clin Infect Dis 2007; 44 (Suppl 3): S147-52.
  848. Van der Bij AK, Spaargaren J, Morre SA, et al. implicazioni diagnostiche e cliniche di ano-rettale linfogranuloma venereo negli uomini che hanno rapporti sessuali con gli uomini: uno studio retrospettivo caso-controllo. Clin Infect Dis 2006; 42: 186-94.
  849. Galiczynski EM, Jr. Elston DM. Che cosa ti rode? pidocchi (Pthirus pube). Cutis 2008; 81: 109-14.
  850. Meinking TL, Serrano L, Hard B, et al. Comparativo in vitro pediculicidal efficacia dei trattamenti in una popolazione resistente pidocchi negli Stati Uniti. Arch Dermatol 2002; 138: 220-4.
  851. Yoon KS, Gao JR, Lee SH, et al. Permetrina resistente pidocchi umana, Pediculus capitis, e il loro trattamento. Arch Dermatol 2003; 139: 994-1000.
  852. Burkhart CG, Burkhart CN. ivermectina orale per Phthirus pube. J Am Acad Dermatol 2004; 51: 1037-8.
  853. Scott GR, Chosidow O. direttiva europea per la gestione della pediculosi del pube, 2010. Rivista internazionale di STD e AIDS 2011; 22: 304-5.
  854. Goldust M, Rezaee E, Raghifar R, et al. Confrontando l’efficacia di ivermectina orale vs malathion 0,5% Lozione per il trattamento della scabbia. SkinMed 2014; 12: 284-7.
  855. Nolan K, J Kamrath, Levitt tossicità J. lindano: una rassegna completa della letteratura medica. Pediatr Dermatol 2012; 29: 141-6.
  856. Shimose L, LS Munoz-prezzo. Diagnosi, prevenzione e trattamento della scabbia. Curr Infect Dis Rep 2013; 15: 426-31.
  857. Monsel G, Chosidow O. Gestione di scabbia. Pelle Terapia Lett 2012; 17: 1-4.
  858. Currie BJ, McCarthy JS. Permetrina e ivermectina per la scabbia. N Engl J Med 2010; 362: 717-25.
  859. Barkwell R, Shields S. morti associate al trattamento ivermectina di scabbia. Lancet 1997; 349: 1144-5.
  860. Mounsey KE, Holt DC, McCarthy J, et al. Scabbia: prospettive molecolari ed implicazioni terapeutiche a fronte di resistenza ai farmaci emergenti. Future Microbiol 2008; 3: 57-66.
  861. Mounsey KE, Holt DC, McCarthy JS, et al. prove longitudinale di aumentare la tolleranza in vitro di acari della scabbia di ivermectina nelle comunità scabbia-endemiche. Arch Dermatol 2009; 145: 840-1.
  862. Mounsey KE, McCarthy JS, Walton SF. Graffiare il prurito: nuovi strumenti per far avanzare la comprensione di scabbia. Tendenze Parasitol 2013; 29: 35-42.
  863. Roberts LJ, Huffam SE, Walton SF, et al. scabbia crostose: risultati clinici e immunologici in settantotto pazienti e una revisione della letteratura. J Infect 2005; 50: 375-81.
  864. Ortega-Loayza AG, McCall CO, Nunley JR. scabbia crosta di più dosi di ivermectina. Journal of Drugs in Dermatology 2013; 12: 584-5.
  865. Bouvresse S, scabbia Chosidow O. in ambienti sanitari. Curr Opin Infect Dis 2010; 23: 111-8.
  866. Ackerman DR, Zucchero NF, Belle DN, et al. vittime di violenza sessuale: fattori associati alla cura di follow-up. Am J Obstet Gynecol 2006; 194: 1653-9.
  867. Parekh V, Brown CB. Follow-up di pazienti che sono stati aggredite sessualmente di recente. Sex Transm Infect 2003; 79: 349.
  868. Unger ER, Fajman NN, Maloney EM, et al. Anogenitale papillomavirus umano nei bambini vittime di abusi sessuali e nonabused: uno studio multicentrico. Pediatrics 2011; 128: e658-65.
  869. Kreimer AR, Rodriguez AC, Hildesheim A, et al. Valutazione prova di principio dell’efficacia di meno di tre dosi di un bivalente HPV16 / 18 vaccino. J Natl Cancer Inst 2011; 103: 1444-1451.
  870. Claydon E, Murphy S, Osborne EM, et al. Lo stupro e l’HIV. Int J STD AIDS 1991; 2: 200-1.
  871. Murphy S, Cucina V, Harris JR, et al. Lo stupro e la successiva sieroconversione all’HIV. BMJ 1989; 299: 718.
  872. Varghese B, Maher JE, Peterman TA, et al. Ridurre il rischio di trasmissione per via sessuale dell’HIV: quantificare il rischio per-agire per l’HIV sulla base della scelta del partner, atto sessuale, e l’uso del preservativo. Sex Transm Dis 2002; 29: 38-43.
  873. Cardo DM, Culver DH, Ciesielski CA, et al. Uno studio caso-controllo di sieroconversione HIV negli operatori sanitari dopo l’esposizione percutanea. N Engl J Med 1997; 337: 1485-1490.
  874. Kuhar DT, Henderson DK, Struble KA, et al. Aggiornato linee guida US Public Health Service per la gestione delle esposizioni professionali a virus dell’immunodeficienza umana e raccomandazioni per la profilassi post-esposizione. Infettare controllo Hosp Epidemiol 2013; 34: 875-92.
  875. Du Mont J, Myhr TL, Husson H, et al. HIV profilassi post-esposizione uso tra Ontario donne vittime di violenza sessuale degli adolescenti: un’analisi prospettica. Sex Transm Dis 2008; 35: 973-8.
  876. Neu N, Heffernan-Vacca S, Millery M, et al. profilassi post-esposizione per l’HIV nei bambini e negli adolescenti dopo violenza sessuale: uno studio osservazionale prospettico in un centro medico urbano. Sex Transm Dis 2007; 34: 65-8.
  877. Loutfy MR, Macdonald S, Myhr T, et al. studio prospettico di coorte di HIV profilassi post-esposizione per aggressioni sessuali sopravvissuti. Antivir Ther 2008; 13: 87-95.
  878. Jenny C, Crawford-Jakubiak JE, commissione per Child Abuse and Neglect, et al. La valutazione dei bambini in cure primarie impostazione quando si sospetta l’abuso sessuale. Pediatrics 2013; 132: e558-67.
  879. Girardet RG, Lahoti S, Howard LA, et al. Epidemiologia delle infezioni sessualmente trasmesse a presunti bambini vittime di violenza sessuale. Pediatrics 2009; 124: 79-86.
  880. Nero CM, Driebe EM, Howard LA, et al. studio multicentrico di nucleico test di amplificazione degli acidi per il rilevamento di Chlamydia trachomatis e Neisseria gonorrhoeae nei bambini in corso di valutazione per gli abusi sessuali. Pediatr Infect Dis J 2009; 28: 608-13.
  881. Schwandt A, Williams C, Beigi RH. trasmissione perinatale Trichomonas vaginalis. un caso clinico. J Reprod Med 2008; 53: 59-61.
  882. Campana TA, Stamm WE, Wang SP, et al. cronico Chlamydia trachomatis infezioni nei neonati. JAMA 1992; 267: 400-2.
  883. Schachter J, M Grossman, dolce RL, et al. Studio prospettico di trasmissione perinatale Chlamydia trachomatis. JAMA 1986; 255: 3374-7.
  884. Jones V, Smith SJ, Omar HA. la trasmissione non sessuale delle verruche anogenitali nei bambini: un’analisi retrospettiva. La Scientific World Journal 2007; 7: 1896-9.
  885. Smith EM, Swarnavel S, Ritchie JM, et al. La prevalenza di papillomavirus umano nella cavità orale / orofaringe in un’ampia popolazione di bambini e adolescenti. Pediatr Infect Dis J 2007; 26: 836-40.
  886. Gavril AR, Kellogg ND, Nair P. Valore di esami di follow-up dei bambini e degli adolescenti valutati per abusi sessuali e aggressioni. Pediatrics 2012; 129: 282-9.
  887. Bandea CI, Joseph K, Secor EW, et al. Sviluppo di PCR per il rilevamento di Trichomonas vaginalis in campioni di urina. J Clin Microbiol 2013; 51: 1298-300.
  888. Gallion HR, Dupree LJ, Scott TA, et al. La diagnosi di Trichomonas vaginalis nei bambini e negli adolescenti di sesso femminile valutati per un possibile abuso sessuale: un confronto tra il metodo di cultura televisiva InPouch e bagnato montaggio microscopia. J Pediatr Adolesc Gynecol 2009; 22: 300-5.
  889. Lalor K, McElvaney R. Bambino abusi sessuali, collegamenti a programmi di sfruttamento sessuale / comportamenti sessuali ad alto rischio, e la prevenzione / trattamento successive. Trauma Violenza e abusi 2010; 11: 159-77.
  890. Girardet RG, Lemme S, Biason TA, et al. HIV profilassi post-esposizione in bambini e adolescenti che presentano per violenza sessuale segnalati. Child Abuse Negl 2009; 33: 173-8.
  891. Pannello in terapia antiretrovirale e la gestione medica di infezione da HIV bambini. Linee guida per l’uso di agenti antiretrovirali nell’infezione da HIV pediatrico. Disponibile a: http://aidsinfo.nih.gov/contentfiles/lvguidelines/pediatricguidelines.pdf. Del 2012.
  892. Havens PL, American Academy of Pediatrics comitato su Pediatric AIDS. Profilassi post-esposizione in bambini e adolescenti per l’esposizione non professionale al virus dell’immunodeficienza umana. Pediatrics 2003; 111 (6 Pt 1): 1475-1489.

Seguire STD

Formati file di aiuto:
DI
LEGALE

Related posts

  • Screening e trattamento per sessualmente …

    Articolo sezioni Infezioni durante la gravidanza influenzano la madre e spesso il bambino, sia in utero o al momento della consegna. Molte infezioni sono stati collegati ad un aumentato rischio di …

  • Sesso dopo il trattamento Chlamydia …

    Sesso dopo Chlamydia trattamento si può ottenere la clamidia da avere sesso orale o anale con qualcuno che è stato infettato da questo disease.Additionally, rapporti sessuali non protetti con qualcuno che ha questo …

  • Patogenesi, diagnosi e il trattamento …

    Citation Mayo Clin Proc. 2001 Ottobre; 76 (10): 1021-9. Estratto epatopatia alcolica relativo è una delle principali cause di morbilità e mortalità negli Stati Uniti. malattia epatica alcolica comprende una …

  • Dolore pelvico-Cause Trattamento…

    Panoramica L’intero corpo superiore poggia sul bacino. Sottolinea vengono irradiate attraverso la colonna vertebrale, la muscolatura abominal, e gli organi addominali. Per questo motivo, la diagnosi di …

  • STD trattamento, il trattamento dei sintomi std.

    Informazioni sulla salute e STD opzioni di trattamento Malattie sessualmente trasmissibili o malattie sessualmente trasmissibili, sono le infezioni contagiose che si diffondono attraverso il contatto sessuale. Herpes è un STD comune che può causare genitale …

  • Spinale tubercolosi, il trattamento della tubercolosi spinale.

    Thomas Apostolou, Panagiotis Givissis, Ioanna Chatziprodromidou, Iosafat Pinto, Lazaros Tagalidis, Panagiotis Savvidis Thomas Apostolou, Panagiotis Givissis, Iosafat Pinto, Lazaros Tagalidis, …