Polmonite dopo l’ictus, polmonite dopo l’ictus.

Polmonite dopo l'ictus, polmonite dopo l'ictus.

  1. Ruijun Ji. MD, PhD;
  2. Haipeng Shen. PhD;
  3. Yuesong Pan. PhD;
  4. Wanliang Du. MD, PhD;
  5. Penglian Wang. MD, PhD;
  6. Gaifen Liu. MD, PhD;
  7. Yilong Wang. MD, PhD;
  8. Hao Li. PhD;
  9. Xingquan Zhao. MD, PhD;
  10. Yongjun Wang. MD;
  11. in nome della corsa investigatori China National Registry
  1. Dal Stroke Centro Tiantan completa, Tiantan Hospital, Capitale Medical University, Pechino, Cina (R.J. Y.P. W.D. P.W. G.L. Yilong Wang, H.L. X.Z. Yongjun Wang); Centro China National Ricerca Clinica per le malattie neurologiche, Pechino, Cina (R.J. Y.P. W.D. P.W. G.L. Yilong Wang, H.L. X.Z. Yongjun Wang); e Dipartimento di Statistica e Ricerca Operativa, University of North Carolina, Chapel Hill (H.S.).

Astratto

Contesto e lo Scopo Abbiamo puntato a sviluppare un punteggio di rischio (emorragia intracerebrale associata punteggio polmonite, ICH-APS) per prevedere la polmonite ictus associata acquisita in ospedale (SAP) dopo ICH.

metodi- L’ICH-APS è stata sviluppata sulla base della China National Stroke Registry (CNSR), in cui i pazienti eleggibili sono stati divisi casualmente in derivazione (60%) e la convalida (40%) coorti. Le variabili di routine raccolti al momento della presentazione sono stati utilizzati per la previsione di SAP dopo ICH. Per testare il valore aggiunto di misura di volume dell’ematoma, abbiamo sviluppato separatamente 2 modelli con (ICH-APS-B) e il volume dell’ematoma senza (ICH-APS-A) incluso. Multivariata di regressione logistica è stata effettuata per identificare i predittori indipendenti. L’area sotto la curva caratteristica di funzionamento (AUROC), Hosmer-Lemeshow la bontà di adattamento di prova, e l’indice di discriminazione integrato sono stati usati per valutare la discriminazione modello, la calibrazione, e riclassificazione, rispettivamente.

Risultati Il SAP è stata del 16,4% e del 17,7% nella derivazione generale (n = 2.998) e la convalida (n = 2000) coorti, rispettivamente. A 23 punti ICH-APS-A è stato sviluppato sulla base di un insieme di predittori e ha mostrato una buona discriminazione nella derivazione generale (AUROC, 0,75; 95% intervallo di confidenza, 0,72-0,77) e di validazione (AUROC, 0.76; 95% intervallo di confidenza , 0.71-0.79) coorti. L’ICH-APS-A è stato più sensibile per i pazienti con la durata del soggiorno gt; 48 ore (AUROC, 0,78; 95% intervallo di confidenza, 0.75-0.81) rispetto a quelli con durata del soggiorno lt; 48 ore (AUROC, 0,64; 95% intervallo di confidenza, 0,55-0,73). L’ICH-APS-A è stato ben calibrato (test di Hosmer-Lemeshow) nella derivazione (P = 0.20) e di validazione (P = 0,66) coorti. Allo stesso modo, un 26-point ICH-APS-B è stato stabilito. L’ICH-APS-A e ICH-APS-B non erano significativamente differenti in discriminazione e riclassificazione per SAP dopo ICH.

Conclusione- L’ICH-APS sono punteggi di rischio validi per prevedere SAP dopo ICH, soprattutto per i pazienti con la durata del soggiorno gt; 48 ore.

introduzione

Spontanea emorragia intracerebrale (ICH) rappresenta il 10% al 15% di tutti gli ictus ed è una delle principali cause di mortalità per ictus-correlata e morbilità in tutto il mondo. I pazienti con ICH sono generalmente a rischio di sviluppare una polmonite stroke-associato (SAP) durante l’ospedalizzazione acuta. La prova ha dimostrato che SAP non solo aumenta la durata della degenza ospedaliera (LOS) e costo medico 1, 2 ma è anche un importante fattore di rischio di mortalità e morbilità dopo ictus acuto. 3, 4

Nello studio, abbiamo voluto sviluppare un punteggio di rischio (punteggio polmonite ICH-associata, ICH-APS) per predire SAP dopo ICH utilizzando le variabili di routine raccolti al momento della presentazione. Come risultato del fatto che il volume ematoma è un importante predittore prognostico dopo ICH, 21, 22 abbiamo sviluppato separatamente 2 modelli con (ICH-APS-B) e senza (ICH-APS-A) Volume ematoma per verificare il valore aggiunto di il volume dell’ematoma misura.

metodi

I partecipanti allo studio

Raccolta dati e traduzione Variabile

Analisi statistica

Tutti i test sono stati 2 dalla coda, e la significatività statistica è stata determinata a α livello di 0,05. L’analisi statistica è stata effettuata utilizzando SAS 9.1 (SAS Institute, Cary, NC), SPSS 17.0 (SPSS Inc., Chicago, IL), e il software MedCalc 12.3 (MedCalc, Ostenda, Belgio).

risultati

Caratteristiche dei pazienti

L’analisi univariata per i potenziali predittori di SAP dopo ICH nella coorte di derivazione (n = 2998) è riportata nella tabella IV nella esclusivamente online Supplemento dati, ed i predittori multivariati sono elencati nella tabella 2. Età (P lt; 0,001), il fumo corrente (P = 0,007), il consumo di alcol in eccesso (P = 0.005), malattia polmonare ostruttiva cronica (P lt; 0,001), la dipendenza prestroke (P = 0.001), l’ingresso punteggio Glasgow Coma Scale (P = 0.02), di ammissione National Institutes of punteggio Salute Stroke Scale (P lt; 0,001), disfagia (P lt; 0,001), posizione ICH (P = 0.02), e l’estensione intraventricolare (P = 0.02) sono stati identificati come predittori di SAP dopo ICH. La tolleranza di covariate nel modello finale era compresa tra 0,61 e 0,99; il fattore di inflazione media varianza è stata 1.16 (range 1,02-1,96).

Per derivare un valore intero per ogni predittore, il coefficiente β del fumo attuali sono stati utilizzati come riferimento, e il valore è stato arrotondato all’intero più vicino (diversi modelli sono stati stabiliti utilizzando coefficiente β di altre predittori come riferimento, e la discriminazione di questi modelli era simili [dati non mostrati]). Il sistema di punteggio del ICH-APS-A è mostrato in Figura 1. La mediana ICH-APS-A punteggio 4 (range, 0-20) nella coorte di derivazione. Le categorie di rischio sono stati assegnati in incrementi di 4 punti, e l’entità del ICH-APS-A aveva implicazione prognostica (Figura 2).

Emorragia intracerebrale associata punteggio polmonite (ICH-APS). BPCO indica broncopneumopatia cronica ostruttiva; GCS, Glasgow Coma Scale; ICH, emorragia intracerebrale; mRS, scala Rankin modificata; e NIHSS, National Institutes of Health Stroke Scale.

Percentuale di polmonite stroke-associato (SAP) dopo emorragia intracerebrale (ICH) in base al punteggio polmonite ICH-associato (APS) senza volume dell’ematoma (ICH-APS-A) e ICH-APS con il volume dell’ematoma (ICH-APS-B) . Il dato mostra proporzione di SAP dopo ICH secondo l’ICH-APS-A e ICH-APS-B. Il rischio potenziale di SAP dopo ICH è aumentato costantemente con una maggiore ICH-APS-A (UN ) E ICH-APS-B (B ). Le barre di errore indicano il 95% intervallo di confidenza per la proporzione di SAP dopo ICH in ciascuna categoria di rischio.

Le prestazioni (AUROC) del ICH-APS-A nelle coorti complessivi derivazione e validazione era 0,75 (95% intervallo di confidenza [IC], 0,72-0,77) e 0,76 (95% CI, 0,71-0,79), rispettivamente. È interessante notare che la ICH-APS-A ha mostrato molto migliore discriminazione per i pazienti con LOS gt; 48 ore (AUROC, 0,78; 95% CI, 0.75-0.81) rispetto ai pazienti con LOS lt; 48 ore (AUROC, 0,64; 95% CI, 0,55-0,73; Tabella 3). Il test di Hosmer-Lemeshow non è stata significativa nella derivazione generale (P = 0.20) e di validazione (P = 0,66) coorti. Il rischio previsto e osservato di SAP dopo ICH era in stretto accordo in base al 10 decili di rischio previsti nelle coorti complessivi derivazione e validazione (Figura II nel esclusivamente online Supplemento dati). Simile buona taratura è stata osservata nei pazienti con LOS gt; 48 ore (Figura III nel solo online Supplemento dati).

Le caratteristiche cliniche di popolazione di studio per sviluppare l’ICH-APS-B sono riportati nella Tabella III nella esclusivamente online Supplemento dati. I predittori multivariabile di SAP dopo ICH sono elencati nella Tabella 2. e il sistema di punteggio di ICH-APS-B è mostrato in Figura 1. La mediana ICH-APS-B era 4 (range 0-20) nella coorte derivazione ( n = 2507). Le prestazioni (AUROC) del ICH-APS-B nelle coorti complessivi derivazione e validazione era 0,74 (95% CI, 0,71-,76) e 0.73 (95% CI, 0,70-0,76), rispettivamente. Analogamente, il ICH-APS-B era più sensibile per i pazienti con LOS gt; 48 ore (Tabella 3). Il test di Hosmer-Lemeshow non è stata significativa nella derivazione generale (P = 0,10) e di validazione (P = 0,17) coorti. Il rischio previsto e osservato di SAP dopo ICH era in stretto accordo in base al 10 decili di rischio previsto (figura II nel esclusivamente online Supplemento dati). Simile buona taratura è stata osservata nei pazienti con LOS gt; 48 ore (Figura III nel solo online Supplemento dati).

Confronto della ICH-APS-A e ICH-APS-B

Discriminazione della ICH-APS-A e ICH-APS-B per SAP dopo ICH è mostrato nella tabella V esclusivamente online Supplemento dati. La differenza di discriminazione tra ICH-APS-A e ICH-APS-B non era statisticamente significativa nella derivazione (n = 2507), la convalida (n = 1708), e in generale (n = 4215) coorti utilizzati per sviluppare ICH-APS -B. Due modelli avevano simile indice massimo Youden e associato il valore predittivo positivo e valore predittivo negativo (Tabella V nel esclusivamente online Supplemento dati). L’indice di discriminazione integrata per il confronto del ICH-APS-A e ICH-APS-B era 0,0365 (P = 0.46).

Discussione

Nello studio, abbiamo sviluppato un punteggio di rischio per predire SAP dopo ICH. Abbiamo sviluppato separatamente 2 modelli (con e senza volume ematoma) in base al set di predittori di SAP dopo ICH. Entrambi i modelli hanno mostrato una buona discriminazione e la taratura nelle coorti complessivi derivazione e validazione. Nel frattempo, entrambi i modelli hanno dimostrato di essere più sensibile per i pazienti con LOS gt; 48 ore. Due modelli non erano significativamente differenti in discriminazione e riclassificazione per SAP dopo ICH.

Il nostro studio ha dei limiti che meritano un commento. In primo luogo, come tutti gli studi osservazionali, non possiamo escludere la possibilità che la variabile di riferimento aggiuntivo (fattori di confondimento non misurati) potrebbe avere un certo impatto sul rischio di SAP dopo ICH. In secondo luogo, il nostro studio ha incluso pazienti ospedalizzati solo, e quei pazienti che sono morti nel reparto di emergenza o trattati in ambulatori non sono stati inclusi. Nel frattempo, come la maggior parte dei registri, il nostro registro richiesto il consenso informato, e bias di selezione era inevitabile. 42 In terzo luogo, perché i pazienti nella rete CNSR non sono stati regolarmente sottoposti a screening per disturbi della deglutizione, il tasso di disfagia potrebbe essere sottovalutato nella CNSR. In quarto luogo, perché abbiamo solo informazioni sulla nuova insorgenza SAP durante il ricovero senza documentazione della data esatta, i nostri dati non consentono di differenziare se SAP provoca la ventilazione meccanica o ventilazione meccanica provoca la polmonite. Studi precedenti hanno indicato che la polmonite dopo ictus acuto potrebbe precedere la ventilazione meccanica, 43 rendendo così la polmonite un possibile fattore di rischio per la ventilazione meccanica dopo un ictus e non necessariamente viceversa. Inoltre, il nostro obiettivo primario era quello di sviluppare un modello predittivo per la polmonite dopo ICH utilizzando le variabili al momento della presentazione. Per questo motivo non ha incluso la ventilazione meccanica nel nostro modello. Infine, sia la derivazione e coorti di convalida originati dalla popolazione asiatica, e ICH-APS deve essere ulteriormente convalidato nelle popolazioni aggiuntive.

In conclusione, l’ICH-APS sono validi scale di valutazione clinica per predire SAP dopo ICH al momento della presentazione, in particolare per i pazienti con LOS gt; 48 ore. Ulteriori studi per convalidare l’ICH-APS sono necessari in diverse popolazioni.

Appendice: Gli investigatori CNSR

Ringraziamenti

Le fonti di finanziamento

Related posts

  • Polmonite dopo l’ictus, polmonite dopo l’ictus.

    Priorità bassa e lo Scopo di polmonite è una delle principali cause di morbilità e mortalità dopo ictus. Si è voluto determinare le caratteristiche fondamentali che consentirebbero la previsione di quei pazienti che …

  • PLoS ONE pneumococcica La polmonite …

    Ha contribuito ugualmente a questo lavoro con: Li-Fu Chen, Hsin-Pai Chen Affiliazione Dipartimento di Medicina d’emergenza, National Yang-Ming University Hospital, I-Lan, Taiwan Contributo anche per questo …

  • pazienti con polmonite quasi il doppio …

    ANN ARBOR, Mich -. Le conseguenze a lungo termine di polmonite può essere più dannoso per la salute di una persona di avere un attacco di cuore, secondo la ricerca congiunta presso la University of Michigan …

  • Post-ictus aspirazione polmonite, post-polmonite.

    Mary Ann E. Zagaria, PharmD, MS, CGP Senior Care Consultant Farmacista e Presidente della MZ Associates, Inc. Norwich, NY www.mzassociatesinc.com destinatario di Eccellenza nel geriatrica Farmacia …

  • Polmonite Guida, riprendendo da una polmonite fatica.

    Vedi anche: La polmonite scritto per i pazienti fattori di rischio [1] Età: in particolare i neonati, i bambini e gli anziani. Stile di vita: fumo, alcol. Precedente infezioni virali – per esempio, l’influenza …

  • La polmonite negli anziani, sintomi di polmonite negli anziani.

    Micro-aspirazione è comune negli anziani e probabilmente contribuisce alla patofisiologia polmonite polmonite acquisita in comunità (CAP) – approccio semplice Not in ospedale o casa di cura all’interno di …