Prevenzione della trasmissione madre-figlio …

Prevenzione della trasmissione madre-figlio ...

HIV può essere trasmesso da una donna sieropositiva al suo bambino durante la gravidanza, il parto e l’allattamento al seno. Da madre a figlio di trasmissione (MTCT) incide per oltre il 90% delle nuove infezioni da HIV tra children.1

  • prevenire nuove infezioni da HIV tra le donne in età fertile
  • prevenire le gravidanze indesiderate tra le donne che vivono con l’HIV
  • prevenzione della trasmissione dell’HIV da una donna che vive con l’HIV al suo bambino
  • fornendo un adeguato trattamento, cura e sostegno alle madri che vivono con l’HIV e ai loro figli e families.4

Linee guida per le donne incinte e che allattano vivono con l’HIV

Linee guida per i bambini HIV-esposti

Tutti i bambini nati da madri sieropositive dovrebbero ricevere un ciclo di trattamento antiretrovirale il più presto possibile dopo la nascita. Il trattamento deve essere collegato al corso della madre di farmaci antiretrovirali e il metodo di alimentazione infantile.

  • L’allattamento al seno – il bambino dovrebbe ricevere nevirapina una volta al giorno dalla nascita per sei settimane.
  • alimentazione sostituzione – il bambino dovrebbe ricevere nevirapina una volta al giorno (o zidovudina due volte al giorno), dalla nascita per quattro a sei settimane.

Alle quattro a sei settimane di vita, tutti i bambini che sono nati da madri sieropositive dovrebbe essere data una diagnosi infantile precoce. Un altro test HIV dovrebbe essere fatto a 18 mesi e / o durante l’allattamento estremità per fornire la diagnosis.6 infantile finale

E ‘stato stimato che l’effettiva scala di interventi in questi paesi impedirebbe oltre 250.000 nuove infezioni annually.8

I progressi nella prevenzione della trasmissione da madre a figlio

Progress tra le donne incinte e che allattano

Il progresso tra i bambini

Ad esempio, la ricerca del Togo ha registrato un assorbimento di HIV test 92% tra i partecipanti dove:

  • 77% delle donne in gravidanza ha convenuto che il sesso non protetto ha aumentato il rischio di trasmissione dell’HIV al loro bambino
  • 61% ha riconosciuto che il rischio di trasmissione del virus HIV al loro bambino era più alto per l’allattamento misto che per breastfeeding.20 esclusivo

La conoscenza dello stato di HIV

La conoscenza dello stato di HIV è di vitale importanza al fine che le donne incinte accedere al trattamento e la cura appropriata per se stessi e la loro infants.23 nascituro

Confusione su allattamento al seno esclusivo

Uno studio del Malawi ha riferito che mentre la maggior parte delle madri sceglie di allattare esclusivamente perché "questo è il consiglio che danno alle donne sieropositive", La maggior parte delle madri hanno riferito alimentazione mista nei primi sei mesi. Un certo numero di motivi è stata data per questo comprese le pratiche tradizionali di alimentazione, una scarsa comprensione di ciò che l’allattamento esclusivo comporta, così come la scarsa comunicazione sul perché le donne dovrebbero esclusivamente breastfeed.25

E ‘stato stimato che oltre il 50% delle trasmissioni di HIV verticali da madre a figlio a livello globale può essere attribuito all’effetto cumulativo di stigma.28

In alcuni paesi, le donne in gravidanza che rivelano il loro stato di HIV possono essere fisicamente o verbalmente abusato o socialmente emarginati.

"Non ho prenotato in una clinica prenatale perché avevo paura che mi avrebbero test per l’HIV, così ho evitato come mi sono detto che potrei essere trovato per avere questa malattia." 31

  • stigmatizzazione della comunità percepita

". self-stigma è stato in molti casi derivati ​​da giudizio morale di uno di sé per non soddisfano i ruoli di genere tradizionali di moglie e madre." 33

Stigma in ambienti sanitari

Alcuni operatori sanitari sono titubanti circa la gestione della consegna dei bambini nati da madri sieropositive per paura di infezione da HIV. Uno studio condotto da Etiopia ha riportato che:

Nei casi più gravi, le donne segnalano l’abuso diretta da operatori sanitari. Una donna sieropositiva dal Messico ha riportato una interazione con il suo medico:

"Come si può anche pensare di rimanere incinta, sapendo che si uccidere il vostro bambino perché sei positivo. ‘Non minacciato di vedermi di nuovo se sono rimasta incinta. Mi ha detto che ero ‘irresponsabile’, una cattiva madre, e che mi è stato certamente correndo intorno infettare altre persone." 35

Anche se il test HIV non è obbligatoria, il modo in cui alcuni operatori sanitari parlano può portare le donne a credere che sia. Come risultato, molti ritardi o evitare servizi prenatali, rischiando la loro salute. In uno studio dal Sud Africa, una donna di KwaZulu-Natal ha detto:

"I test non era facoltativo, era obbligatoria … Se non si prova non ha avuto corsi prenatali, tutti dovevano passare attraverso le prove." 36

Paese e clinica risorse

Questi fattori significano spesso lunghi tempi per la consulenza post-test e molti congedo in attesa senza ottenere la loro prova results.38 HIV

Opzione B + sfide

Uno studio condotto da Lilongwe, Malawi, ha osservato che alcuni partecipanti bisogno di tempo, se era per discutere il loro status con il proprio partner o personalmente accettare il loro stato di HIV: .42

“Io non li [ART] potevo accettare per la ragione del mio partner … Il padre del bambino, posso dire che potremmo avere dei problemi … avevo paura che sarebbe stato folle e anche il nostro matrimonio potrebbe essere compromessa.”

“Volevo che i miei parenti di conoscere il mio stato, non posso ricevere la droga e portarli a casa mentre sono venuto qui per servizi prenatali, sarebbero sorpresi …”.

Gli effetti collaterali sono stati la barriera più comunemente riportati di aderenza e sono risultati essere gli ostacoli più significativi rispetto ai precedenti studi sulle barriere in non-B + contexts.43 Un altro studio dello stesso paese ha rivelato che le donne che hanno iniziato il trattamento nel contesto di B + erano cinque volte più probabilità di essere persi al follow-up rispetto a coloro che hanno iniziato il trattamento per la propria health.44

credenze culturali e le dinamiche di genere

In molti ambienti, i ruoli di genere tradizionali e le credenze culturali fanno sì che gli uomini spesso a prendere decisioni che determinano la partecipazione delle donne HIV testing.45 Uno studio ha riportato che in alcuni paesi, il 75% delle donne ha detto che i loro mariti a prendere decisioni da solo per la salute per la loro families.46

Gli uomini inoltre segnalano atteggiamenti negativi da parte dei membri della comunità quando scortare i loro coniugi di cliniche prenatali. Un rapporto da Uganda ha dichiarato:

coinvolgimento Maschio

In generale, la ricerca ha messo in evidenza l’impatto positivo della partecipazione maschile in programmi per prevenire la trasmissione madre-figlio del virus HIV per affrontare le nuove infezioni tra infants.49

In confronto, le donne nei rapporti con i maschi non solidale, che non ha discusso questioni riproduttive hanno segnalato la violenza, l’abbandono o la paura di abandonment.51 Molti studi hanno riportato shock, l’incredulità, la violenza e la discriminazione tra i partner maschi di donne in gravidanza che rivelano la loro status.52 HIV 53

Vuoi commentare questa pagina?

Related posts

  • formula di soia per la prevenzione di …

    Quando i bambini non vengono allattati esclusivamente al seno, l’evidenza suggerisce che l’uso di una formula di soia invece di formula di latte vaccino non riduce le allergie nei neonati e nei bambini. Gli alimenti per lattanti hanno …

  • Prevenire da madre a figlio di trasmissione …

    Punti chiave da madre a figlio di trasmissione del virus HIV è la diffusione del virus HIV da una donna affetta da HIV al suo bambino durante la gravidanza, il parto (chiamato anche travaglio e del parto), o l’allattamento al seno …

  • Prevenzione di aterosclerosi …

    I farmaci senza etichetta a prevenire l’aterosclerosi: Alcuni dei farmaci senza etichetta della possibile prevenzione di aterosclerosi possono includere: Amlodipine Lotrel Norvasc Isradipina DynaCirc …

  • Arachidi prevenzione delle allergie, arachidi …

    Arachidi prevenzione delle allergie può essere considerato da due prospettive: arachidi prevenzione delle allergie da sviluppare nelle donne in gravidanza, e la prevenzione allergia alle arachidi da una reazione allergica per coloro …

  • I probiotici per la prevenzione delle recidive di …

    Astratti Parole chiave Introduzione va detto che i nomi di alcuni ceppi di lattobacilli sono cambiate di recente. Lactobacillus acidophilus RC-14 e Lactobacillus fermentum RC-14 …

  • Prevenzione e trattamento dell’incontinenza-associati …

    La revisione ha valutato gli interventi per la prevenzione e il trattamento della dermatite incontinenza associata e ha raccomandato regimi strutturati, che hanno incluso: pulizia della pelle (che utilizzano la pelle perineale …