Forte rapporto di consulenza

Forte rapporto di consulenza

“Tutti sono preoccupati per fermare il terrorismo Beh, c’è un modo molto semplice:.. Smettere di partecipare in esso” Quindi consigliato di fama mondiale pubblico intellettuale Noam Chomsky, uno dei pensatori più citati nella storia umana.

Il consiglio può sembrare semplice ed intuitivo – che è perché lo è. Ma quando si tratta di Arabia Saudita, gli Stati Uniti ignora.

L’Arabia Saudita è il principale sponsor del mondo dell’estremismo islamico. E ‘anche uno stretto alleato degli Stati Uniti. Questa contraddizione, sebbene responsabile di un sacco di sofferenza umana, è spesso ignorato. Eppure recentemente è immerso di nuovo alla ribalta con la più grande esecuzione di massa della monarchia saudita degli ultimi decenni.

Sheikh al-Nimr era conosciuto in tutto il mondo islamico per la sua ferma opposizione al settarismo. Il dissidente saudita schietto fermamente insistito che sunniti e sciiti non sono nemici, e dovrebbero unirsi contro i regimi settarie li opprime. “Il oppressi dovrebbe unire insieme contro gli oppressori, invece di diventare strumenti nelle mani degli oppressori”, ha dichiarato.

Eseguendo un dissidente che ha sfidato il settarismo, la monarchia saudita è stato solo ulteriormente fomentando esso.

organizzazioni per i diritti umani hanno condannato le esecuzioni. Amnesty International ha dichiarato il regime saudita è “con la pena di morte in nome della lotta al terrore per regolare i conti e schiacciare i dissidenti, attivisti” condanna “a morte dopo processi gravemente iniqui.” Amnesty ha chiamato questo “una mostruosa ingiustizia e irreversibile.”

Negli ultimi anni, la monarchia saudita ha arrestato almeno altri due attivisti pro-democrazia adolescenti pacifici e li ha condannati a morte.

“Se il regno saudita fosse un nemico del governo degli Stati Uniti, saremmo mostrato queste immagini e fatti ogni giorno i grandi media”, osserva Martin.

La repressione e violazioni dei diritti umani interni all’interno Arabia Saudita è una cosa. Forse ancora più preoccupante, tuttavia, è il supporto della monarchia per l’estremismo religioso violento. E ‘qui che il consiglio di Chomsky sulla fermare il terrorismo diventa così importante. Di per sé l’allineamento continuo con il regime saudita, gli Stati Uniti sta alimentando il fuoco stesso si sta combattendo nella cosiddetta guerra al terrorismo.

(Credit: AP / Reuters / Mian Kursheed) AP / Reuters / Mian Kursheed

sostegno saudita per l’estremismo

L’Arabia Saudita è una monarchia assoluta teocratico che governa basa su una interpretazione estrema della sharia (la legge islamica). È così estrema, è stato ampiamente rispetto a ISIS. giornalista algerino Kamel Daoud caratterizzato l’Arabia Saudita in un editoriale sul New York Times come “un ISIS che l’ha resa”.

“Black Daesh, bianco Daesh”, ha scritto Daoud, utilizzando l’acronimo arabo ISIS. “L’ex fessure gola, uccide, pietre, taglia fuori le mani, distrugge il patrimonio comune dell’umanità e disprezza archeologia, le donne ei non musulmani Quest’ultimo è meglio vestito e più ordinato, ma fa le stesse cose, lo Stato Islamico,… L’Arabia Saudita”

“Nella sua lotta contro il terrorismo, la guerra, i salari occidentale su uno, ma stringe la mano con l’altro”, ha continuato Daoud. “Questo è un meccanismo di negazione, e la negazione ha un prezzo: preservare la famosa alleanza strategica con l’Arabia Saudita con il rischio di dimenticare che il regno si basa anche su una alleanza con un clero religioso che produce, legittima, si diffonde, predica e difende wahhabismo , la forma ultra-puritana dell’Islam che Daesh nutre. “

Dal momento che gli attacchi novembre Parigi. in cui 130 persone sono state massacrate in una serie di attentati e sparatorie per le quali ISIS rivendicato la responsabilità, l’Occidente ha sempre parlato dell’importanza di combattere l’estremismo. Allo stesso tempo, tuttavia, il brevetto U.K. Francia e altre nazioni occidentali hanno continuato sostenere il regime saudita che alimenta tale estremismo.

“Al fine di fermare ISIS, è necessario asciugare questa ideologia alla fonte. In caso contrario, si sta tagliando l’erba, ma lasciando le radici. Bisogna prendere le radici”, ha aggiunto.

“Se il mondo vuole tamp ed eliminare così l’estremismo violento, deve confrontarsi con questo host primario e facilitatore”, Butt ha avvertito.

Negli ultimi decenni, il regime saudita ha speso una cifra stimata di 100 miliardi di $ esportare la sua interpretazione estremista dell’islam in tutto il mondo. Si infonde la sua ideologia fondamentalista nel lavoro di beneficenza apparente che svolge, spesso mira povere comunità musulmane in paesi come il Pakistan o luoghi come i campi profughi, dove ignoranti, indigenti, oppressi sono più sensibili ad esso.

Sia gli elementi all’interno Arabia Saudita sostengono ISIS è contestata. Anche se l’Arabia Saudita non supporta direttamente o fondo ISIS, tuttavia, l’Arabia Saudita dà legittimità alla ideologia estremista ISIS predica.

I sostenitori della monarchia saudita resistono confronti di ISIS. Il regime stesso ha minacciato di citare in giudizio gli utenti dei social media che hanno paragonato a ISIS. Gli apologeti sottolineano che ISIS e l’Arabia Saudita sono nemici. Questo è vero. Ma questo non è necessariamente perché sono ideologicamente diversi (sono simili), ma piuttosto perché minacciano il potere di ciascuno.

Alcuni politici americani hanno criticato il rapporto americano-saudita per questi motivi. L’ex senatore americano Bob Graham è stato forse il critico più esplicito. Graham ha chiamato gruppi estremisti come ISIS e al-Qaeda “un prodotto di ideali sauditi, denaro saudita e supporto organizzativo saudita.”

Il senatore Graham fatto parte del Comitato Intelligence del Senato per un decennio, e ha presieduto il comitato durante e dopo gli attacchi di 9/11. Egli ha condannato l’illegale invasione dell’Iraq Stati Uniti, che ha considerato una “distrazione” dai problemi reali del statunitensi, e ha avvertito che l’Arabia Saudita potrebbe aver avuto un ruolo negli attacchi di 9/11 che ha lasciato quasi 3.000 americani morti.

Questo non è in alcun modo suggerire che ci fosse una cospirazione, e che il governo degli Stati Uniti è stato coinvolto negli attacchi; una tale nozione è assurda, e può essere confutato con ancora rudimentale conoscenza del Medio Oriente e una conoscenza di base della storia. Non c’era “inside job”; la teoria della cospirazione è assurdo. Piuttosto, critici come il senatore Graham hanno suggerito che il governo degli Stati Uniti vede la sua stretta relazione con l’Arabia Saudita come così critica che potrebbe essere minimizzato potenziale coinvolgimento saudita negli attacchi.

Dei 19 Settembre 11 attaccanti, 15 erano cittadini di Arabia Saudita. Zacarias Moussaoui, un condannato 9/11 plotter, ha confessato in una testimonianza giurata alle autorità statunitensi che i membri della famiglia reale saudita finanziato Al Qaeda prima degli attacchi. Il governo saudita nega con forza questa.

Il giunto relazione 2002 House-Senato per gli attacchi dell’11 settembre ha 28 pagine su di al-Qaeda “fonti specifiche di sostegno straniero”, ma questa sezione è classificata, leader Graham e altri a suggerire che può contenere informazioni sulla potenziale coinvolgimento saudita. La Commissione 9/11 ha insistito nella sua relazione del 2004, tuttavia, che “ha trovato alcuna prova che il governo saudita come un’istituzione o di alti funzionari sauditi finanziato individualmente” al-Qaeda.

Il senatore Graham ha tuttavia insistito sul fatto che la possibilità che gli elementi della famiglia reale saudita supportati gli attaccanti 9/11 non dovrebbe essere esclusa. Nel suo libro “2004: questioni di intelligence della CIA, l’FBI, Arabia Saudita, e il fallimento della guerra al terrore”, Graham ha sostenuto ulteriormente questi punti, dal suo background all’interno del governo degli Stati Uniti.

Il, non di parte Annenberg Public Policy Center indipendente dalla University of Pennsylvania ha dettagliato le accuse e le possibili prove – o la sua assenza – dei legami saudita per gli attacchi di 9/11 sul suo sito web FactCheck.org.

Qualunque sia il suo ruolo, ciò che è chiaro è che il sostegno dell’Arabia Saudita per i gruppi estremisti violenti è ben documentato. Tale sostegno continua fino ad oggi. In Siria, la monarchia saudita ha sostenuto al-Nusra. affiliati siriano di al-Qaeda. Il governo degli Stati Uniti ha bombardato al-Nusra, ma il suo alleato Arabia Saudita è il finanziamento di esso.

Per capire dove questo rapporto intimo è venuto da, e perché è così importante per gli Stati Uniti, è importante guardare indietro alla storia.

incontro FDR con il re Ibn Saud il 14 Febbraio 1945 (Credit: Public Domain / Wikimedia Commons)

Una storia di “gioielli preziosi”

Questa abbondanza di risorse naturali ha portato ad una sorta di rapporto speciale, se si vuole, come quello tra gli Stati Uniti e il brevetto del Regno Unito o gli Stati Uniti e Israele.

Nel 1945, poco prima di morire, il presidente Franklin Delano Roosevelt ha incontrato Ibn Saud, il primo re e fondatore della moderna Arabia Saudita. Roosevelt promise al reggente gli Stati Uniti avrebbe sostenuto il suo regno in cambio di petrolio. Questo rapporto è continuato fino ad oggi.

“Forniture di petrolio della regione hanno alimentato le industrie ed economie per le generazioni a partire dagli cercatori del Golfo prima trovato il petrolio in Bahrain nel 1931,” Sez. Blinken continuato. “E mentre ora siamo più energia sufficiente, Medio Oriente petrolio continua a guidare il mercato globale, e rimaniamo determinati a garantire la sua offerta.”

Ogni presidente degli Stati Uniti da Roosevelt ha lavorato con la monarchia saudita – da Truman a Carter a Obama.

Alcuni analisti hanno minimizzato l’importanza del petrolio in questo rapporto speciale, ma è difficile esagerare l’importanza del petrolio per la moderna economia industriale. Per dirla semplicemente, le cose sarebbero semplicemente collasso se non fosse per l’olio. Il petrolio è in praticamente tutto. E ‘nelle nostre auto, aerei, strade, edifici, e anche prodotti come il dentifricio. L’intera economia globale moderna è basata sul petrolio. Questo è il motivo per cui anche una parte relativamente piccola fluttuazione del prezzo del petrolio può avere enormi effetti economici globali.

Ma i critici hanno un punto; non è solo per il petrolio – anche se il petrolio è al centro del rapporto speciale americano-saudita. Arabia Saudita, insieme a Israele, è stato anche un importante alleato politico e militare in Medio Oriente, che assicura il dominio degli Stati Uniti nella regione.

Di tutti i passati presidenti degli Stati Uniti, il rapporto del presidente Reagan con la monarchia saudita è particolarmente rilevante in questi aspetti.

“L’amicizia e la cooperazione tra i nostri governi e le persone sono gioielli preziosi il cui valore non dovremmo mai sottovalutare,” Reagan ha dichiarato al benvenuto del 1985 cerimonia di allora re saudita Fahd.

Reagan ha detto il monarca “si legittimamente esercitare una forte influenza morale nel mondo dell’Islam, e il popolo degli Stati Uniti sono orgogliosi del loro ruolo di leadership tra le nazioni democratiche.” Il presidente americano doppiato il suo paese il reggente del West, e l’Arabia Saudita il reggente del Medio Oriente.

Reagan ha caratterizzato il regime saudita come un alleato fondamentale nella lotta contro “la tirannia marxista.” Il presidente degli Stati Uniti ha avvertito che i comunisti “imporrebbero la dittatura su tutta l’umanità” – allo stesso momento che è stato puntellare la monarchia più autoritario e fondamentalista del pianeta.

Al momento, gli Stati Uniti e l’Arabia Saudita, attraverso il Pakistan Inter-Services Intelligence, sono state finanziando gruppi estremisti in Afghanistan. compresi quelli che sarebbero poi diventati i talebani e al-Qaeda. Reagan tristemente caratterizzato estremisti islamici militanti mujahideen come combattenti per la libertà.

Durante la guerra sovietica in Afghanistan nel 1980, gli Stati Uniti consapevolmente incanalato milioni di dollari per fanatici come il leader militante afghano Gulbuddin Hekmatyar, che ha detto ai suoi seguaci di gettare acido in faccia di donne che non hanno coprono le loro teste. Con CIA sostegno attraverso l’ISI, Hekmatyar anche massacrato scuole di Kabul perché i comunisti lasciare che le donne ottenere istruiti al fianco degli uomini.

Durante la guerra fredda – e in particolare durante la guerra sovietica in Afghanistan per tutto il 1980 – l’estremismo religioso mano nella mano con l’Arabia Saudita, Stati Uniti attivamente incoraggiato. Essi hanno sottolineato che i movimenti socialisti e comunisti erano spesso ateo, e snocciolate estrema destra fondamentalisti religiosi contro la sinistra secolare. I resti di questa politica sono i movimenti estremisti che vediamo in tutto il Medio Oriente, Nord Africa e Asia del Sud oggi.

Al fine di decimare la sinistra nella guerra fredda, gli Stati Uniti incoraggiato, armato e addestrato l’estrema destra. I mostri di Frankenstein è creato nel perseguimento di questa politica sono al-Qaedas e ISISes del mondo.

(Credit: Reuters / Carolyn Kaster) Reuters / Carolyn Kaster

feudalesimo del 21 ° secolo

L’Arabia Saudita è veramente un paese che è stato creato attraverso l’imperialismo occidentale. Prima di Roosevelt ha incontrato il re Ibn Saud, Arabia Saudita era un paese relativamente debole con poca influenza politica globale. E ‘stato occidentale, e soprattutto Stati Uniti mecenatismo che ha trasformato l’Arabia Saudita in quello che è oggi.

La monarchia saudita si presenta come modernizzato, ma è ancora feudale, in sostanza. Non c’è quasi sviluppato la società civile in Arabia Saudita, perché il regime ha fatto tutte le forme istituzionalizzate indipendenti di dissenso illegale.

Inoltre, l’Arabia Saudita ha abolito la schiavitù solo nel 1962, per volere del presidente Kennedy. Anche ora, tuttavia, il regime saudita si basa ancora molto sul lavoro degli schiavi – come gli altri vicini monarchie del Golfo.

L’Arabia Saudita è un prodotto di proprio questa eredità imperiale. Se non fosse stato per il sostegno occidentale, la monarchia saudita sarebbe probabilmente caduto, o meglio è stato rovesciato, molti decenni fa – come lo è stato in Egitto.

Negli ultimi decenni, l’influenza di Arabia Saudita e il ruolo in Medio Oriente è aumentato, con costante appoggio degli Stati Uniti. Dopo la catastrofica guerra degli Stati Uniti in Iraq, l’Iran è emerso come una nuova superpotenza regionale. Arabia Saudita, Israele e gli Stati Uniti hanno lavorato per indebolire l’influenza iraniana nella regione. Proprio in questi ultimi anni, in particolare, la monarchia saudita ha iniziato agendo in modo più aggressivo contro l’Iran, affermando violentemente la sua influenza, conducendo una guerra implacabile sullo Yemen e il finanziamento dei gruppi ribelli in Siria.

Oggi, nel 21 ° secolo, violento estremismo religioso ha preso il controllo di gran parte del Medio Oriente. Gli Stati Uniti si è concluso milioni di vite e ha investito miliardi e miliardi di dollari di tasse nella sua lotta contro la presunta tale estremismo. Ma la crescente importanza di Arabia Saudita, e aumentando il sostegno della Stati Uniti per la monarchia assoluta, ha perpetuato solo questa lotta.

Le ragioni che stanno dietro l’ondata di estremismo violento negli ultimi dieci anni sono naturalmente molteplice. Niente di tutto questo per dire l’Arabia Saudita è l’unico fattore. Ci sono anche le guerre catastrofiche e sanguinose degli Stati Uniti in Iraq, Afghanistan e Libia; insieme con l’occupazione illegale israeliana dei territori palestinesi, che ha portato avanti ormai dal 1967; e la brutale repressione della dittatura al-Assad in Siria.

Arabia Saudita non è l’unica causa della dell’estremismo nel mondo di oggi, ma è una delle fonti primarie di esso. Più importante, la fanatica ideologia wahhabita le esportazioni monarchia saudita è uno dei motivi principali per molti gruppi ribelli che resistono queste forme di ingiustizia e di oppressione diventano salafiti islamici, e non di sinistra laica, come la maggior parte gruppi di resistenza erano nella metà del 20 ° secolo.

Sulla scia degli attentati di Parigi e San Bernardino, l’Occidente ha di nuovo chiesto se stesso che cosa può fare per fermare l’estremismo islamico – mentre sta attivamente sostenendo l’Arabia Saudita, proselytizer principale del mondo dell’estremismo islamico.

Se è veramente interessato a fermare il terrorismo, allora, gli Stati Uniti e il resto dell’Occidente si ascolteranno i consigli di Chomsky. L’americano si renderà conto che c’è davvero un modo semplice per fermare il terrorismo: Sarà smettere di partecipare in esso, e terminare la sua alleanza con l’Arabia Saudita.

Ben Norton è uno scrittore di personale politica al Salon. Lo potete trovare su Twitter a @BenjaminNorton.

"The Bachelorette" gli uomini sono i peggiori: 7 motivi per cui in questa stagione sta per essere un disastro gloriosa

"The Bachelorette" gli uomini sono i peggiori: 7 motivi per cui in questa stagione sta per essere un disastro gloriosa

Evan, disfunzione erettile Expert, 33
Che ci crediate o no, la cosa peggiore Evan non è la sua carriera. Il suo più grande affare-breaker è: "Ragazze con smalto scheggiato, le ragazze che parlano troppo, narcisisti, clingers, le ragazze che hanno gravi allergie alimentari." Jabbing se stessi in gamba con una penna Epi suona effettivamente preferibile ad un appuntamento con lui.

"The Bachelorette" gli uomini sono i peggiori: 7 motivi per cui in questa stagione sta per essere un disastro gloriosa

Daniel, Male Model, 31
UN "modello maschile" che si riferisce al suo corpo come "lambo" non una, ma due volte, in una biografia che ha presumibilmente avuto il tempo di rimuginare. (Esempio: "Sei a tuo agio indossando costumi da bagno in pubblico?" "Molto comodo. Perché avere un Lambo se si parcheggia in garage? “)

"The Bachelorette" gli uomini sono i peggiori: 7 motivi per cui in questa stagione sta per essere un disastro gloriosa

Nick S. Software Commesso, 26
Non solo Nick S. prendere spunti moda fazzoletto da Fred di "Scooby Doo," ma elenca il cibo che non piace più come “formaggi spaventosi.” Bad mettere in bocca il formaggio è come cattivo mettere in bocca il nostro migliore amico. Affare-breaker, Nick S. affare-breaker.

"The Bachelorette" gli uomini sono i peggiori: 7 motivi per cui in questa stagione sta per essere un disastro gloriosa

Grant, Vigile del fuoco, 27
Da un lato, Grant è il pompiere sexy dei nostri sogni. D’altra parte, la sua memoria la data peggiore è “Ottenere il pranzo con una ragazza e ascoltando il suo parlare di Harry Potter per 20 minuti” – che in realtà non suona come abbastanza tempo speso a parlare del tesoro nazionale britannico.

"The Bachelorette" gli uomini sono i peggiori: 7 motivi per cui in questa stagione sta per essere un disastro gloriosa

Vinny, Barber, 28
Vinny, che vive in qualche modo la vita paradossale di essere un barbiere professionista e esistente con questo taglio di capelli.

"The Bachelorette" gli uomini sono i peggiori: 7 motivi per cui in questa stagione sta per essere un disastro gloriosa

Will, Ingegnere Civile, 26
Se Will potrebbe passare corpi con chiunque per un giorno sarebbe sciupafemmine seriale ed auto-proclamata “addict ego recuperato” John Mayer così. um. Sì, ha detto basta.

Spettacoli recenti diapositive

  • "The Bachelorette" gli uomini sono i peggiori: 7 motivi per cui in questa stagione sta per essere un disastro gloriosa

  • Script per schermo

  • Donald Trump è un film horror: No, davvero!

  • luna Magia del Sangue: 17 immagini sorprendenti della supermoon in tutto il mondo

  • Related posts

    • Forte rapporto di consulenza

      Internet è pieno di articoli su come decidere quando alla fine di esso, come riconoscere quando il vostro rapporto è tossico, co-dipendente, unilaterale, stagnante, asessuata, manipolatrice. Ma non lo facciamo …

    • Forte rapporto di consulenza

      Quando scrivo risalente suggerimenti e consigli rapporto per una nuova modalità, scrivo per un pubblico femminile. Ma neediness non è specifico del genere – ragazzi fanno l’errore di essere “bisognosi” troppo! Così io voglio…

    • rapporto di consulenza cinque esperti …

      ‘Ci sono diverse qualità al sesso nelle diverse fasi di una relazione a lungo’ Kate Figes è un autore. I suoi libri di saggistica comprendono ‘Coppie: Come facciamo l’amore Ultima e’ nostro Cheating …

    • Rapporto di consulenza per gli uomini, suggerimenti rapporto sano.

      Se vi sentite che la donna della tua vita è un mistero, quello che si sente, quello che si aspetta, quello che vuole e ha bisogno – pensiamo che troverete indicazioni e consigli per gli uomini in questi …

    • Forte rapporto di consulenza

      Tu sei qui: Home / Comunicazione / dopo l’argomento o di lotta: 4 modi per ricollegare Letteralmente ogni rapporto ha avuto loro- incomprensioni e gli argomenti. Avrebbe potuto essere una lotta enorme …

    • Consigli Aiuto relazione costruzione …

      Guida di fiducia per mentale, emozionale socio-sanitario Un elenco di servizi che comprende linee telefoniche, le cure mediche e gruppi di sostegno, terapia, caregiving, abitazioni, bambini e genitori …