L’alimentazione per termine e sani neonati …

L'alimentazione per termine e sani neonati ...

Una dichiarazione congiunta di Health Canada, Canadian Paediatric Society, Dietisti del Canada, e del Comitato allattamento al seno per il Canada

Per informazioni e idee su come rispondere alle domande dei genitori e gli operatori sanitari, vedi:

Principi e raccomandazioni per la nutrizione infantile dalla nascita ai sei mesi

  • Consiglia l’allattamento al seno esclusivo per i primi sei mesi.
  • Attuare le politiche e le pratiche di Initiative baby-friendly (BFI) per ospedali e servizi sanitari della comunità.
  • Consiglia un supplemento giornaliero di vitamina D di 10 g (400 UI) per i neonati allattati al seno.
  • Consiglia a base di carne, le alternative a base di carne e cereali arricchiti di ferro come primi alimenti complementari di un neonato.
  • Utilizzare i grafici della crescita Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) per il Canada per il controllo ottimale della crescita infantile.
  • Spiega che i cambiamenti di alimentazione fanno poco per gestire coliche infantili.
  • Educare l’ampia variazione nella normale funzione intestinale, notando che la vera stitichezza è rara.
  • Rassicurare che il reflusso o ‘rigurgito’ è comune e ha bisogno raramente trattamento.
  • Gestire da lieve a moderata disidratazione da gastroenterite acuta con proseguito l’allattamento al seno e la terapia di reidratazione orale.
  • Consiglia un’alternativa accettabile per l’allattamento al seno per le madri che sono HIV-infetti.
  • Consigliano che la maggior parte dei farmaci sono compatibili con l’allattamento al seno. Adottare un approccio caso per caso, quando una madre sta usando farmaci o droghe.

Alcuni bambini non possono essere allattati esclusivamente al seno per motivi personali, medici o sociali. Le loro famiglie hanno bisogno di sostegno nutrizionale per ottimizzare il benessere del bambino. Il Codice Internazionale sulla Commercializzazione dei Sostituti del Latte Materno (OMS, 1981) consiglia ai professionisti sanitari di informare i genitori circa l’importanza dell’allattamento al seno, i costi personali, sociali, economiche e di alimentazione artificiale, e la difficoltà di invertire la decisione di non allattare al seno. Individualmente consiglio quelle famiglie che hanno fatto una scelta pienamente informata di non allattare sull’uso di sostituti del latte materno.

Ringraziamenti

L’alimentazione infantile gruppo di lavoro congiunto stata una collaborazione tra Health Canada e le organizzazioni nazionali. I membri del gruppo di lavoro provenivano dalle seguenti organizzazioni:

  • Comitato Nutrizione e Gastroenterologia del Canadian Paediatric Society (CPS)
  • Dietologi del Canada (DC)
  • L’allattamento al seno Comitato per il Canada (BCC)
  • Agenzia di sanità pubblica del Canada (PHAC)
  • Health Canada (HC)

Il gruppo di lavoro ha ricevuto indicazioni dal alimentazione infantile Gruppo consultivo di esperti, nonché un’ampia consultazione delle parti interessate.

I membri del gruppo di esperti di alimentazione infantile consultivo: Alison Barrett, Gisle Conway, Laura Haiek, Sheila Innis, Gerry Kasten, Jack Newman, Daniel Roth, Nancy Watters

I partecipanti alla alimentazione infantile Gruppo di lavoro congiunto: Becky Blair (DC), Julie Castleman (PHAC), Genevieve Courant (BCC), Jeff Critch (CPS), Patricia D’Onghia (HC), Jessica Di Giovanni (PHAC), Erin Enros (HC), Tanis Fenton (DC), Deborah Hayward (HC), Hlne Lowell (HC), Jennifer McCrea (HC), Brenda McIntyre (HC), Kevin Wood (HC), Christina Zehaluk (HC).

L’allattamento al seno è il metodo normale e ineguagliabile di alimentazione dei neonati.

  • Consiglia l’allattamento al seno esclusivo per i primi sei mesi.

Fondamento logico

l’allattamento al seno esclusivo per sei mesi di età è associata ad una protezione continua per il bambino contro le infezioni gastrointestinali e malattie (Kramer et al 2003;. Kramer & Kakuma, 2002) così come infezioni del tratto respiratorio (Chantry, Howard, & Auinger, 2006). La madre che allatta beneficia anche di allattamento al seno esclusivo il suo bambino a sei mesi. La sua perdita di peso è più rapido dopo la nascita e non ci può essere un ritorno ritardato delle mestruazioni (Kramer & Kakuma, 2002).

  • controllo della testa Meglio
  • Possibilità di sedersi e piegarsi in avanti
  • Possibilità di lasciare che il caregiver sapere quando sono pieni (ad esempio, si testa dall’altra parte)
  • Possibilità di prendere il cibo e cercare di metterlo in bocca

In questa fase, i bambini dovrebbero essere offerti cibi complementari densi e sicuri nutrienti, insieme con l’allattamento al seno continua (OPS, 2003). I primi cibi introdotti dovrebbero essere ricca di ferro.

Riferimenti

Arenz, S. Rckerl, R. Koletzko, B. von Kries, R. (2004). L’allattamento al seno e l’obesità infantile – una revisione sistematica. International Journal of Obesity. 28: 1247-1256.

Butte, N. Lopez-Alarcon, M. & Garza, C. (2002). adeguatezza nutrizionale di allattamento al seno esclusivo per il termine bambino durante i primi sei mesi di vita. Geneva: World Health Organization.

Chantry, C. Howard, C. Auinger, P. (2006). durata dell’allattamento al seno pieno e diminuzione associata a infezioni delle vie respiratorie nei bambini degli Stati Uniti. Pediatria. 117: 425-432.

Hamosh, M. (1996). Digestione nel neonato. Cliniche in Perinatologia: neonatale Gastroenterologia, 23 (2): 191-208

Istituto di Medicina (2006). assunzioni di riferimento dietetici – La guida indispensabile per le esigenze nutrizionali. Washington DC: National Academies Press.

Kent, J.C. Mitoulas, L.R. Cregan, M.D. Ramsay, D.T. Doherty, D.A. & Hartmann, a.e. (2006). Volume e la frequenza delle poppate e il contenuto di grassi del latte materno durante tutta la giornata. Pediatria, 117. E387-E395.

Kramer, M.S. & Kakuma, R. (2002). durata ottimale di allattamento esclusivo al seno. Cochrane Database of Systematic Reviews. Numero 1, l’articolo n ° CD003517. DOI: 10.1002 / 14651858.CD003517.

Len-Cava, N. Lutter, C. Ross, J. & Martin, L. (2002). Quantificare i benefici dell’allattamento al seno: Una sintesi delle prove. Washington: Pan American Health Organization.

Pan American Health Organization (2003). Principi guida per complementare l’alimentazione del bambino allattato al seno. Washington DC: Pan American Health Organization / Organizzazione Mondiale della Sanità.

Organizzazione Mondiale della Sanità e l’UNICEF. (2003). Strategia Globale per l’Alimentazione dei Neonati e dei Bambini. Geneva: World Health Organization.

L’allattamento al seno iniziazione e tassi di durata aumentano con protezione attiva, il supporto e la promozione.

  • Attuare le politiche e le pratiche di Initiative baby-friendly (BFI) per ospedali e servizi sanitari della comunità.

Fondamento logico

La BFHI si basa sulle politiche e le pratiche descritte in dieci passi per il successo al seno. il Strategia Globale per l’Alimentazione dei Neonati e dei Bambini (OMS / UNICEF, 2003), il Codice Internazionale sulla Commercializzazione dei Sostituti del Latte Materno. e le successive risoluzioni dell’Assemblea Mondiale della Sanità sulla nutrizione per i neonati e bambini piccoli.

OMS / UNICEF Dieci l’allattamento al seno (criteri globali)

Passo 1
Avere una politica scritta sull’allattamento al seno che viene regolarmente comunicata a tutto il personale sanitario.

Passo 2
Addestrare tutto il personale sanitario nelle competenze necessarie per attuare la politica.

fase 3
Informare tutte le donne in gravidanza sui vantaggi e la gestione dell’allattamento al seno.

fase 4
Aiutare le madri ad avviare l’allattamento al seno entro mezz’ora dalla nascita.
Questo passaggio è ora interpretato come:
Mettere i bambini in contatto pelle a pelle con la madre subito dopo la nascita per almeno un’ora. Incoraggiare le madri a riconoscere quando i loro bambini sono pronti ad allattare e offrire aiuto, se necessario.

fase 5
Mostrare alle madri come allattare e come mantenere l’allattamento, anche se devono essere separati dai loro bambini.

passo 6
Non somministrare ai neonati alimenti o liquidi diversi dal latte materno, tranne su prescrizione medica.

passo 7
Pratica rooming-in – permettono madri e neonati di rimanere insieme – 24 ore al giorno.

step 8
Incoraggiare l’allattamento al seno a richiesta.

passo 9
Non dare tettarelle artificiali o succhiotti (chiamati anche manichini o tettarelle) a neonati che allattano.

step 10
Promuovere la costituzione di gruppi di sostegno per l’allattamento e le madri possano rivolgersi in dimissione dall’ospedale o dalla clinica.

L’allattamento al seno Comitato per il Canada baby-friendly un’iniziativa integrata 10 passi per Ospedali e Comunità Servizi sanitari (l’Interpretazione per la pratica del Canada)

Passo 1
Avere una politica di allattamento al seno scritta che viene regolarmente comunicata a tutti gli operatori sanitari e volontari.

Passo 2
Assicurarsi che tutti gli operatori sanitari hanno le conoscenze e le competenze necessarie per attuare la politica l’allattamento al seno.

fase 3
Informare le donne incinte e le loro famiglie sull’importanza e il processo di allattamento al seno.

fase 4
Luogo neonati in continuo contatto con la pelle a pelle con la madre subito dopo la nascita per almeno un’ora o fino al completamento della prima poppata o fino a quando la madre desidera: incoraggiare le madri a riconoscere quando i loro bambini sono pronti ad alimentare, offrendo aiuto come necessario.

fase 5
Assist le madri ad allattare e mantenere la lattazione dovrebbero affrontare le sfide tra cui la separazione dal neonato.

passo 6
madri di supporto per allattare esclusivamente per i primi sei mesi, a meno che gli integratori sono indicazione medica.

passo 7
Facilitare 24 ore rooming-in per tutte le diadi madre-bambino: madri e neonati rimangono insieme.

step 8
Incoraggiare guidato dal bambino o spunto a base di allattamento al seno. Incoraggiare l’allattamento al seno prolungato oltre i sei mesi con adeguata introduzione di alimenti complementari.

passo 9
madri di sostegno per alimentare e la cura per i loro bambini l’allattamento al seno senza l’uso di tettarelle artificiali o ciucci (manichini o succhiotti).

Sintesi del Codice internazionale sulla commercializzazione dei sostituti del latte materno

  • Nessuna pubblicità di questi prodotti (cioè formula, bottiglie, capezzoli, ciucci) al pubblico.
  • Non ci sono campioni gratuiti di questi prodotti alle madri.
  • Nessun promozione dei prodotti di alimentazione artificiali in strutture sanitarie, tra cui la distribuzione di forniture gratuite oa basso costo.
  • Non ci sono rappresentanti della società per consigliare le madri.
  • Nessun regalo o campioni personali agli operatori sanitari.
  • Non ci sono parole o immagini idealizzare l’alimentazione artificiale, comprese le immagini di bambini sulle etichette dei prodotti.
  • Informazioni per gli operatori sanitari dovrebbe essere scientifico e concreto.
  • Tutte le informazioni su alimentazione infantile artificiale, comprese le etichette, dovrebbe spiegare i benefici dell’allattamento al seno, e il costo e rischi associati con l’alimentazione artificiale.
  • prodotti non idonei, come ad esempio il latte condensato zuccherato, non dovrebbero essere promossi per i bambini.
  • Tutti i prodotti sarebbero di alta qualità e di tener conto delle condizioni climatiche e di conservazione del paese in cui vengono utilizzati.

Riferimenti

Cattaneo, A. & Buzzetti, R. (2001). Effetto sui tassi di allattamento al seno della formazione per la Baby Friendly Hospital Initiative. BMJ. 323: 1358-1362.

Merten, S. Dratva, J. & Ackermann-Liebrich, U. (2005). Fare ospedali per bambini da usare influenzano l’allattamento al seno durata a livello nazionale? Pediatria. 116: e702-E708.

Millar, W.J. Maclean, H. (2005). pratiche di allattamento al seno. Rapporti Salute. 16 (2): 23-31.

Organizzazione Mondiale della Sanità e l’UNICEF. (2003). Strategia Globale per l’Alimentazione dei Neonati e dei Bambini. Geneva: World Health Organization.

Supplementi di vitamina D è raccomandato per i neonati allattati al seno.

  • Consiglia un supplemento giornaliero di vitamina D di 10 g (400 UI) per i neonati allattati al seno.

Fondamento logico

  • singole / divorziati / separati / madri vedove
  • madri nere
  • madri con un reddito familiare inferiore
  • madri con un livello di istruzione più basso

Per informazioni e idee su come parlare con le famiglie circa i supplementi di vitamina D, vedere In pratica: Parlando con le famiglie circa nutrizione infantile.

Riferimenti

Butte, N. Lopez-Alarcon, M. & Garza, C. (2002). adeguatezza nutrizionale di allattamento al seno esclusivo per il termine bambino durante i primi sei mesi di vita. Geneva: World Health Organization.

Salle, B.L. Delvin, e.e. Lapillonne, A. Bishop, N.J. & Glorieux, F.H. (2000). metabolismo della vitamina D. perinatale American Journal of Clinical Nutrition, 71: 1317S-24S.

alimenti complementari I primi dovrebbero essere ricca di ferro.

  • Consiglia a base di carne, le alternative a base di carne e cereali arricchiti di ferro come primi alimenti complementari di un neonato.

Fondamento logico

Riferimenti

Butte, N. Lopez-Alarcon, M. & Garza, C. (2002). adeguatezza nutrizionale di allattamento al seno esclusivo per il termine bambino durante i primi sei mesi di vita. Geneva: World Health Organization.

Christofides, A. Schauer, C. & Zlotkin, S.H. (2005). La carenza di ferro e anemia prevalenza e fattori di rischio associati a eziologico Prime Nazioni e delle comunità Inuit nel Nord Ontario e Nunavut. Canadian Journal of Public Health. 96. 304-307.

Istituto di Medicina. (2001). Dietary Reference Intakes per la vitamina A, vitamina K, arsenico, boro, cromo, rame, iodio, ferro, manganese, molibdeno, nichel, silicio, vanadio e zinco. Washington DC: National Academy Press.

Meinzen-Derr, M. Guerrero, L. Altaye, M. Ortega-Gallegos, H. Ruiz-Palacios, G. & Morrow, A. (2006). Rischio di anemia infantile è associata ad esclusivo allattamento al seno e anemia materna in una coorte messicano. Journal of Nutrition, 136. 452-458.

Pan American Health Organization. (2003). Principi guida per complementare l’alimentazione del bambino allattato al seno. Washington DC: Pan American Health Organization / Organizzazione Mondiale della Sanità.

Statistics Canada. (2004). Canadian Community Health Survey 2.2. Ulteriori file di cibo / ricetta.

monitoraggio della crescita di routine è importante per valutare la salute infantile e la nutrizione.

  • Utilizzare i grafici della crescita Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) per il Canada per il controllo ottimale della crescita infantile.

Fondamento logico

  • età gestazionale alla nascita (uso di età corretta)
  • traiettoria di crescita (modello di crescita)
  • peso alla nascita
  • problemi con l’allattamento
  • qualsiasi malattia acuta o cronica

Riferimenti

cambiamenti di alimentazione sono inutili per le condizioni di salute più comuni durante l’infanzia.

  • Spiega che i cambiamenti di alimentazione fanno poco per gestire coliche infantili.
  • Educare l’ampia variazione nella normale funzione intestinale, notando che la vera stitichezza è rara.
  • Rassicurare che il reflusso o rigurgito è comune e ha bisogno raramente trattamento.
  • Gestire da lieve a moderata disidratazione da gastroenterite acuta con proseguito l’allattamento al seno e la terapia di reidratazione orale.

Fondamento logico

Durante i primi sei mesi, i neonati possono presentare sintomi che possono portare a interventi inutili; questo può compromettere la nutrizione del neonato allattato esclusivamente al seno. Purtroppo, molte pratiche ancora in uso per gestire questi sintomi non sono evidence-based e possono essere dannosi. Non è generalmente vantaggioso per modificare le pratiche di alimentazione, interrompere l’allattamento al seno, supplemento con la formula, o limitare la dieta della madre che allatta.

Gli operatori sanitari devono essere informati circa le ampie variazioni e le varianti normali comportamenti infantili, come il tempo di piangere e la frequenza, la consistenza dei movimenti intestinali, e la quantità di rigurgito.

coliche infantili

  • immaturità della funzione intestinale
  • percezione viscerale alterata
  • (Raramente) allergia al latte vaccino

Mentre coliche infantili è una condizione autolimitante, di solito è molto stressante per gli operatori sanitari. Questo si traduce spesso in una varietà di interventi comportamentali, nutrizionali e farmacologiche. Purtroppo, alcuni di questi interventi sono stati sottoposti a prove concepiti in modo appropriato.

Stipsi

I genitori esprimono spesso preoccupazione abitudini intestinali dei loro bambini. La frequenza dei movimenti intestinali varia ampiamente durante l’infanzia. Nella prima uno o due giorni dopo la nascita, i neonati passano meconio, che è un verde scuro, quasi nero movimento intestinale. Dopo di che, le feci diventano più leggeri. I neonati alimentati latte materno hanno, in media, 3 movimenti intestinali gialle, sciolto, e squallidi al giorno (Fontana et al. 1989). Alcuni bambini possono avere stooling con ogni poppata. Dopo i primi quattro-sei settimane, alcuni neonati sani latte materno alimentati possono avere movimenti intestinali come di rado come una volta ogni tre o quattro giorni o anche di più (Baker et al 2006;. Hyman et al., 2006).

Mentre neonati allattati al seno ricevono latte adeguata possono sperimentare feci poco frequenti, costipazione è estremamente rara. normale funzione intestinale si verifica anche quando un bambino sembra essere in estremo disagio, mostrando sforzo e arrossamento del viso. Purtroppo, questa ampia gamma di ‘normale’ nella frequenza stooling infantile e la consistenza è spesso male interpretato, portando a una diagnosi errata della stipsi.

Rassicurare il caregiver che funzione intestinale è dentro varianti normali, se il bambino sta crescendo normalmente e non ci sono segni di ostruzione o di enterocolite (Baker et al. 2006). Home rimedi come il succo di prugna, sciroppo di mais o acqua zucchero di canna non sono raccomandati per i bambini allattati esclusivamente al seno di età inferiore ai sei mesi.

Riflusso

Gastroenterite acuta

I bambini con grave disidratazione devono essere gestiti in un ambiente ospedaliero con reidratazione per via endovenosa.

Riferimenti

Bahl, R. Bhandari, N. Saksena, M. Strand, T. Kumar, G.T. & Bhan, M.K. (2002). L’efficacia della soluzione di reidratazione orale di zinco-fortificata da 6 a 35 mesi di età i bambini con diarrea acuta. Journal of Pediatrics. 141: 677-682.

Baker, S.S. Liptak, G. S. Colletti, R. B. Croffie, J.M. Di Lorenzo, C. Ector, W. & Nurko, S. (2006). guida di pratica clinica NASPGHAN. Journal of Pediatric Gastroenterology and Nutrition. 43: E1-E13.

Pediatrica Comitato Nutrition Society canadese. (2006). terapia di reidratazione orale e rialimentazione precoce nella gestione di gastroenterite infanzia. Pediatria & Salute del bambino. 11 (8). 527-531.

Fontana, M. Bianchi, C. Cataldo. F. Conti Nibali, S. Cucchiara, S. Gobio Casali, L. Iacono, G. Sanfilippo, M. & Torre, G. (1989). frequenza intestinale nei bambini sani. Acta Paediatrica Scandinavica, 78: 682Y4.

Haffejee, vale a dire (1990). formula vaccino a base di latte, latte umano, e soia feed in diarrea infantile acuta: una sperimentazione terapeutica. Journal of Pediatric Gastroenterology and Nutrition. 10: 193-8.

Hill, D.J. Roy. N. Heine. R.G. Hosking. C.s. Francesco. D.E. Marrone. J. Speirs. B. Sadowsky. J. & Carlin. J.B. (2005). Effetto di una dieta materna basso allergeni sulle coliche nei neonati allattati al seno: uno studio randomizzato controllato. Pediatria. 116. E709-E715.

Hyman, a.e. Milla, P.J. Benninga, M.A. Davidson, G.P. Fleisher, D.F. & Taminiau, J. (2006). Infanzia funzionali disturbi gastrointestinali: Neonato / bambino. Gastroenterologia. 130 (5): 1519-1526.

Lucassen, P.L. Assendelft, W.J. van Eijk, J.T. Gubbels, J.W. Douwes, in corrente alternata van Geldrop W.J. (2001). Revisione sistematica della presenza di coliche infantili nella comunità. Archives of Disease in Childhood. 84: 398-403.

Martin, A.J. Pratt, N. Kennedy, J.D. Ryan. P. Ruffin. RI. Miglia. H. & Marley. J. (2002). Storia naturale e le relazioni familiari di bambino che si rovesciano a 9 anni di età. Pediatria. 109: 1061-7.

Nelson, S.P. Chen, E.H. Syniar, G.M. & Kaufer Christoffel, K. (1997). La prevalenza di sintomi di reflusso gastroesofageo durante l’infanzia: Un sondaggio basato sulla pratica pediatrica. Research Group pratica pediatrica. Archives of Pediatrics & Medicina dell’Adolescenza. 151: 569-72.

L’allattamento al seno è raramente controindicato.

  • Consiglia un’alternativa accettabile per l’allattamento al seno per le madri che sono HIV infetta.
  • Consigliano che la maggior parte dei farmaci sono compatibili con l’allattamento al seno. Adottare un approccio caso per caso, quando una madre sta usando farmaci o droghe.

Fondamento logico

Ci sono anche molto pochi situazioni in cui una madre non può, o non dovrebbe, allattare. Questi includono quando la madre:

  • è HIV-infetti
  • ha lesioni herpes su entrambi i seni
  • ha trattata, la tubercolosi infettiva
  • ha una grave malattia che le impedisce di prendersi cura di suo bambino (OMS / UNICEF, 2009a)

l’uso di una madre di alcuni farmaci o trattamenti rappresenta una situazione in cui l’arresto o interrompere l’allattamento al seno può essere indicato. Le madri dovrebbero essere sostenute per mantenere la lattazione durante un’interruzione temporanea.

infezioni materne

Farmaci e droghe illecite

Le donne devono essere avvertiti di non usare droghe illecite, e dato il supporto di astenersi durante la gravidanza e l’allattamento. droghe illecite possono avere effetti nocivi per i neonati allattati al seno e compromettere la capacità della madre di prendersi cura di suo bambino. Se la madre non è in grado di fermare, o sceglie di non interrompere l’utilizzo illecito di droga, si deve informare l’importanza dell’allattamento al seno e dei rischi del consumo di droga pone, basato sulle sue circostanze.

Il sito web Motherisk ed il sito web in lingua francese per il centro dell’immagine (disponibile solo in francese) sono altre utili fonti di informazioni sul trasferimento di farmaci e prodotti per la salute per il latte materno e ai loro potenziali effetti sulla produzione di latte o sulla salute infantile. Fare riferimento al database Drug prodotto di Health Canada per le monografie dettagliate sui prodotti.

Per consigli su come parlare con le madri sul fumo e alcol vedere In pratica: Parlando con le famiglie circa nutrizione infantile.

Riferimenti

American Academy of Pediatrics comitato contro la droga. (2001). Il trasferimento di farmaci e altre sostanze chimiche nel latte umano. Pediatria. Vol. 108 (3).

Malattie infettive e Comitato di immunizzazione. Canadian Society pediatrico. (2006). Materna malattie infettive, terapia antimicrobica o vaccinazioni: molto poche controindicazioni per l’allattamento al seno. Pediatria e la salute del bambino. 11 (8) 489-491.

Lawrence, R.M. & Lawrence R.A. (2001). Visti i benefici dell’allattamento al seno, che cosa esistono controindicazioni? Cliniche pediatriche del Nord America. 48 (1): 235-51.

Raccomandazioni per l’uso di sostituti del latte materno

Se non è possibile per una madre di allattare esclusivamente un bambino, i genitori o tutori del minore dovrebbero essere sostenuti per assicurare benessere alimentare del bambino. Dovrebbero essere fornite informazioni adeguate sulla sostituti del latte materno.

Durante l’alimentazione al seno non è possibile, la prima scelta è quello di alimentare il latte materno espresso dalla madre del bambino. Per le situazioni in cui il bambino è allattato al seno in parte, è importante sostenere la madre per mantenere o migliorare l’allattamento.

Per i bambini che non possono o non devono essere alimentati latte materno della madre, pastorizzato latte umano da donatori opportunamente schermati e latte artificiale commerciale sono alternative adeguate. Queste opzioni dipendono dalle circostanze individuali.

latte artificiale commerciale può essere l’alternativa più fattibile se non è possibile per un bambino di essere alimentato esclusivamente latte materno della madre. Il latte artificiale commerciale scelto deve essere adatto per il bambino, e preparati e memorizzati in modo sicuro per ridurre il rischio di malattia da crescita batterica.

  • Consiglia di mucca a base di latte, latte artificiale commerciale per un bambino che non è alimentata esclusivamente latte materno. latte artificiale a base di soia è indicato solo per quei bambini che hanno galattosemia o che non possono consumare prodotti a base di latte per motivi culturali o religiosi.
  • Consiglia alimenti per lattanti a fini medici speciali solo quando si rileva o sospetta che il bambino formula-fed ha la condizione indicata.
  • Scoraggiare l’uso di fatto in casa, evaporato latte in polvere. Latte di mucca, latte di capra, bevanda di soia, bevanda di riso o qualsiasi altre bevande non deve essere somministrato ai bambini piccoli.
  • Consigli su una corretta preparazione e la conservazione per ridurre il rischio di malattie batteri legati.
  • Avvertire del rischio di soffocamento se i bambini sono lasciati soli mentre l’alimentazione. Spiegare i pericoli di ‘puntellamento’ una bottiglia.

sfondo

Il Food and Drug Regulations impostare la composizione nutrizionale e l’etichettatura degli alimenti per lattanti commerciale (denominato in tutta formula infante) venduti in Canada. Il latte artificiale è stato progettato per soddisfare le esigenze nutrizionali note del neonato sano termine. I regolamenti limitano anche gli additivi alimentari che possono essere utilizzati.

In questa sezione:

Cow a base di latte, latte artificiale

alimenti per lattanti Cow a base di latte è il prodotto standard per i neonati a termine che non vengono allattati esclusivamente al seno. La proteina in queste formule può essere intere proteine ​​del latte, una combinazione di caseina e di proteine ​​di siero di latte, o solo una di queste proteine. Alcune o tutte le proteine ​​possono essere parzialmente idrolizzato (ripartiti per piccoli peptidi).

Attualmente, sono a base di latte di mucca lattanti sul mercato dei neonati a termine che contengono ferro nel range di 0,4 mg a 1,3 mg per 100 ml. Il latte artificiale contenente una quantità alla fine più alto della gamma può avere bisogno di essere raccomandato per i neonati a rischio di carenza di ferro (ESPGHAN, 2005).

Senza lattosio, formula a base di latte di mucca

Per neonati a termine, latte artificiale senza lattosio non ha alcun vantaggio rispetto al latte artificiale a base di latte di mucca standard.

Anche nel caso di gastroenterite acuta, abbastanza digestione e l’assorbimento del lattosio sono solitamente conservati per continuare a utilizzare mucca standard di alimenti per lattanti a base di latte (American Academy of Pediatrics, 2006).

polimeri di glucosio, di solito da solidi mais sciroppo, sostituire il lattosio in questa formula. Tuttavia, senza lattosio, latte artificiale a base di latte di mucca contiene ancora una piccola quantità di lattosio residuo (un disaccaride contenente glucosio e galattosio). Per questo motivo, essi sono controindicati per i bambini con galattosemia. Né sono raccomandate per i bambini con deficit di lattasi congenita, una malattia rara che si manifesta con diarrea intrattabile quando il latte umano o formula contenenti lattosio è consumato. L’unica formula indicata per i neonati con galattosemia o deficit di lattasi congenita è un latte artificiale a base di soia, che non contiene lattosio.

Senza lattosio, latte artificiale a base di latte di mucca è anche adatto per bambini con allergia alle proteine ​​del latte vaccino confermato ed è inefficace nella gestione alimentare di coliche infantili.

Formula basata su parzialmente proteine ​​del latte idrolizzato mucca

Un certo numero di alimenti per lattanti contengono proteina che è stata parzialmente idrolizzato. Alcuni alimenti per lattanti contengono una combinazione di proteine ​​parzialmente idrolizzate e intatti. Attualmente, ci sono poche prove a sostegno di alcun beneficio di idrolizzati di proteine ​​al sistema digestivo dei bambini rispetto a formula standard vaccino a base di latte.

latte artificiale Addensato

Ci sono alcuni lattanti disponibili in commercio che sono stati leggermente addensata con amido di riso. Essi possono essere etichettati come adatti per i bambini che sputano frequentemente. Tuttavia, sputare è normale durante l’infanzia e solo molto raramente porta a problemi di salute, come ritardo di crescita. Ulteriore valutazione è giustificato se sputare-up persiste o si aggrava.

Gli acidi grassi essenziali in latte artificiale

L’aggiunta dell’acido acidi grassi docosaesaenoico (DHA) e acido arachidonico (ARA) per latte artificiale non è attualmente obbligatoria in Canada. Tuttavia, essi sono consentiti come ingrediente opzionale. Gli alimenti per lattanti con DHA e ARA sono diventate largamente disponibili.

Alcuni alimenti per lattanti sul mercato contengono nucleotidi aggiunti. I livelli di nucleotidi in formula si basano sui livelli trovati nel latte materno. Dati umana è carente sui loro benefici per la salute infantile (ESPGHAN, 2005).

latte artificiale a base di soia

Formule per fini medici speciali

Alcuni alimenti per lattanti sono destinati ad essere utilizzati solo sotto controllo medico. Essi comprendono formule per il regime alimentare di condizioni come aminoacidurie e gravi sindromi da malassorbimento. Esse comprendono anche le formule per i bambini prematuri. Questi prodotti non sono generalmente disponibili a livello di vendita al dettaglio. Non sono per neonati a termine e sono oltre la portata di questa affermazione.

Formule per neonati pretermine di dimissione dall’ospedale possono essere disponibili a livello di vendita al dettaglio. Informare i genitori che non sono appropriati per neonati a termine.

Il latte artificiale con proteine ​​ampiamente idrolizzata

Il latte artificiale a base di proteine ​​idrolizzate ampiamente è generalmente disponibile a livello di vendita al dettaglio. Esso è destinato per i neonati che soffrono di allergie alimentari medico-confermato o sindromi da malassorbimento e non possono tollerare formula a base di proteine ​​del latte di mucca intatti o proteine ​​di soia. La proteina in questa formula è stato ampiamente disaggregati al piccolo livello di acido peptidi e aminoacidi. Attualmente, la fonte proteica è caseina.

a base di proteine ​​idrolizzate ampiamente Formula ha provocato reazioni allergiche nei neonati altamente allergico. Per questi bambini, un alimento per lattanti a base di aminoacidi può essere raccomandato (Hill, Cameron, Francis, Gonzalez-Andaza, & Hosking, 1995; Saylor & Bahna, 1991).

altri tipi di latte

  • sono a basso contenuto di ferro
  • sono a basso contenuto di acidi grassi essenziali e altri nutrienti essenziali
  • contenere una forma meno digeribile di proteine
  • avere un elevato carico di soluti renale.

Nei neonati sotto i sei mesi di età, l’uso di latte vaccino è associata a perdita di sangue occulto nelle feci, che può contribuire alla carenza di ferro anemia (Christofides, Schauer, & Zlotkin, 2005).

preparazione e conservazione sicura

  • le superfici della cucina Pulire e lavare accuratamente le mani con sapone e acqua calda.
  • Lavare accuratamente le bottiglie, capezzoli, tappi, pinze, misurini o altri contenitori.
  • Sterilizzare l’apparecchiatura lavato facendo bollire in una pentola aperta di acqua pulita per due minuti e lasciare asciugare all’aria e fresco (Health Canada, 2010c).
  • Evitare la contaminazione incrociata da altri alimenti preparati nella cucina.

latte artificiale liquido è trattato termicamente per essere sterile. E ‘disponibile in formati pronti per l’mangime o come un concentrato liquido. formula ready-to-alimentazione infantile è la scelta più sicura per i bambini ad alto rischio che sono alimentati con latte artificiale, tra cui basso peso alla nascita e neonati immuno-compromessi. Anche se la formula liquida è sterile, i genitori e gli operatori sanitari dovrebbero seguire le istruzioni del produttore per la preparazione e la conservazione, ed evitare la contaminazione incrociata.

lattine aperte di latte artificiale liquido dovrebbero essere coperti e refrigerati immediatamente.

latte in polvere non è sterile. E ‘stato collegato a focolai di Cronobacter sakazakii e Salmonella enterica. soprattutto nei neonati ad alto rischio (OMS, 2006). Se latte artificiale liquido non è disponibile o accessibile, latte in polvere può essere utilizzata se è adeguatamente preparato.

Informare i genitori e gli operatori sanitari nel modo seguente:

  • Se il latte artificiale in polvere sarà alimentato subito dopo la preparazione, è sicuro di mescolare la polvere con acqua precedentemente bollita che è stato raffreddato a temperatura ambiente (25 ° C) (Health Canada, 2010c).
  • Se si stanno preparando più di una bottiglia in anticipo, consigliare loro di seguire le linee guida per la preparazione, stoccaggio e manipolazione di polvere per lattanti (Health Canada, 2010c). Queste linee guida raccomandano mescolando il latte in polvere con acqua molto calda (bollita e raffreddata a non meno di 70C) per uccidere tutti i batteri nocivi. Il latte artificiale preparato in questo modo può essere conservato in frigorifero per un massimo di 24 ore. Il latte artificiale deve essere utilizzato entro 2 ore dall’inizio di una alimentazione e tutti gli avanzi deve essere eliminata.

l’acqua del rubinetto comunale e acqua in bottiglia in commercio (ad eccezione di acque gassate o minerali) sono adatti per la preparazione di alimenti per lattanti in polvere o concentrato. Non vi è alcuna indicazione per l’uso di acqua distillata.

liquido concentrato o latte in polvere possono essere ricostituiti con acqua di rubinetto fluoro. Tuttavia, se le famiglie sono situate in una zona con naturali alti livelli di fluoro (superiore alla guida di 1,5 mg / L), consiglia usano una diversa fonte di acqua potabile con una concentrazione di fluoruro inferiore.

L’acqua di pozzo che viene regolarmente testato e conforme agli standard di sicurezza è anche adatto. Tuttavia, la concentrazione di nitrati di acqua di pozzo deve essere monitorata per verificare che sia inferiore a 45 mg / L (o 10 mg / l misurato come il nitrato-azoto), per evitare rischi per la salute per i neonati.

  1. Utilizzare l’acqua del rubinetto fredda. acqua calda può contenere contaminanti metallici, quali il piombo dai tubi.
  2. Portare l’acqua ad ebollizione di rotolamento.
  3. Continuare a far bollire per 2 minuti.
  4. Lasciate raffreddare.

Per le istruzioni dettagliate per i genitori e gli operatori sanitari sulla preparazione di sicurezza degli alimenti per lattanti consultare il sito Web Healthy canadesi.

Supervisione di un bambino di alimentazione

L’allattamento al seno permette stretto contatto pelle-a-pelle e una costante attenzione ai neonati durante l’allattamento. Quando un bambino non è allattato, contatto pelle a pelle deve ancora essere incoraggiato mentre l’alimentazione.

Riferimenti

American Academy of Paediatrics Comitato sulla Nutrizione. (2006). L’intolleranza al lattosio nei neonati, bambini e adolescenti. Pediatria. 118 (3): 1279-1286.

Christofides, A. Schauer, C. & Zlotkin, S.H. (2005). La carenza di ferro e anemia prevalenza e fattori di rischio associati a eziologico Prime Nazioni e delle comunità Inuit nel Nord Ontario e Nunavut. Canadian Journal of Public Health. 96. 304-307.

Società Europea di Gastroenterologia Pediatrica, Epatologia e Nutrizione, commissione per la nutrizione. (2005). standard globale per la composizione del latte artificiale: Raccomandazioni di un gruppo di esperti internazionali ESPGHAN coordinato. Journal of Pediatric Gastroenterology and Nutrition . 41: 584-599.

Hill, D.J. Cameron, D.J.S. Francesco, D.E.M. Gonzalez-Andaza, A.M. & Hosking, c.s. (1995). conferma sfida di reazioni tardive insorgenza di idrolizzato ampiamente formule con più intolleranza alle proteine ​​alimentari. Journal of Allergy e Immunologia Clinica. 96: 386-394.

Saylor, J.D. & Bahna, S.L. (1991). L’anafilassi alla caseina formula idrolizzato. Journal of Pediatrics ,118: 71-74.

Organizaton Mondiale della Sanità. (2006). la preparazione, lo stoccaggio e la movimentazione di linee guida polvere per lattanti. Ginevra: WHO.

In pratica: Parlando con le famiglie circa nutrizione infantile

Perché infantile guidato alimentazione (noto anche come ‘on-cue’ alimentazione) importante?

L’allattamento al seno è un sistema di domanda e offerta. Per stabilire buona produzione di latte materno e il flusso, i bambini hanno bisogno di nutrirsi ‘on-cue’. Timed poppate, e la limitazione o ritardare poppate, deve essere evitato (Kent et al. 2006). L’obiettivo per l’alimentazione infantile-LED è per la madre di riconoscere e rispondere agli stimoli l’appetito, la fame, e la pienezza del bambino. spunti di fame comprendono irrequietezza, il tifo, o succhiare su una mano.

Come posso rassicurare i genitori che un bambino allattato al seno è nutrita e cresce bene?

Nelle prime due settimane, i neonati normale esperienza calo di peso e di recupero (Macdonald, Ross, Grant, & Young, 2003). Durante questo periodo iniziale, un professionista qualificato, come ad esempio un materno-infantile o l’infermiere di sanità pubblica, l’ostetrica o internazionale Board Certified Lactation Consultant, può osservare la tecnica l’allattamento al seno e valutare i problemi sospetti fermo o altro.

Alcuni bambini guadagneranno di più e chi meno. valutazione corretta crescita richiede la conoscenza del modello di crescita del bambino e la loro collocazione sul grafico di crescita.

Se una madre ha bisogno di interrompere temporaneamente l’allattamento al seno a causa delle condizioni di salute o di trattamento, come può mantenere la sua produzione di latte?

Quali consigli dietetici che posso offrire una madre che allatta?

Come posso utilizzare i punti di contatto con le mamme in attesa e nuovi per educare e sostenere loro di allattare?

Alla prima visita prenatale , chiedere future mamme sulla loro intenzione di allattare con domande aperte, come "Che ne sai di allattamento al seno?" Fornire informazioni scritte Dieci grandi motivi per allattare il suo bambino l’importanza dell’allattamento al seno per la madre e il bambino. Per coloro che dicono di non intendono allattare, esplorare i loro atteggiamenti e le credenze verso l’allattamento al seno e parlare dell’importanza dell’allattamento al seno, anche per un breve periodo.

Al momento della nascita , garantire la pelle presto per contatto con la pelle per almeno un’ora. Fornire rooming-in e il supporto infantile guidato, senza restrizioni, e l’allattamento al seno esclusivo, senza alimentazioni supplementari a meno che non indicazione medica.

prima dello scarico , garantire che i genitori a capire il modo in cui andranno ad alimentare il loro bambino e che ricevono informazioni scritte Dieci preziosi suggerimenti per l’allattamento al seno di successo. L’informazione dovrebbe spiegare i segni che il loro bambino sta alimentando e crescendo bene, così come le informazioni sulle risorse della comunità di allattamento al seno. Informare le madri che l’alimentazione da bottiglie o utilizzando ciucci può interferire con la creazione di allattamento al seno. Aiutali a accedere alle risorse della comunità, come consiglieri pari e Board Certified Lactation Consultants.

Alla prima visita post-partum della madre , organizzare un professionista esperto per osservare l’allattamento al seno infantile. consulenza offerta su cosa aspettarsi in termini di crescita infantile normale e aumenti di allattamento domanda e quando a cercare ulteriore sostegno allattamento o assistenza medica.

Quali supporti sono importanti per le donne che allattano e le loro famiglie?

gruppi di sostegno tra pari e reti di comunità , come La Leche League Canada, dare madri e alle famiglie l’opportunità di condividere le pratiche di allattamento al seno ed esperienze. Tali reti migliorare la loro conoscenza e la fiducia circa l’allattamento al seno (Morrow et al. 1999).

La comunità in generale in grado di supportare ulteriormente l’allattamento al seno come il modo normale di nutrire ‘sempre e ovunque’ bambini. Il sostegno comunitario aiuta a proteggere le madri che allattano e bambini da discriminazioni e molestie. I membri della comunità possono essere resi consapevoli che le restrizioni al seno può essere motivo di reclami sulla base del genere o di discriminazione sessuale sotto la Carta canadese dei diritti e delle libertà o la legislazione provinciali, territoriali o federali diritti umani.

Che consiglio dovrei offrire sulla trama di primi alimenti?

Qualora i genitori siano preoccupati per offrire neonati alimenti che sono considerati comuni allergeni?

Nota: Gli operatori sanitari devono affrontare i casi in cui vi è una storia familiare di allergia alimentare su base individuale.

Nota: Tutti i dadi, così come i semi o pesce con le ossa intere sono soffocamento pericoli. Non alimentare frutti interi, semi, spread spesse o cucchiai di burro di noci, o pesce con intere ossa (unmashed) per i neonati. Istruire i genitori all’età modi appropriati per introdurre questi alimenti per ridurre al minimo il rischio.

Non neonati sotto i sei mesi hanno bisogno di integratori di ferro?

Che cosa dovrebbero i genitori cercare quando l’acquisto di un supplemento di vitamina D?

Un supplemento di vitamina D3 singolo (senza altre vitamine) in un formato liquido (drop) è raccomandato per i neonati. Altri prodotti di vitamina D come la vitamina D2 o un prodotto multivitaminico (che contiene la vitamina D) non sono suggeriti.

Supplementi di vitamina D sono venduti over-the-counter in farmacia e alcuni negozi di alimentari. Alcune famiglie possono beneficiare di integratori agevolati. Per esempio, Popolo o Inuit persone possono essere idonei a ricevere integratori vitaminici attraverso il Programma benefici per la salute non assicurato.

Possono le madri che allattano prendere un supplemento di vitamina D invece di dare al neonato?

Se i bambini sono sia l’allattamento al seno e ottenere qualche formula, dovrebbero essere dato un supplemento di vitamina D?

i neonati allattati al seno non-non richiedono un supplemento di vitamina D, perché il latte artificiale contiene vitamina D.

I neonati che vengono allattati al seno parzialmente dovrebbero ricevere un supplemento di vitamina D di 10 g (400 UI). Essi dovrebbero ottenere questo importo, indipendentemente dalla loro assunzione media formula. La loro assunzione totale di integratore e formula non rischia di superare il livello superiore di 25 g (1000 IU) al giorno.

Se un bambino con ittero continuare ad essere allattati al seno?

Sì, un bambino con ittero deve generalmente continuare ad essere allattati al seno.

Sono tisane suggeriti per i neonati?

Che consiglio dovrei dare a una madre che allatta su alcol o il fumo?

I fumatori in casa dovrebbe andare fuori a fumare, ma assicurare sempre il bambino è supervisionato in loro assenza.

Riferimenti

Christofides, A. Schauer, C. & Zlotkin, S.H. (2005). La carenza di ferro e anemia prevalenza e fattori di rischio associati eziologico nelle comunità First Nations e Inuit nel Nord Ontario e Nunavut. Canadian Journal of Public Health. 96. 304-307.

Georgieff, M.K. Landon, M.B. Mills, M.M. Hedlund, B.E. Faassen, A.E. Schmidt, R.L. Ophoven, J.J. & Widness, J.A. (1990). distribuzione del ferro anormale nei bambini di madri diabetiche: Spectrum e antecedenti materni. Journal of Pediatrics. 117 (3): 455-61.

Giglia, R. & Binns, C. (2006). Alcool e allattamento: una revisione sistematica. Nutrizione & Dietetica. 63: 103-116.

Kelly, D.A. & Stanton, A. (1995). L’ittero nei neonati: implicazioni per lo screening della comunità per atresia delle vie biliari. BMJ. 310: 1172-3.

Kent, J.C. Mitoulas, L.R. Cregan, M.D. Ramsay, D.T. Doherty, D.A. & Hartmann, a.e. (2006). Volume e la frequenza delle poppate e il contenuto di grassi del latte materno durante tutta la giornata. Pediatria, 117. E387-E395.

Krebs, N.F. Westcott, J.E. Butler, N. Robinson, C. Bell, M. & Hambidge, K.M. (2006). La carne come primo alimento complementare per i neonati allattati al seno: fattibilità e l’impatto sul consumo e lo stato di zinco. Journal of Pediatric Gastroenterology and Nutrition . 42: 207-214.

Lewallen, L.P. Dick, M.J. fiori, J. Powell, W. Zickefoose, K.T. Muro, Y.G. & Prezzo, Z.M. (2006). L’allattamento al seno supporto e cessazione anticipata. Journal of ostetrica, ginecologica, & Neonatal Nursing. Mar-Apr; 35 (2): 166-72.

Little, R. E. Lambert, M. D. Worthington-Roberts, B. & Ervin, C. H. (1994). Materna di fumare durante l’allattamento: Relazione con il formato infantile a un anno di età. American Journal of Epidemiology. 140: 544-554.

Macdonald, P.D. Ross, S.R. Grant, L. & Young, D. (2003). la perdita di peso neonatale in seno e neonati alimentati con latte artificiale. Archives of Disease in Childhood: fetale e neonatale edizione. 88 (6). F472-F476.

Mennella, J.A. & Garcia-Gomez, P.L. (2001). I disturbi del sonno dopo l’esposizione acuta di alcol nel latte materno. alcol. 25 (3): 153-8.

Mennella, J.A. (2001). Regolamento di assunzione di latte dopo l’esposizione all’alcol nel latte materno. Alcolismo: Clinical and Experimental Research. 25 (4): 590-3.

Morrow, A.L. Lourdes Guerrero, M. Shults, J. Calva, J.J. Lutter, C. Bravo, J. Ruiz-Palacios, G. Morrow, R.C. & Butterfoss, F.D. (1999). Efficacia di casa a base di peer counselling per promuovere l’allattamento al seno esclusivo: Uno studio randomizzato controllato. The Lancet. 353. 1226-1231.
Moyer, V. Freese, D.K. Whitington, P.F. Olson, dC Brewer, F. Colletti, R.B. & Heyman, M.B. (2004). Linee guida per la valutazione di ittero colestatico nei neonati: Raccomandazioni della società nordamericana per Gastroenterologia Pediatrica, Epatologia e Nutrizione. Journal of Pediatric Gastroenterology and Nutrition. 39 (2). 115-28.

Winfield, C.R. MacFaul, R. (1978). Studio clinico di ittero in seno al biberon neonati nutriti. Archives of Disease in Childhood, 53: 506-7.

Woodward, A. Douglas, R.M. Graham, N.M.H. & Miles, H. (1990). malattie respiratorie acute nei bambini Adelaide: L’allattamento al seno modifica l’effetto del fumo passivo. Journal of Epidemiology & Community Health, 44: 224-230.

Related posts

  • L’alimentazione per termine e sani neonati …

    Una dichiarazione congiunta di Health Canada, Canadian Paediatric Society, Dietisti del Canada, e del Comitato allattamento al seno per il Canada La dichiarazione promuove messaggistica precise e coerenti su …

  • Gravidanza nutrizione sana …

    Senza dubbio, un piano di mangiare ben equilibrato nutriente può essere uno dei più grandi doni si dà al vostro bambino di sviluppo. La gravidanza nutrizione è essenziale per un bambino sano. Idealmente, l’adozione di …

  • Guida di nutrizione per i più piccoli, meglio bambino formula.

    Nutrizione Attraverso Varietà Crescita rallenta un po ‘nel corso degli anni del bambino, ma l’alimentazione rimane una priorità assoluta. E ‘anche un momento per i genitori di cambiare marcia, lasciando le bottiglie alle spalle e in movimento …

  • Ridurre il reflusso acido nei neonati, ridurre il reflusso acido.

    Nutrire il tuo bambino in posizione reclinata potrebbe aumentare il rischio per il reflusso. Contesto La parte superiore del tratto gastrointestinale di un bambino non è completamente maturo. esofago di un neonato, che è …

  • Nutrizione e sviluppo del bambino …

    Alcune delle sostanze nutritive che sono cruciali. Si prega di registrarsi per leggere l’intero documento. È inoltre possibile trovare QUESTI documenti di studio UTILE giorno 10: Nutrizione Box1: Una sana alimentazione in grado di stabilizzare per bambini …

  • Nutrizione della nascita Giovani di capra …

    Nutrizione del giovane capra: Nascita di Allevamento Indice Introduzione L’alimentazione gestione di giovani capre della mandria è fondamentale per il successo globale dell’impresa agricola, …